Crea sito
You are currently browsing the Ricette di Sicilia category

Pasticcini alla Mandorla – Homemade -

  • dicembre 19, 2011 at 09:55

Buongiorno a tutti, cari amici.

Oggi vi propongo i miei Pasticcini alla Mandorla fatti in casa.

Si, lo só….anche quelli della pasticcería sono molto buoni, ma….volete mettere quelli fatti in casa?

Per mé, tutto quello che é fatto in casa é sempre qualcosa di speciale: oltre ad avere i prodotti freschi ed un sapore diverso, i biscotti fatti in casa hanno l’Amore di chi li fá, e la tradizione ed il ricordo che li accompagna.

Sono molto facili e veloci da fare…..

se volete cimentarvi anche voi, eccovi la Ricetta!

Ingredienti per circa 30 Pasticcini

150 gr di farina di Mandorle

100 gr di zucchero semolato

2 albumi di media grandezza – misura M -

2 – 3 gocce di essenza di Mandorle

Per decorare:

ciliege candite

mandorle pelate

zucchero semolato per cospargere

Preparazione

Miscelare la farina e lo zucchero. Sbattere leggermente  gli albumi ed impastare gli ingredienti insieme formando cosí un impasto compatto e leggermente appiccicoso.

Riempire una sac a poche con il beccuccio a stella e con il composto  formare con un movimento di ruotazione i biscotti sulla carta forno in una leccarda.

Decorare i pasticcini con le mandore e le ciliege.

Mettere a riposo per una notte i pasticcini nel frigo per evitare che il composto si afflosci appena andati in forno con il calore.

Accendere il forno a 160 °C .

Cospargere i pasticcini con lo zucchero semolato ed infornare per circa 15 – 20 minuti, dipende dal vostro forno.

Farli raffreddare completamente ed estrarli dalla leccarda.

Si conservano benissmo per qualche settimana in contenitori idonei.

Accompagnateli ad una buona tazza di Thé o di Caffé e…..

Buone Feste a tutti.

La Frutta di Martorana di casa nostra

  • novembre 4, 2011 at 10:46

Come tutte le Ricorrenze, anche questa comporta dei Dolci.

La Frutta di Martorana è un tipico dolce siciliano. Deve il suo nome alla Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio o della Martorana.

É a base di Marzapane o Pasta Reale, é facile reperirla o la si puó fare benissimo in casa.

Secondo una nota tradizione, la frutta di Martorana è nata perché le suore del convento della Martorana, per sostituire i frutti raccolti dal loro giardino ne crearono di nuovi con mandorla e zucchero, per abbellire il convento per la visita del papa dell’epoca.

In Sicilia si vede nelle vetrine delle Pasticcerie nel periodo di Novembre, quando si avvicina la Commemorazione dei Defunti dal 31 Ottobre fino al 4 di Novembre, tradizione molto amata dai bambini, i quali ricevono i regali lasciati dai “morti” la notte della vigilia ai propi parenti facendogli visita.

Io li vedevo sempre da bambina, e quel sapore di mandorla tipicamente nostro evoca ricordi belli e meno belli, sí…perché all’epoca, persi mia sorella che aveva solamente 17 anni, morta per un tumore, io avevo appena 5 anni… ma mi ricordo tutto come fosse oggi.

E comunque…

io mi cimento per la prima volta in questa dolce Decorazione dalle mille sfaccettature.

I miei Frutti non saranno perfetti, ma…come prima volta mi ritengo abbastanza sodisfatta.

Esistono diverse forme, ma io ne ho realizzate solo alcune, anche perché la lavorazione di questi frutti richiede molto tempo, specie se fatte cosí… a mano libera e senza stampi.

Dopo averli modellati e fatti asciugare per qualche giorno, li ho dipinti con pennellino e colori alimentari.

Sono felice di aver portato avanti nella mia famiglia anche questa nostra tradizione siciliana e vedere che i miei figli, specie se crescono quí in Germania, apprezzino nel vedere le cose di casa nostra e….spero un giorno forse, veder fare loro con le propie mani.

Credo di essermi prolungata un pó troppo ma…

adoro le tradizioni.

Vi lascio un pó di fotine e vi ringrazio per l’attenzione prestatami e ancora……

grazie di essere sempre presenti.

A presto!

 

 

Cannoli Siciliani alla Ricotta

  • giugno 7, 2011 at 18:19

Salve a tutti e bentrovati.

Oggi vi posto la Ricetta dei miei Cannoli Siciliani alla Ricotta. Una vera leccornia da leccarsi i baffi :-)

Le Cialde dei Cannoli conservate bene possono durare alcuni mesi, ed al momento che ci servono…riempirli con la Ricotta, oppure con la Crema Pasticcera, Crema al Cioccolato …etc.

Sono un ottimo regalo da portare ad un invito a cena, per occasioni particolari e quant’altro….

credetemi…nessuno li rifiuta!

Questa Ricetta é per circa 22 – 24 cialde, dipende dalla grandezza dei vostri cilindri.

Ingredienti

250 gr di farina tipo  00

30 gr di zucchero a velo

1 cucchiaino di caffé in polvere

1 bustina di vanillina

50 ml di Marsala secco

1 uovo

50 gr di strutto

1 albume per ” incollare”

grasso vegetale /olio per friggere

Per il ripieno:

Crema alla Ricotta, Canditi e Pistacchi per Torte, Cassata e Cannoli Siciliani

Per la Decorazione

granella di nocciole

frutta candita

zucchero a velo

Procedimento

In una ciotola setacciare tutti gli ingredienti secchi, fare una fontana ed aggiungere gli ingredienti liquidi.

Impastare per bene fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto…

Avvolgerlo nella pellicola e metterlo a riposare in frigo per almeno 1 ora.

Passato il tempo, riprendere l’impasto ed infarinare il piano lavoro.

Con l’aiuto di un taglia pasta tagliare dei cerchi ed avvolgerli in cilindri di metallo chiudendo e attaccando i lembi con l’albume precedentemente sbattuto leggermente.

