Crea sito

Involtini Primavera – Cina

Gli involtini primavera sono un classico della cucina cinese e orientale in genere. Io oggi vi propongo una ricetta che mi è stata insegnata da una amica, con qualche suo trucchetto. Questa ricetta è totalmente vegetariana, utilizzerò la pasta già pronta ma con lei mi è capitato di preparare in casa sia quella di riso che quella con farina normale, e magari in futuro scriverò la ricetta anche di quella, ma gli involucri pronti sono veramente molto comodi, salva tempo, salva spazio.

Gli involtini primavera in oriente vengono serviti come antipasto sia freschi, che fritti (nei ristoranti da noi li trovate soprattutto fritti). Si chiamano involtini primavera perchè vengono consumati tipicamente per il capodanno cinese, la festa di primavera. In Cina, a seconda delle zone, il ripieno può essere dolce oppure salato solo con verdura, con pesce, con carne o anche misto. Molto conosciuti e consumati anche a Taiwan sia freschi che fritti e con farine diverse per preparare l’involucro. In Vietnam gli involtini si chiamano gỏi cuốn, che significa involtini estate e il ripieno è diverso, presenta anche i vermicelli di riso oltre alle verdure. Provateli a fare a casa, la ricetta di oggi è molto semplice ma la potete arricchire anche con altri ingredienti a piacere, o “italianizzare” con dei sapori più mediterranei.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 12 involtini
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 12 involucri di involtini primavera
  • 1 cipolla
  • 3 Carote
  • 1 porro
  • 1/4 cavolo cappuccio rosso
  • 1/4 Verza
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • q.b. Zucchero
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Salsa di soia
  • q.b. olio per friggere
  • q.b. addensante: farina o fecola

Preparazione

  1. Tagliare a fette sottili la cipolla. Tagliare a julienne (striscioline sottili, o usare anche una grattugia che da un risultato simile) il cavolo, la verza e le carote. Scaldare una padella wok sul fuoco (se non avete la wok usate quella tradizionale, cuocerà in modo diverso e magari con qualche minuto in più ma il risultato sarà comunque ottimo). Aggiungere un filo d’olio in questa padella e la cipolla: salare, pepare, unire un pizzico di zucchero e sfumare con la salsa di soia. Aggiungere l’addensante scelto, cioè la farina o la fecola, bastano un paio di pizzichi. Dopo un paio di minuti aggiungere una o due mestolate di acqua e unire cavolo, verza e carote. Far cuocere una 6-7 minuti, fino a che le verdure saranno morbide. Spostare il tutto in uno scolapasta, far scolare l’acqua in eccesso, e premere anche il composto per asciugarlo ancora di più. Far raffreddare. Preparare gli involucri: la maggior parte di quelli industriali sono secchi quindi le istruzioni dicono di immergerli in acqua tiepida per 30 secondi. Ecco, quei 30 secondi sono da rispettare se poi mangiate gli involtini freschi, se li volete ancora friggere vi bastano la metà dei secondi, cioè quelli necessari per ammorbidire la pasta. Togliere dall’acqua, scolare, e posizionare su un tagliere con la parte ruvida verso l’alto: starà all’interno. Prendere quindi una parte di composto di verdura, posizionarlo al centro del disco di pasta. Richiudere il lato sottostante portandolo verso l’alto. Quindi i lati destro e sinistro portandoli verso il centro e arrotolare il tutto verso l’alto fino a richiuderlo. Spostarlo su della carta forno e tenerlo in frigorifero fino al momento di friggerlo. In una padella capiente per frittura scaldate abbondante olio per friggere. Quando è bollente immergere gli involtini pochi per volta, e friggere fino a doratura. Scolare e servire caldi.

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.