L’ impasto per pizza senza lievito è un impasto molto leggero, alternativo all’ impasto tradizionale, in cui il lievito di birra viene sostituito con il bicarbonato. Il risultato è un impasto più digeribile e molto veloce da preparare, che si gonfia direttamente in forno. Da quando l’ ho scoperto lo preparo spessissimo! L’ ho trovato sul sito di WikiHow.

 Impasto per pizza senza lievito

 Impasto per pizza senza lievito

Ingredienti:

– 450 g di Farina
– 10 g di Bicarbonato
– 6 g di Sale
– 15 ml di Olio extra vergine di oliva
– 200ml di Acqua

Mescolare in una ciotola capiente la farina, il bicarbonato e il sale. Aggiungere l’ olio extra vergine e l’ acqua e impastare energicamente, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Stendere l’ impasto con il mattarello e proseguire con la lavorazione desiderata.
L’ impasto per pizza senza lievito non ha la consistenza e la morbidezza dell’ impasto tradizionale con lievito di birra, ma è perfetto per chi ha allergie al lievito, o poco tempo per prepararlo. Il sapore e il risultato finale sono comunque ottimi e vi stupiranno: con questo impasto, dopo aver mangiato una pizza o una focaccia, vi sentirete comunque leggeri e assolutamente non gonfi. Lo trovo davvero un’ ottima soluzione anche per chi, come me, dopo essere tornati a casa stanchi dal lavoro, si ha voglia di gustare una buona pizza, ma solitamente non c’ è mai abbatanza tempo per prepararla. Con l’ impasto per pizza senza lievito avrete una pizza buona e pronta in meno di 20 – 25 minuti. Provatelo e ve ne  stupirete! 🙂

pizzette senza lievito

Io ho utilizzato questo impasto per fare queste ricette, guardate che bel risultato 😉

Rotolo di focaccia con peperoni e philadelphia:

rotolo pizza

Pizzette senza lievito (con un pizzico di farina di castagne)

pizzette senza lievito

Ti piacciono le mie ricette? Diventa fan della mia pagina Facebook “ Le ricette di Melybea

Se invece vuoi essere aggiornato sulle ultime e gustose novità e ricevere utili consigli in cucina, iscriviti alla mia Newsletter :D

 

104 comments on “Impasto per pizza senza lievito”

  1. Ho fatto la pizza senza lievito,devo dire che è andata oltre le mie aspettative!! Ho aggiunto un pochino di latte perché mi sembrava un po’ troppo soda,era morbida e gradevole…mi sa che la faccio ancora!! Grazie

  2. Ciao.. stasera proverò a fare la pizza senza lievito da te consigliata.. tra le tante ricette lette mi sembrava la migliore =) ma in forno per quanto tempo deve cuocere?

    • Ciao Giulia! Dipende molto dal forno, fai attenzione a quando la pasta diventa dorata in superficie: in quel momento è pronta. Buona pizzata! 😉

  3. La proverò sicuramente poiché al momento non posso mangiare lieviti…Ho letto che il tempo di cottura dipende dal forno ma puoi darmi giusto un’idea di temperatura e tempi che utilizzi tu? Non sono molto esperta di pizza fatta in casa e non ne ho la più pallida idea!
    Grazie mille!

  4. Ciao, vorrei provare a fare la pizza senza lievito con la tua ricetta e ti chiedevo se potevi chiarirmi un paio di cose: la prima che tipo di farina devo usare la 0 oppure 00? e poi il forno deve essere preriscaldato alla max temperatura prima di infornare le pizze?
    Grazie anticipatamente per le info!!!

    • Ciao Loredana! In questo caso, dato che non vi è il processo di lievitazione, è indifferente utilizzare la farina “0” o “00” (solitamente per gli impasti lievitati si utilizza la “0”). Il forno invece deve essere preriscaldato alla temperatura indicata 😉

    • Ciao Mary! Mi dispiace molto! Qual è stato il problema? La parte più difficile è azzeccare il punto giusto di cottura: se si lascia la preparazione troppo in forno si rischia che l’impasto diventi molto duro

    • Anche per me non è stato buono..ho usato ottima farina integrale..ma il risultato è stato pesantissimo e pasta molto secca, il sotto poi è rimasto molliccio e non cotto..mmm

  5. ciao, domani vorrei provare la tua ricetta, ma a quanti gradi va il forno? il mio è ventilato, e poi un’altra cosa, la ricetta x quante persone è? noi siamo 3, grazie

    • Ciao Rosy! Con forno ventilato cuoci l’impasto a 180 gradi. Utilizza pure le dosi indicate per 3 persone, usciranno delle porzioni abbondanti! 😉

  6. Ciao, devo provare anch’io questa ricetta senza lievito (e quindi senza zucchero?). Il risultato è tipo il pane azzimo? Da quello che ho capito è pronta appena dora leggermente, sennò diventa secca?Se puoi, metti anche la foto della pizza sfornata, così mi faccio un’idea. Grazie.

    • Ciao Dolly, esatto, il risultato ricorda un po’ il pane azimo: l’impasto si gonfia, ma leggermente. Appena riesco pubblico una foto con la realizzazione finale della pizza 😉

  7. Ciao! L’impasto della pizza va lasciato lievitare? Se si, per quanto? Se al posto del latte normale metto il latte di soya dici che viene una schifezza? Grazie!!