Friggerli nell’olio ben caldo ed adagiarli su un vassoio ricoperto di carta assorbente per togliere l’olio in eccesso.

Appena si saranno raffreddati, estrarre i cilindri e riempirli con la Crema di Ricotta precedentemente preparata.

Cospargerli con la granella di nocciole e finire con una ciliegina candita ed una spolverata di zucchero a velo

buone leccornie a voi!! :-)

Crema alla Ricotta, Canditi e Pistacchi

  • maggio 13, 2011 at 08:05

Salve care amiche e amici.

Oggi vi posto la Ricetta della Crema alla Ricotta, Canditi e Pistacchi. É la nostra classica ricetta Siciliana che accompagna molte delle nostre Torte, tra le quali, la Cassata Siciliana e i Cannoli Siciliani alla Ricotta.

É veloce da fare, ma un pó di tempo deve stare in frigo per addensarsi ancora meglio.

Eccola.

Ingredienti

500 gr di ricotta fresca

200 gr di zucchero semolato

30 gr di pistacchio tritato

70 gr di frutta candita mista

10 ml di Liquore all’Anice o Sambuca

Preparazione

Mettere in una ciotola la ricotta ben asciutta e il Liquore all’Anice. Aggiungere lo zucchero ed amalgamare per bene.

Aggiungere il resto degli ingredienti.

Mettere in frigo per almeno 3 ore, fino a che si compatti per bene.

Farcire Torte, Desserts e Cannoli Siciliani per la gioia del palato e..

…felice week-end a tutti :-)

Cassata Siciliana Pasquale

  • aprile 25, 2011 at 07:33

Buongiorno care amiche e mici e Buona Pasquetta ancora a tutti voi.

Beh, come non fare la Cassata Siciliana in questa festa….é d’obligo.

Questa volta peró, in veste Pasquale….con uova, pulcini conigli e farfalle…..mette tanta allegria!

Il procedimento é sempre quello della mia Cassata Siciliana che vi proposi nel periodo natalizio, l’unica differenza é la forma della torta e la decorazione.

É sempre fatta con il Pan di Spagna dello Chef, Bagna di Liquore all’Anice, farcia con Crema alla Ricotta, bordi alternati con Pasta di Mandorla e Decorazioni in Pasta di Zucchero e Frutta Candita.

Tutte queste Ricette le trovate nel Link quí sopra che vi ho appena dato.

Allora….

buona visione…..e….

ancora Tanti Auguri felici e sereni.

Con questa Ricetta partecipo al Contest di Tina & Vicky.

“Two gust is megl che one”


 

 

Il Riso di San Giuseppe

  • marzo 30, 2011 at 07:40

Buongiorno cari amici del Web.

Oggi é la ricorrenza di San Giuseppe e allo stesso tempo la festa del Papá.

Auguri a tutti i Papá e….li avrei fatti anche al mio caro Papá, se fosse stato ancora tra di noi. Anche alla mia Mamma, tutti e due avrebbero festeggiato l’onomastico.

Ieri ho fatto il nostro Riso di San Giuseppe. Un dolce Riso ricoperto di Cioccolato fondente nero da leccarsi i baffi.

Questa é una Tradizione della mia Terra: Sicilia. É anche la Ricetta della mia cara Mamma, che lo faceva come di consueto ogni anno per la festa di S. Giuseppe.

É molo facile e veloce da fare….é buonissimo, a mé e la mia famiglia piace tantissimo.

Ecco di cosa abbiamo bisogno:

Ingredienti

350 gr di riso Basmati

120 gr di zucchero semolato

4 bustine di zafferano da 1 gr ciascuna

acuqa q. b.

50 gr di cioccolato nero fondente

Procedimento

Mettete a bollire l’acqua, senza sale, e cuocete il riso come da manuale.

Nel frattempo sciogliere lo zafferano in una tazzina in pochissima acqua.

Quando il riso é pronto, scolarlo e metterlo in una ciotola capiente. Aggiungere lo zafferano sciolto ed amalgamare colorando il tutto.

Grattuggiare o tagliare in piccole scaglie il cioccolato sul riso e lasciar riposare qualche minuto.

Servire sia caldo che freddo come dolce dopo pranzo o cena.

Alla prossima!!

Polpette Caserecce al Sugo con Patate

  • gennaio 30, 2011 at 01:11

Ed eccomi di nuovo con una Ricetta di casa mia: La Sicilia. É un secondo gustoso e saporito.

É la Ricetta che faceva la mia Mamma, ed era ogni volta una festa per il palato. Come li faceva lei, nessuno aveva mai potuto  superarla.

Io ve la ripropongo con gli stessi identici ingredienti.

Eccoli, semplici e buoni…

Ingredienti per 4 persone

Per l’impasto

500 gr di tritato di manzo o di maiale

100 gr di parmiggiano grattugiato

2 uova

2 spicchi d’aglio tritati finemente

1 ciuffetto di prezzemolo tritato

sale e pepe q.b.

pane grattugiato q.b.

olio di girasole per friggere

+ 1 kg di patate

+ 1 lt di passata di pomodoro al basilico

Preparazione

Preparare una passata di pomodoro con soffritto di olio EVO, cipolla e condire secondo i gusti. Aggiungere le patate lavate e mondate. Tagliarle tutte della stessa dimensione e far cuocere il sugo a fuoco lento.

Nel frattempo, dopo aver tritato finemente l’aglio, in una ciotola mettere tutti gli ingredienti per l’impasto con le uova ed impastare unifornemete. Formare le polpette e friggerle in padella con olio di girasole da entrambi le parti. Metterle in un contenitore contenente carta da cucina assorbente per far togliere l’olio in eccesso.

Quando tutte le polpette saranno pronte, aggiungerle al sugo di patate e farle cuocere ancora un pó.

Appena le patate saranno cotte croccantemente spegnere il sugo e servire in piatti individuali con sugo abbondante guarnendoli con dell’erba cipollina e basilico fresco e…. buon appetito!!

