Mustazzeddu – Sardegna

Il Mustazzeddu sardo può prendere anche nomi a seconda delle zone della regione in cui viene preparato, come prazzira o pani cun tammatta. Il Mustazzeddu è una pizza sarda antica, la prazzira è tipica di San Vito dove si svolge una grande sagra con prazzira e carne di capra. A si farcisce con pomodori e melanzane e si condisce poi con basilico, aglio a piacere e olio extravergine. Nel sulcis iglesiente, dove si chiama Mustazzeddu, si prepara con pomodori e basilico ma senza le melanzane. La storia narra che questa preparazione venne inventata dalle suore nei periodi di carestia, da portare ai più poveri, un piatto unico comprensivo anche di pane.
Mettiamoci a prepararlo insieme, perchè è perfetto come piatto da portare via e mangiare al sacco, e poi, non me ne vogliano i tradizionalisti, potete riempirlo come preferite.

  • Preparazione: 4 Ore
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 mustazzeddu
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 500 g semola rimacinata di grano duro (o 350g di semola e 150g di farina normale)
  • 300 ml Acqua
  • 2 g Lievito di birra secco
  • 1 cucchiaio Olio extravergine d'oliva
  • 15 g Sale
  • 500 g pomodorini freschi
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio
  • q.b. Pepe
  • q.b. basilico fresco

Preparazione

  1. Per prima cosa preparare l’impasto: in una ciotola sciogliere il lievito con metà acqua. Aggiungere la farina, i 15g di sale, il cucchiaio di olio e impastare con la restante acqua. Formare un composto omogeneo, liscio e elastico. Quando è pronto coprire e far lievitare a 35°C per 3 ore o a temperatura ambiente circa 6, comunque fino a quando raddoppia la dimensione. Dividere in due parti e stenderle il più circolarmente possibile con un cm di altezza, e lasciare riposare 30 minuti. Tagliare i pomodorini a pezzettini, condire con olio, pepe, sale, basilico fresco tritato e lasciare scolare. Posizionare questi pomodorini al centro dei tondi di pasta stesi. Richiudere i bordi sul centro lasciando a vista un po’ di pomodorini. Infornare in forno caldo 220°C per 30/40 minuti. Ottima sia calda come pizza che fredda come pane.

Note

Precedente Tartellette alle Fragole al Profumo di Menta Successivo Pagnotta al Carbone Vegetale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.