Fluffosa Pistacchi e Meringhe (Chiffon Cake)

Come dice la grande Monica Zacchia, mamma delle fluffose, non c’è niente di meglio per tirare su il morale che fluffare alla grande. 🙂 Per la mia famiglia ormai è il dolce che più piace, me lo richiedono continuamente, e io con piacere esaudisco le loro richieste. 🙂 Ed ha ragione Monica, fluffare è terapeutico: sarà il profumo che si sprigiona dal forno, sarà la magia che si compie e che la fa lievitare e diventare soffice in modo incredibile, sarà che con pochissimi ingredienti, cambiando poche cose, si ottiene ogni volta una torta nuova pronta a conquistare i fortunati che la mangeranno. 🙂 E poi ora anche la mia nipotina è diventata una fan della fluffosa e più crescerà e più gliene preparerò. 😉

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    75 minuti
  • Porzioni:
    12-16 fette
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Per la fluffosa

  • Farina 00 400 g
  • Zucchero 400 g
  • Olio di semi 170 g
  • Acqua 240 g
  • Uova 8
  • Lievito in polvere per dolci 1 bustina
  • Cremor tartaro 1 bustina
  • Sale 1 pizzico
  • vanillina (o semi di 1 bacca) 1 bustina

Per la decorazione

  • Panna fresca 100 ml
  • Cioccolato bianco 200 g
  • Pistacchi non salati
  • Meringhe

Preparazione

  1. Preparare una fluffosa è molto più semplice di tante altre torte. In un ciotola versare tutti gli ingredienti secchi, ovvero la farina, lo zucchero, il lievito per dolci, la vanillina o i semi di vaniglia e il sale. Mescolare bene.

  2. In un’altra ciotola versare l’acqua e l’olio, miscelandoli con una forchetta. Aggiungere il tutto al mix degli ingredienti secchie e mescolare bene, in mondo che non si formino grumi.

  3. Rompere le uova, dividendo i tuorli dagli albumi. Agli albumi aggiungere il cremor tartaro e montare con la planetaria o con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere una neve ferma. I tuorli aggiungerli un pò per volta, a più riprese all’impasto, mescolando bene.

  4. Quando i tuorli saranno ben amalgamati, aggiungere gli albumi montati a neve 1/3 per volta, mescolando sempre dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi.

    Quando il composto sarà ben omogeneo, versare nello stampo da chiffon cake senza imburrare. Solo lo stampo in alluminio con i piedini non avrà bisogno di essere imburrato. Se invece si usa un altro tipo di stampo andrà imburrato e infarinato, a meno che non sia di silicone.

    Infornare nel forno già caldo in modalità statica a 150° per 1 ora e 15 minuti. Fare sempre la prova dello stecchino prima di sfornare. Deve essere asciutto ma non troppo, un pizzico di umidità sarà normale.

  5. Una volta sfornato, lasciar raffreddare 5 minuti a temperatura ambiente,poi capovolgere lo stampo, in modo che si poggi sui piedini. Con questa operazione, piano piano la torta si staccherà da sola dallo stampo e cadrà sul piano.

  6. Una volta che la fluffosa si sarà staccata dallo stampo lasciarla raffreddare. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con la panna, fino a rendere la glassa omogenea. Quando si sarà intiepidita e la fluffosa sarà fredda, cospargere la superficie della torta con la glassa e distribuirvi sopra i pistacchi e le briciole di meringhe.

    Si conserva molto bene….il problema è che dura sempre troppo poco….finisce sempre in un baleno. 😉

Precedente Brisée al Parmigiano Successivo Crostata di Pomodorini e Philadelphia

Lascia un commento

*