Minestra di Spaghetti con Palline di Carne saporite

  • gennaio 19, 2011 at 12:31

Salve care amiche e amici…

un girono alla settimana é quasi sempre il giorno del  Brodo. Un piatto semplice e veloce, origine di casa mia…Sicilia, é quello che vi propongo oggi.

É una Ricetta della mia cara Mamma, a cui…non l’ho mai detto ma….ho dedicato questo Blog, per via della Passione per la Cucina e la Creativitá che Lei mi ha trasmesso.

Come giá annunciato, questo é un piatto di semplici ingredienti e veloce esecuzione.

Vediamo di cosa abbiamo bisogno:

Ingredienti per 4 persone

1 gambo di sedano

1 carota grande

100 gr di pisellini

1/2 cipolla

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

150 gr di spaghetti sminuzzati

sale e pepe q. b.

Per le Palline di Carne

100 gr di carne tritata

pane grattuggiato q. b.

20 gr di parmigiano grattuggiato

1 spicchio d’aglio

1 uovo

sale e pepe q. b.

Preparazione

Mettere in una pentola capiente l’acqua a bollire.

Mondare e lavare le vedure e tagliarle a tocchetti piccoli. Appena bolle l’acqua buttare le verdure e far cuocere a metá cottura.

Preparare l’impasto con la carne, il pane grattuggiato quanto ne basta, 1 uovo, il parmigiano, lo spicchio d’aglio tritato finimente e condire di sale e pepe. Impastare il tutto omogeneamente e formare delle palline della circonferenza Ø di circa 1 centimetro e metterle da parte.

Nel frattempo sminuzzare gli spaghetti e quando bolle l’acqua versare la pasta e le palline di carne nello stesso momento.

Far cuocere al dente e servire in piatti individuali.

Condire con un due cucchiaini di Salsa Rossa Piccante, che contiene Pomodori, Peperoni Rossi, Olio EVO, Peperoncino etcc…vi posteró la Ricetta a breve, una foglia di basilico e…

buon appetito!!

Cannoncini di Sfoglia alla Ricotta

  • gennaio 18, 2011 at 22:38

Ed eccomi di nuovo con i peccati di gola :-)

Questi Cannoncini li avevo fatti per Natale ma si propongono per tutto l’anno, visto la facilitá e velocitá con cui si realizzano.

Sono semplici ma …una carezza per l’anima, dolci e …vale la pena farli credetemi,….dolcissimi!!

Ecco gli Ingredienti

1 pasta sfoglia di circa 300 gr

300 gr di ricotta

150 gr di zucchero semolato

1 limone, la buccia

20 ml di liquore all’anice o all’arancia

zucchero a velo q. b.

Preparazione

Tagliare la sfoglia a strisce di circa 2 cm per tutta la sua lunghezza. Tagliarne a misura dei cannoncini e avvolgerli agli stessi bagnandone le giunture con un pennellino umido di aacqua o uovo fino ad esaurimento della sfoglia.

Metterli in forno giá caldo a 200 °C per circa 15 – 20 minuti. Farli raffreddare.

Preparare la Crema di ricott amalgamandol con gli ingredienti richiesti e mettera in frigo per almeno 1 1/2.

Estrarre delicatamente i cannoncini dalle sfoglie e far compattare per mezz’ora senza essere coperti, oppure farli con un giorno di anticipo.

Con l’aiuto di una siringa per dolci riempita della crema di ricotta riempire i cannoncini e metterli in un vassoio da portata.

Spolverare con lo zucchero a velo e…

buone leccornie!!

Nciminati Siciliani – Biscotti deliziosi al Sesamo -

  • dicembre 29, 2010 at 17:13

Bentrovati nel mio Blog….

oggi vi voglio far conoscere un altra Ricetta della mia Terra, la Sicilia.

Questi biscotti sono una vera delizia. In siciliano si pronunciano Li Nciminati, che sarebbero i Biscotti deliziosi al Sesamo. Oggi si fanno tutto l’anno, ma la vera tradizione da noi vuole che si facciano nel periodo Natalizio . Siamo ancora sotto le Feste di Natale, per cui ho voluto postare questa Ricetta.

Sono una sorta di Pasta Frolla aromatizzata alla buccia di Limone e ricoperti di Semi di Sesamo…buonissimi.

Allora…eccovi la Ricetta!

Ingredienti

4 uova

200 gr di margherina fredda

700 gr di farina tipo 00

300 gr di zucchero

1 limone, la buccia

1 bustina di lievito per dolci

2 bustine di vanillina

** per la copertura

1 tazza di latte

250 gr di semi di sesamo

Preparazione

Se si possiede una Macchina del Pane o un Impastatrice, mettere tutti gli ingredienti nell’ordine elencato sopra e scegliere il programma solo impasto che dura circa 15 minuti, altrimenti…mettere la farina in una ciotola capiente, fare una conca ed aggiungere, a partire dalle uova, tutti gli ingredienti.

Impastare omogeneamente e formare un panetto. Avvolgetelo in pellicola trasparente e mettere in frigo per mezz’ora a riposare.

Mettere il latte in una tazza da thé e il sesamo in un piatto fondo.

Riprendere l’impasto, tagliare pezzetti a forma di cetriolini del peso circa di 20 gr ciascuno, non di piú perché nel forno gonfieranno. Insupparli nel latte tipo entra-esce ed infarinarli nel sesamo per intero omogeneamente.

Adagiarli sulla leccarda ricoperta di carta forno distanti tra di loro ed infornarli a 180 °C per circa 20 minuti.

Vi ricordo che con questa ricetta riempirete 2 teglie da forno di biscotti.

Farli raffreddare e spolverarli leggermente con lo zucchero a velo e….buone leccornie a tutti!!

Nota bene: In contenitori di latta o Tupperware si conservano benissimo anche per mesi.

