Tortine di carote con aquafaba (acqua cottura legumi)

Era da un poco che pensavo ad un dolce fatto con la tanto famose aquafaba, ossia l’acqua di cottura dei legumi montata. Ci sono molte ricette di meringhe con aquafaba, ma io volevo un dolce per la colazione e le merende, ed allora ecco la mia creazione delle ottime tortine di carote (simil Camille) completamente vegane (senza latte, latticini ed uova) ma veramente molto gustose!SAM_3811Ingredienti:
200 g carote (circa 3 carote grandi)
125 g farina di mais fioretto
125 g farina di grano duro
80 g zucchero di canna grezzo (**)
120 g aquafaba freddo (acqua di cottura/governo dei ceci) (*)
50 ml olio di semi di girasole
scorza di un limone bio
scaglie di mandorle qb

Procedimento:
Montare l’aquafaba con lo zucchero fino a renderla molto simile agli albumi montati a neve.
Tritatele finemente in un mixer le carote lavate e sbucciate. Mettere in una ciotola le farine, le carote grattugiate, la scorza grattugiata di un limone e l’olio. Lavorare bene il composto ed iniziare ad aggiungere l’acquafaba montata trattandola come si fa con gli albumi montati, quindi aggiungerla poco per volta e per evitare che si smonti mescolare dal basso verso l’alto. Quando tutto il composto sarà ben amalgamato mettere un 2-3 cucchiai nei pirottini per muffins e decorare a piacere con le scaglie di mandorle.
Infornare a 175 gradi in forno preriscaldato per circa 30-40 minuti (verificare la cottura con un stuzzichino prima di sfornarli).
Tortini molto soffici e profumati, ed inoltre grazie alla presenza della farina di mais li rende più colorati.
SAM_3808(*) Il termine aquafaba è stato scelto da Goose Wohlt, colui che guardando un video del francese Joël Roessel che realizzava una mousse vegana con il liquido dei ceci, ha iniziato a sperimentare negli Stati Uniti e ha avuto la pazzesca intuizione di montare questo liquido con lo zucchero scoprendo le sue proprietà notevoli. Da un punto di vista tecnico non si hanno ancora dei dati certi, ma è chiaro che la sperimentazione di questi due signori ci dice che il liquido dei legumi può essere considerato come un agente lievitante, un emulsionante e un agente schiumogeno.

(**) Di solito per dei muffins/tortini di questo tipo si usano circa 100 g di zucchero (se non di più), ma grazie alla presenza di carote che hanno un gusto molto dolce e della scorza di limone che li rende molto profumati e quindi si può ridurre lo zucchero totale usato per questa ricetta.

Con questa ricetta partecipo al food contest “DIETA MEDITERRANEA?SI’, GRAZIE.” promosso dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli e l’Associazione Italiana Food Blogger, per il progetto “Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e Food Blogger: insieme per la salute. La ricetta giusta per il tuo benessere”.

dieta mediterranea