Crea sito

Marmellata di mandarini cinesi e anice stellato

Non ho un giardino ne terreni intorno a casa, ma un piccolo viale che accompagna l’ingresso nel garage e una striscia di terra dove cresce ormai da tantissimi anni una pianta di mandarini cinesi kumquat e 2 piante di limoni con dei fiori vari. Ogni anno il nostro albero di mandarini si riempie di questi piccoli frutti, a momenti alla pari della stessa quantità delle foglie che porta, sono tantissimi. Anno per anno prepariamo la marmellata classica e in maniera tradizionale,di frutta e zucchero mentre io vi vorrei proporre un alternativa alla solita composta di frutta. Un qualcosa in più, un tocco in più che a primo assaggio non si sente ma dopo un po’ le vostre papille gustative riescono a percepire un accenno di anice. Non vi spaventate, non pensate che no non mi va non mi piace….. che cosa si è inventata di nuovo??? Provate per credere ne resterete stupiti e scommetto che vi piacerà tanto. La marmellata di mandarini cinesi e anice stellato potete usare per colazione sulle fette biscottate o del pane tostato, oppure nelle preparazioni delle torte per aggiungere una punta di aspro o perché no nei muffin creando il cuore dolce con la marmellata di mandarini. Le soluzioni sono tantissime la più scontata è la crostata ma resterete sorpresi dal suo gusto dolce, aspro e amarognolo allo stesso tempo è in fondo in fondo arriverà lui anice stellato. Scrivete nei commenti cosa ne pensate se anche voi come me vi piace creare dei gusti nuovi e cosa preparate con le marmellate di agrumi. Seguitemi sul Facebook dove tutti giorni aggiungo le foto dei piatti che preparo

  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6 barattoli
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 kgMandarini cinesi
  • 850 gZucchero di canna Demerara
  • 5 ciuffiAnice stellato

Preparazione

  1. La preparazione di questa marmellata di mandarini cinesi e anice stellato è un po’ lunga visto che dobbiamo togliere i semi da ogni frutto. Ma la  bontà di questa composta ripaga tutta la noia della preparazione. Per prima cosa lavate molto bene la frutta. Dopo di che preparate un colino con la ciottola grande dove metterete mandarini puliti dai semi. Tagliate a metà ogni mandarino e spremete sul colino i semi e il succo andrà nella ciottola con la frutta pulita. Una volta finito il procedimento coprite con lo zucchero e mettete l’anice stellato e lasciate macerare il tutto un paio d’ore. Ora frullate tutto con un frullatore a immersione o nel mixer. Questo procedimento vi permetterà di avere la marmellata una volta cotta della giusta consistenza. Il mandarino cinese è fatto soprattutto di buccia quindi è ricco di pectina. Spesso ci è successo di cuocere la nostra  marmellata e poi frullarla e dopo diventava molto dura. Mettete a cuocere a fuoco lento per circa un’ora. Versate nei barattoli sterilizzati la marmellata bollente, chiudete bene e capovolgete i vasetti, lasciate freddare e poi mette in dispensa.

Note

Per preparare la versione classica con lo zucchero bianco usate sempre circa 800g  per 2kg di frutta. Il procedimento è lo stesso. Provate pure la mia marmellata di more di gelso nero.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da monikacleanfood

Sono una mamma di 2 ragazzi, una moglie, adoro sperimentare in cucina senza glutine, basso indice glicemico, integrale e senza zuccheri raffinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.