La Cassata Siciliana

  • dicembre 19, 2010 at 22:19

Salve a tutti, cari amici che mi seguite …

sono felice di vedere ogni giorno il mio Blog crescere e arricchirsi di lettori affezzionati che mi vengono a trovare sempre. Oggi vi voglio presentare la ricetta della Cassata Siciliana, ma…chi non la conosce!!!  e…per unailiana come mé non postarla sarebbe un offesa propio personale. Nel Web avevo letto a proposito della Cassata Siciliana questo aneddoto che mi ha fatto sorridore che citava cosí:

” La notte dei Tempi Dio creó il Mondo. Dopo neanche Sicun secondo la Sicilia, e ancor prima di creare i Siciliani…creó la Cassata Siciliana – Il Dolce Siciliano per Eccellenza – “…

capito?…allora…questa cosa dolce quí esiste ancor prima di esistere i Siciliani!!….

..scherzi a parte, la Cassata Siciliana é un dolce conosciuto in tutto il mondo e gli Italiani ne possono vantare l’orgoglio della Regione Meridionale con 5 ***** Stelle!!! C’é un bel pó di lavoro da affrontare ma, ne vale la pena!!

…ed eccovi la Cassata Siciliana, anche se non é perfetta come avrei voluto…ma di un sapore divino, ……eccovi la ricetta!!

P.s.: É un ottimo Regalo di Natale!

Ingredienti

1 Pan di Spagna, di cui trovate la Ricetta Quí

Per il Ripieno

600 gr di ricotta fresca

300 gr di zucchero

1 fialetta di estratto di vaniglia

100 gr di cioccolato fondente

30 gr di frutta candita a cubetti

+Frutta Candita intera per la decorazione

Per la bagna di Liquore, che trovate Quí,

Per la Glassa di Zucchero

150 gr di zucchero a velo setacciato

1 mestolino di acqua

Pasta Reale – di Mandorla -

Ingredienti

200 gr di farina di mandorle

200 gr di zucchero semolato

25 – 30 ml di acqua

50 gr di glucosio

colore alimentare verde

Preparare la Pasta di Mandorle:

In un pentolino mettere l’acqua, lo zucchero e il glucosio e farli sciogliere a fiamma bassa girando con un mestolo. Quando lo zucchero si sará sciolto aggiungere la farina di mandorle e il colorante alimentare. Amalgamare per bene e versarlo su di un piano di marmo e lasciare raffreddare .
Spianare la pasta con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 5  mm, che verrá tagliato in rettangoli dell’altezza  dello  stampo.

Assemblaggio

Lavorare bene la ricotta con lo zucchero fino a che diventi liscia e cremosa. Aggiungere la vaniglia, la frutta candita e per ultimo il cioccolato fondente a goccie. Riporre in frigo.

Dopo aver preparato e fattto raffreddare il PdS tagliare il fondo della circonfereza dello stampo dove si andrá a formare la cassata, bagnarlo con la Bagna di Liquore e foderare i bordi con rettangoli alternati di PdS e Pasta Reale (vedi foto).

Riempire con la crema di ricotta e con il restante PdS coprire la cassata.

Metterla nel frizeer per tutta la notte.

L’indomani girarla su di una tortiera e preparare la Glassa di Zucchero: sciogliere a fuoco basso lo zucchero a velo e il mestolino d’acqua finché non diventi liscia e poco trasparente. Versare la glassa ancora calda distribuendola con una spatola su tutta la cassata.

Decorarla con la Frutta Candita, Zuccata, Cedro e Capelli d’Angelo.

Rimetterla in frigo per almeno 2 ore prima di consumarla….e….

…buona degustazione del dolce di Sicilia per Eccellenza!!

Torrone di Mandorle Siciliano

  • dicembre 7, 2010 at 02:12

Salve a tutti e ben trovati..

oggi vi propongo la Ricetta del Torrone di Mandorle Siciliano. Una Tradizione di casa mia di Sicilia e della mia Mamma.

É semplice da preparare e si prepara di solito per il periodo Natalizio, ma anche per la Festa del 3 Maggio del nostro paese, Siculiana (prov. di Agrigento, Sicilia).

L’odore che si sprigiona nella casa nel farlo é una carezza per i sensi dell’olfatto e una dolcezza per l’anima….

….é un dolce che non dovrebbe mancare mai nelle nostre tavole natalizie.

Allora…questa la descrizione e gli ingredienti.

Ingredienti

500 gr di Mandorle pelate

500 gr di zucchero

400 gr di miele

1 arancia non trattata, la buccia

1 bustina di vanillina

* Carta forno

* Cialde di ostia q. b.

Preparazione

Preparare le cialde su carta forno in forma rettangolare.
Tostare le mandorle per una diecina di minuti nel forno dopodicché, tritare grossolanamente le mandorle in un robot da cucina (opzione facoltativa).

Mettere lo zucchero in una casseruola e accendere il fuoco. Farlo sciogliere lentamente ed aggiungere le mandorle, la buccia di arancia, il miele e la vanillina.

Girare di tanto in tanto senza far attaccare il tutto alle pareti e il fondo della casseruola.

Appena il tutto si sará sciolto ed amalgamato, circa 8 minuti. Versare a strisce il torrone sulle cialde rettangolari fomando cosí la calassica forma del Torrone Siciliano.

Eseguire l’operazione velocemente prima che solidifichi lo zucchero con il miele.

Far raffreddare e tagliare con un coltello grosso e ben affilato in pezzi lunghi circa 10 – 15 cm.

Confezionarli volendo in bustine natalizie con fiocchi, pronti per regalarli ad amici e parenti per un dolce Natale.

P.s.: Il Torrone con il miele tende sempre un pó ad indurisrsi ma, come tutte le cose con lo zucchero, basta metterlo un qualche minuto in Microonde e ritorna morbido e… gustosissimo!!!

I Taralli Siciliani

  • novembre 2, 2010 at 11:54

Buongiorno mie cari lettori, amiche ed amici..

oggi é la ricorrenza dei cari defunti, ma la cultura italiana é piena di dolci che fanno parte sempre di qualche ricorrenza.

Questa é una di quella. In Sicilia, ma anche in alcune regioni d’Italia, i Taralli sono un dolce tipicamente appartenente a questa ricorrenza come anche del resto La Frutta Martorana o gli Animali o Figure Sante sempre fatti della stessa pasta, che é quella di Marzapane, cioé di Pasta Reale.

Sono molto facili da eseguire e sono un dolce da vera leccornia.

Ecco quello di cui abbiamo bisogno:

1 Kg di farina tipo 00

300 gr di zucchero

250 gr di strutto

2 uova

30 gr di ammoniaca

1 limone

2 vanilline o 1 fialetta di estratto di vaniglia

latte tiepido per impastare q.b., circa 250 ml

Per la Glassa

250 gr di zucchero a velo

il succo del limone precedentemente grattuggiato con 3 cucchiai di acqua calda

Preparazione

Setacciare la farina e fare una conca, aggiungere lo zucchero, la buccia grattuggiata del limone e l’ammoniaca. Mischiare bene il tutto. Aggiungere le uova, lo strutto e impastare bene con del latte tiepido, tanto quanto ne basta per formare un impasto liscio e compatto (sono circa 250 ml).

Far riposare per mezz’ora avvolto in pellicola. Passato il tempo formare dei filoncini, girarli a mó di ferro di cavallo e dalla parte superiore girarli su se stessi per dare la forma (tipo cornetto), oppure semplicemente girarli su se stessi, tipo torcia.

Infornarli a 180 C° per circa 20 – 25 minuti, dipende dal forno, dopodiché farli raffreddare.

Preparare la glassa setacciando lo zucchero a velo ed impastandolo con i 3 cucchiai di acqua calda insieme al succo di limone. Intingere  i Taralli nella glassa e farli asciugare…..e…

…alla prossima!!

Le Mignolate Siciliane e La Pizza Morosa

  • ottobre 18, 2010 at 20:13

Compleanno di Noemi 3° Parte

Ed eccomi di nuovo per presentarvi una ricetta tipicamente Siciliana: Le Mignolate Siciliane e la Pizza Morosa.

Questi gli ingredienti

Per le Mignolate:

tritato misto di maiale
olive nere
formaggio per pizza o mozzarella
cipolla
olio EVO
sale e pepe q.b.

Nota bene: gli ingredienti si possono benissimo sostituire con ricotta e spinaci oppure con broccoli, cipolla e olive nere.

Per la Pizza:

funghi
peperoni
olive nere
prosciutto
paprika
cipolla
sale e pepe q.b.
olio EVO
formaggio per pizza o mozzarella

L’impasto é formato dagli ingredienti che trovate nella ricetta del Pane con le Cipolle fritte, che naturalmente si dovranno omettere nell’impasto.  Si metterá per 1 ora nel forno spento solo con la lucina accesa, questo fará sí che la lievitazione avviene sempre correnti d’aria e con un leggero calore…vi accorgerete che l’impasto piú tardi assumerá una morbidezza speciale.

Per le mignolate bisogna stendere la pasta a forma d’uovo, cioé ovale, e distribuire il tritato, le cipolle e le olive nere su tutta la superfice dell’impasto. Condire di sale e pepe, aglio liofilizzato, olio EVO ed infine distribuire il formaggio.

Chiudere arrotolando l’impasto su se stesso e formare un grosso salame. Tagliare in pezzi di circa 7 cm ciascuno, prenderne un pezzo in mano e girarli a chiocciola facendo una leggere pressione sulla base. Adagiarli su carta forno.

Condire la pizza con la salsa di pomodoro,  gli ingredienti, irrorare con un pò di olio e finire con il formaggio.

Cuocere a forno fino a doratura desiderata e gustare con un bel bicchiere di vino rosso, magari un Nero d’Avola di Sicilia.

Con questa Ricetta partecipo al Contest
Natale nel Mondo

Cozze Mediterranee Gratinate

  • ottobre 12, 2010 at 15:51

Eh si!!!…profumo di Mare.

Le cozze sono uno die miei crostacei preferiti, li faccio in tanti modi ma…questa é la mia ricetta preferita: Le Cozze Mediterranee Gratinate al forno.

Sono squisite, da leccarsi i baffi, ci vuole solo un pó di pazienza per riempirle se se ne fanno molte, tipo io ne ho fatto 3 chili…insomma… un lavoretto!!

Ma alla fine le mie papille gustative sono state ben ripagate del lavoro fatto..

Sono ottime anche come  o antipasto.

Mettiamoci all’opera…

Ingredienti

2 kg di cozze

pan grattuggiato quanto basta

olio EVO (Extra Vergine Oliva)

2 spicchi d’aglio

sale e pepe q. b.

brodo di cozze

1 ciuffo di prezzemolo

formaggio grattuggiato a scelta

1-2 limoni

Preparazione

Lavare accuratamente le cozze. Metterle in una casseruola capiente e farle aprire a fuoco vivo. Appena pronte eliminare quelle che non si sono aperte, vuol dire che erano morte giá prima di essere pescate, quindi, nocive.

Mettere da parte il brodo che si é formato dalle cozze cuocendole.

Aprire le cozze ed eliminare il secondo guscio e metterle tutte in una ciotola.

Con il pan grattuggiato, l’aglio tritato e gli altri ingredienti fare un impasto, aggiungendo di tanto in tanto il brodo di cozze e l’olio fino a raggiungere una consistenza morbida.

Coprire le cozze una ad una con l’impasto e adagiarle su carta forno in una grande placca.

Gratinarle in forno preriscaldato a 200 C° fino a che non raggiungano una doratura sfumata, circa 20 minuti

Servirle in un piatto portata accompagnata da limone e prezzemolo finemente tritao  con un buon bicchiere di spumante o vino bianco….e….buon appetito!!

Olive alla Cacciatora della Mamma

  • ottobre 1, 2010 at 08:34

Bentrovati nel mio Blog…
Quando la gola chiama….le olive rispondono!!
Io sono una patita di olive, di tutti i colori e provenienze.
Queste sono delle Olive alla Cacciatora della Mamma… si..
..propio perché é la ricetta della mia cara Mamma, che non c’é piú.
Mi ha lasciato tanto della sua cucina, e questa.. é una delle ricette che io adoro e mi fanno sentire vicina a Lei..…
…ve la presento!

Ingredienti

500 gr di olive verdi
2 o 3 gambi di sedano
4 spicchi d’aglio
origano
sale q. b.
olio EVO
aceto di vino rosso

Preparazione

Mettere a bollire dell’acqua e sbollettare il sedano pulito e tagliato a fettine. Far in modo che rimanga croccante. Farlo raffreddare. Altra alternativa e piú veloce é quella di mettere il sedano tagliato con l’acqua in un contenitore per il microonde e far cuocere per circa 7 minuti, scolarlo e raffreddarlo. Condire di sale peró solo dopo la cottura, altrimenti il sale prolunga il tempo di cottura.
In un insalatiera o ciotola mettere le olive, aggiungere l’origano, l’aglio tagliato a lamelle e il sedano a fettine comprese le foglioline.

Condire con l’olio e l’aceto quanto ne basta e lasciar riposare per almeno un ora, per far sí che l’aglio e tutti gli ingredienti insaporiscano le olive.

Servire come antipasto, contorno o aggiungere ad insalate o condimento per carni ed altre ricette golose.

Caponata Siciliana Saporita

  • settembre 11, 2010 at 07:44

Eccomi di nuovo con una ricetta tipicamente Siciliana: La Caponata.
Questa che vi propongo é la ricetta della mia Mamma. É molto buona, semplice e saporita.
É una conserva per l’inverno, ma é buona da consumare in qualsiasi periodo,  sia fredda che riscaldata e mangiata con il pane e….facendo anche la scarpetta!!!
Allora… ecco la preparazione

Ingredienti

1,5 kg di melanzane
750 gr di sedano
5 cipolle
80 gr di capperi
100 gr di olive verdi
200 ml di aceto di vino rosso
1lt di passata di pomodoro
foglie di basilico
olio per friggere
aglio liofilizzato
sale e pepe q.b.

Preparazione

Iniziamo col lavare le melanzane per bene. Asciugarle e tagliarle a listarelle, di seguito a cubetti. In una padella aggiungere dell’olio per friggere, riscaldarlo e aggiungere le melanzane spolverandole con l’aglio liofilizzato e ogni tanto una spruzzata di aceto.

Friggerle ben croccanti e adagiarle su carta cucina per assorbire l’olio in eccesso.

Intanto mettere a bollire dell’acqua per scottare il sedano tagliato a cubetti, oppure, in un contenitore per Micro mettere il sedano tagliato a tocchetti con dell’acqua fino a coprirlo e cuocerlo per 6 miunti a 850 W, facendo in modo che rimanga croccante.
Scolarlo e farlo raffreddare.

Nella stessa padella friggere la cipolla e proseguire come per le melanzane aggiungendo anche quí di tanto in tanto l’aceto di vino.

Nel frattempo cuocere in una casseruola un sugo di pomodoro al basilico e metterlo a raffreddare.

Quando tutti gli ingredienti si saranno raffreddati metterli in un insalatiera capiente insieme ai capperi e le olive tagliati a rondelle.
Aggiungere il sugo di pomodoro e mescolare amalgamando il tutto per bene, aggiungendo tanto aceto fino a raggiungere il sapore preferito.

Invasare in vasetti sterilizzati, chiudere molto bene e cuocere per 20 minuti a bagno maria. Far raffreddare e conservare in un luogo fresco e buio.

Volendo, consumare la caponata anche subito, nel caso contrario la caponata si conserverá benissimo per un anno circa.

Costolette di Maiale alla Pizzaiola Siciliana

  • agosto 27, 2010 at 23:20

Éd eccomi di nuovo con una ricetta di casa mia:
Le Costolette di Maiale alla Pizzaiola Siciliana. La faceva sempre la mia cara Mamma, i profumi di questo piatto mi ricordano tante cose….ma andiamo avanti..
É un secondo gustoso e saporito.
É reso profumato anche dall’origano che emana
un odore inconfondibile mentre si cucina.
Ve lo consiglio…
..eccovi la preparazione e gli ingredienti!!

Ingredienti per 4 persone

800 gr di costolette di maiale
1 kg di patate novelle
2 spicchi d’aglio
1 dado di brodo vegetale
1 pomodoro maturo
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 manciata di origano
sale e pepe q. b.
foglioline di basilico
olio di oliva

Preparazione

In una casseruola abbastanza capiente mettere le costolette giá pulite.
Pelare le patate e tagliarle in due in modo che abbiano tutte la stessa grandezza. Aggiungerle in pentola assieme con gli altri ingredienti e l’aglio a fettine, tranne l’olio.

Tagliare il pomodoro a pezzetti ed aggiungere. Spolverare con l’origano.
Riempire la casseruola con tanta acqua, fino a coprire la metá degli ingredienti. Aggiungere il dado.

Far cuocere il tutto a fuoco basso.

A fine cottura irrorare il tutto con l’olio d’oliva e servire in piatti individuali con una altra spolverata di origano e delle foglioline di basilico fresco.

Pennette Siculianesi Fave,Piselli e Ricotta

  • agosto 12, 2010 at 10:16

Eh si, che dire, la pasta è sempre la pasta!!
Non sò voi, ma io la mangerei anche a colazione…..beh….allora se anche voi la pensate come mè, di sicuro non potrete resistere a questo piatto di pasta: Pennette Siculianesi Fave, Piselli e Ricotta….
Siculianesi perché nascono, per mé, nel mio paese infatti…Siculiana!
È un piatto delicato al palato, ma allo stesso tempo gustosissimo…!!
Da buona siciliana…amo la ricotta!!….le fave e i piselli!!
Vi assicuro che non vi pentirete di aver fatto questo piatto…, che tra l’altro mi ricorda molto l’infanzia, quando in Aprile si sentiva l’odore delle prime fave fresche. ma anche con quelle surgelate non è di meno….le ho usate per questa ricetta!!
fatemi sapere!!!

Ingredienti per 2 persone

250 gr di pennette o altra pasta corta
150 gr di fave fresche o surgelate
150 gr di piselli   “      “       “
sale q. b.
pepe bianco q. b.
½ dado di verdure
250 gr di ricotta fresca
4 foglie di basilico
brodo di pasta

Procedimento:
In una pentola mettere a bollire l’acqua salata per la pasta.
In un altro pentolino far bollire dell’acqua e ½ dado.
Aggiungere le fave e i piselli e farli cuocere per circa 5-6 minuti. Quando la pasta è al dente scolarla, non con lo scolapasta, ma nella pentola stessa, o con un coperchio munito di buchi colabrodo, oppure con il coperchio semichiuso, scolare tanta acqua della pasta fino a lasciarne un brodino per la pasta stessa.

Scolare il brodo delle fave e piselli. Unirne la metà alla pasta con  il brodo e metà della ricotta. Amalgamare il tutto. Dividere in due piatti.

Aggiungere il pepe bianco e finire di condire con il resto delle fave, piselli e ricotta.
Guarnire con le foglie di basilico fresco e servire.

Salsa Siciliana al Limone

  • luglio 29, 2010 at 21:51

Eccomi di nuovo quà.
Stavolta con una ricettina della mia amata Terra Sicilia.
La Salsa Siciliana al Limone. É una salsa di íntensi sapori, aromatici e tipicamente siciliani, come il rosmarino che cresce da noi con una potenza inverosimile. É ottima per marinare la carne un paio d’ore prima di grigliarla. Regala un odore e un sapore estivo inconfondibile.
Ve la consigio di cuore, insaporisce tutto quello che vorrete marinare con un gusto al palato davvero squisito….parola di siciliana!!
Eccovi la ricetta.

Ingredienti per 6/8 persone

200 ml di olio EVO
3 limoni, il succo
sale q. b.
pepe q. b.
2, 3 spicchi d’aglio
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaino di origano

Procedimento
In una salsiera versare l’olio. Spremere i limoni e filtrarne il succo, aggiungere all’olio. Con una pressa tritare l’aglio e aggiungerlo alla salsa. Se si vuole evitare di mangiare l’aglio, aggiungerlo a grossi spicchi solo per insaporire ed evitarlo nel piatto.
Privare il rametto di rosmarino dei chiodini, aggiungerli insieme all’origano alla salsa.
Far riposare 30 Min. e servire uno o due cucchiai sulla carne grigliata.

Consiglio: La Salsa Siciliana al Limone è ottima sul pollo, bistecche, Würstel al Barbeque, salsiccia, agnello, costolette….etc.

Pennette Belvedere

  • luglio 13, 2010 at 21:28

La pasta, la pasta!!…
Noi italiani siamo amanti della pasta, e la nostra dieta mediterranea ci prolunga la vita. Io sono del parere che….un piatto al giorno leva il medico di torno!!
Questo piatto è gustoso e buonissimo….la mozzarella che fonde!!…la mia famiglia ne và pazza.
Ve lo consiglio anche a voi…..e…buon appetito!!

Ingredienti per 4 persone
500 gr di pennette o maccheroni
400 gr di mozzarella
30 gr di burro
1 spicchio d’aglio
100 gr di prosciutto cotto
pepe di caienna macinato fresco
8 foglie di basilico

Per il sugo:
500 ml di passata di pomodoro
2 spicchi d’aglio
3 cucchiai di olio EVO
sale e pepe q.b.
4 foglie di basilico fresco

Procedimento
Mettere a bollire l‘acqua in una pentola. Intanto preparare il sugo di pomodoro con 4 foglie di basilico, condirlo e aggiustarlo di sale e pepe. Mettere in una padella abbastanza larga da contenere in seguito tutta la pasta, l’olio e l’aglio tritato a rosolare, aggiungere il prosciutto a dadini, rosolare per qualche minuto e spegnere.Tagliare a tocchetti la mozzarella.
Appena la pasta sarà al dente scolarla, accendere la padella a fuoco lento e unire la pasta, di seguito il sugo di pomodoro ed infine la mozzarella. Girare un pò e lasciare fondere la mozzarella, girando di tanto in tanto. Servire caldissima con pepe fresco macinato al momento e con 2 foglie di basilico a piatto.

Cannolicchi Siciliani

  • luglio 10, 2010 at 23:00

Sicilia Terra Mia!!…..e come potevano mancare i miei adorati Cannoli, in questo caso, Cannolicchi. Questa é una delle ricette siciliane piú amate in tutt’Europa. In America i pasticceri italiani ne sfornano ogni giorni in quantitá enormi, la dove ci sono italiani, ci sono i cannoli e la Cassata Siciliana….quest’ultima poi!!…hummm….non ne parliamo!!
C’é una metafora a questo riguardo:
“ La notte dei Tempi Dio creó il Mondo, dopo qualche secondo la Sicilia….e ancora prima di creare i Siciliani, creó la Cassata Siciliana. Ancora oggi frutto di delizia del palato dell’Amata Sicilia”.
E con questo volevo metterci un pó del mio umore, ma bando alle ciance, ho preparato questi cannoli con le cialde confezionate, visto il caldo afoso non me la sentivo di fare i cannoli in casa, solo per la frittura c’é da sciogliersi completamente….allora..
….gustatevi se volete questi sapori mediterranei…e.
Buone delizie!!
Ingredienti

1 confezione di 24 cialde Cannoli Mignon
oppure la ricetta delle cialde fatte in casa,
che metteró in seguito

Per la farcia

500 gr di ricotta fresca
200 gr di zucchero a velo
20 gr di frutta candita miste a cubetti
30 gr di pistacchi sgusciati
3 chucchiaini di aroma d’arancia in polvere….
oppure 1 fialetta di aroma d’arancia
5 ml di liquore Sambuca bianco
zucchero a velo per cospargere

Procedimento

Mettere a scolare la ricotta per tutta la notte intera, fino a che diventi ben compatta. Metterla in una ciotola capiente. Tritare grossolanamente il pistacchio e unire tutti gli ingredienti mescolando pian piano.
A questo punto vedrete che la farcia diventa un pó liquida, niente paura, é colpa anche del liquore e dello zucchero. Finite di farcire il tutto e ponete la farcia in frigo per almeno 1 giorno, vedrete poi che la ricotta si ricompatterá e sará pronta per riempire i cannolicchi. Se per questioni del caldo non é ancora pronta, come é successo a mé, riponete in frigo la farcia e lasciare compattare per un altro giorno. Non preoccupatevi della ricotta che potrebbe andar a male, é farcita con lo zucchero che funge da conservante e quindi anche dopo 2 giorni é ancora piú che commestibile.
A questo punto riempire i cannolicchi col la farcia e riponete in frigo per almeno un ora. A questo punkto cospargeteli con lo zucchero a veo e servire in un piatto di portata decorato con frutta candita e decorazioni in pasta di zucchero.

Panini profumati al Rosmarino

  • luglio 8, 2010 at 21:35

Salve a tutti, questi sono i panini che accompagno io personalmente al Kräuterbuter, Burro alle Erbe. Sono dei panini sfiziosissimi aromatizzati dal Rosmarino fresco. Io faccio l’impasto nella Macchina del Pane, poi li formo, li faccio lievitare ancora un pó e l’inforno. Sono profumatissimi e deliziosi. Si accompagnano ad antipasti, stuzzichini, ma vanno bene  anche da soli.


Panini profumati al Rosmarino

Ingredienti
Per la MdP ( Macchina del Pane )

500 gr di farina 00
200 gr/ di acqua
25 gr di lievito
80 gr di olio d’oliva
½ cucchiaio raso di sale
1 cucchiaio di rosmarino fresco tritato


Procedimento

Mettere nell MdP prima l’acqua, il sale e l’olio. A seguire la farina, il lievito e il rosmarino tritato. Programma solo impasto e lievitazione.
Alla fine fare i panini lunghi piccolini, lasciarli lievitare altri 20-30 minuti (opzione facoltativa). Placca con carta forno e infornarli a 180 gradi per 20-25 min. circa.
Per chic non avesse la macchina del pane, puó farli alla maniera traditionale, impastando il tutto facendo una conca nel mezzo, sciogliere il lievito in poca acqua tiepida e aggiungere il tutto. Far lievitare in un luogo privo di correnti d‘aria per almeno 1 ora e ½ ….
e….buon appetito!!

Olive al Limone-Arancia e semi di Finocchio

  • luglio 7, 2010 at 21:38

Eccovi un altra ricetta della mia Sicilia.
Le Olive al Limone-Arancia e semi di Finocchio.
Mia Mamma le faceva sempre, specialmente quando avevamo ospiti a cena.Era sempre una gioia per mè.
Oggi ve le ripropongo. È un antipasto gustoso e di sapori forti……
buon appetito!!

Olive al Limone-Arancia e semi di finocchio
by Orchidea2002

Ingredienti

250 gr di olive verdi
250 gr di olive neri
40 gr di semi di finocchio
2 spicchi d’aglio
30 ml di olio EVO
1 limone, succo e buccia
1 arancia, succo di metà e buccia

Procedimento:
Sgocciolare le olive e metterle in una ciotola.
Tritare l’aglio e aggiungerlo alle olive.
Unire i semi di finocchio.
Lavare e asciugare il limone e l’arancia. Tagliarne le buccie di entrambi a listarelle. Spremere il succo intero del limone, e per metà dell’arancia.
Condire con entrambi i succhi e l’olio EVO. Amalgamare per bene.
Far riposore 20 Min. e servire, magari con qualche foglia di prezzemolo.

Farfalle alla Speranza

  • luglio 7, 2010 at 21:27

Buongiorno a tutti, voglio raccontarvi la nascita di questa ricetta.
Una volta passammo con mio marito a trovare dei cugini a Sciacca, in Sicilia.
Si era fatta quasi ora di pranzo e mia cugina, che si chiama Speranza, ci invitó a rimanere. Cucinó delle farfalle con Peperoni Verdi e prosciutto cotto soffritti nell’aglio. Quella Pasta ci piacque cosí tanto, che ancora oggi dopo vent’anni la faccio ancora.
L’abbiamo chiamata “Farfalle alla Speranza” per 2 motivi: il primo per il nome di mia cugina, appunto Speranza, il secondo, per il colore dei peperoni, verde speranza.
É un piatto semplice e veloce, ma anche molto gustoso….
Buon pranzo a voi!!

Farfalle alla Speranza by Orchidea

Ingredienti per 4 persone

350 gr di farfalle
1 peperone verde grande
150 di prosciutto cotto o speck
3 spicchi d’aglio
4 cucchiai d’olio EVO
+ 4 “      “   per condire
sale e pepe q. b.
100 gr di parmigiano grattuggiato
foglioline di menta

Procedimento

Mettere a bollire dell’acqua e salarla. Aggiungere le farfalle.
Lavare e mondare il peperone. Nel frattempo far soffriggere l’aglio in una padella capiente e aggiungere il prosciutto tagliato a cubetti, girando di tanto in tanto. Tagliare il peperone a striscioline e aggiungere al soffritto, fino a che diventi croccante.
Quando la pasta sará al dente, scolarla lasciando un pochino di brodo, e aggiungere la pasta nella padella, lasciandola amalgamare con il tutto. Servire caldissima condita con altro olio e pepe, parimiggiano e foglioline di menta.