    • Ciao Simona! L’impasto non va fatto lievitare perchè si gonfierà in forno grazie all’azione del bicarbonato (la lievitazione non sarà alta come quella del lievito). Puoi tranquillamente utilizzare il latte di soya 😉

  8. grazie x la ricetta! la proverò al più presto!! una domanda… secondo te posso usare al posto del latte il latte di riso? mia figlia è intollerante sia al lievito che al latte… ciao! silvia

    • Ciao Alessandro,
      Se hai usato la dose giusta di bicarbonato, questo non dovrebbe conferire un guato amaro all’impasto. Potrebbe essere il tipo di farina, o magari una farina che era aperta già da un po’ di tempo. Per “addolcire” l’impasto comunque puoi aggiungere un pizzico di zucchero o un goccino di latte (sostituendolo all’acqua) 🙂

  9. Ciao, proverò sicuramente a fare pizze e focacce seguendo la tua ricetta! Ho notato che infatto il lievito mi fa male, oltre ad appesantirmi parecchio! volevo chiederti consiglio sulle farine da utilizzare: volevo infatti utilizzare sia quelle integrali che quella all’avena, o al farro o kamut…. cosa ne pensi?

    • Ciao Cinzia! Certamente, puoi provare l’impasto con le farine di tuo gradimento! Con quelle da te indicate risulterà sicuramente ancora più leggero 😉

  10. Ciao,oggi ho provato questa ricetta seguendo per bene le indicazioni..il risultato purtroppo è stato deludente 🙁 il sapore della pasta proprio non mi è piaciuto..peccato!riproverò!

  11. Ciao, volevo sapere una cosa, la pizza l’ho provata ieri ed è venuta buonissima, mi chiedevo come si può ottenere una pizza più croccante?
    Considera che quando l’ho tolta dal forno era già bella dorata.
    Grazie e ciao di nuovo 😉

    • Caro Samuele
      prova ad alzare du 10/20 gradi la temperatura del forno, verrà più croccante… ma tienila d’occhio per non farla bruciare 😉

  12. Il bicarbonato è un lievitante piuttosto conosciuto e si attiva con acidi, per sprigionare più anidride cabonica e/o per farlo prima è sufficiente “attivarlo” con un pò di limone, o aceto, o yogurt. Se fate questa ricetta usando per “liquido” uno yogurt, il risultato sarà molto simile a quello che otterrestre con un’altro lievitante chimico (lievito rapido per torte dolci o salate etc..) .

      • Ciao Lucia!
        Prima di provare a fare l’impasto con lo yogurt, ti consiglio di provare la ricetta base senza. 😉
        Prova ad aggiungere lo yogurt (giusto un paio di cucchiai di yogurt bianco intero) solo se trovi che l’impasto senza lievito risulti troppo secco per i tuoi gusti 😉

  13. Buonasera… Ho appena fatto delle pizzette ma il risultato è stato pessimo. Si sente troppo il sapore del bicarbonato e non si possono proprio mangiare.

  14. Ciao, ho provato la tua pizza con il bicarbonato e devo ammettere che avevo qualche dubbio in proposito,ma adesso non posso farne a meno di farti i complimenti perchè la pizza era ottima ,l’unica differenza è che ho miscelato l’acqua con la gassosa!!!

  15. Ciao!!! Non mi è piaciuta per niente! Non sono riuscita a mangiare più di due fette.. 🙁 cattivo gusto e aveva anche un odore molto forte!

  16. e provare a usare farine forti e lievitazioni lunghe o tecniche di autolisi in modo da scomporre amidi in zuccheri semplici….. la leggerezza sarebbe garantita cmq come preferite

    • Ciao Nicola, purtroppo non dispongo delle competenze specifiche riguardanti le tecniche di autolisi… però ho alcune ricette con il lievito madre, se ti può interessare 🙂

    • Ciao Angelica, il bicarbonato è l’agente lievitante sostituitvo al lievito, quindi se non lo metti la pizza non lieviterà. Ti consiglio di procurarlo se vuoi provare questo impasto 😉

  17. Ogni volta ke mangio la pizza, la mia pancia lievita(benche` io sappia x certo di nn essere allergica ne` al glutine, ne` al lievito)! Anche quando la faccio io a casa e lascio lievitare l impasto parecchie ore…Ora vedo questo modo alternativo di far la pizza e lo DEVO assolutamente provare!!! Per ora ti ringrazio e ti faro` sapere!!! Magari la faro`sabato sera! Ciao ciao

    • Ciao Monica, il tuo problema purtroppo è molto diffuso, con questa ricetta non dovresti avere problemi 😉
      In alternativa, se non rimani soddisfatta, ti consiglio di provare con il lievito madre, ha dei risultati sorprendenti 😉

  18. Provata stasera a casa di amici. Risultato eccellente! È piaciuta talmente tanto che ho dovuto fare l impasto 3volte!!!! 🙂 🙂 🙂

  19. letto proprio ora ,sono andata in cucina e’ ho provato facendone la 3 parte cosi’ ho rischiato solo 150 gr di farina ho fatto 7-8 pizzette avevo un po’ di sugo al basilico e provoletta e’ ti diro’ sono buone ,ho messo il latte al posto dell’acqua poi provero’ a fare con calma un impasto un po’ piu’ morbido e con qualche cucchiaio di yougurt ,e ti faro’ sapere grazie ciao lory

  20. Allora ho provato il gusto veramente normale buono come se c’era il lievito però è venuta troppo croccante ho usato latte invece dell’acqua sarà stato il forno? 200 gradi 20 min troppo?

  21. Fatta e rifatta più volte meravigliosa.. adesso che ho imparato è diventata una droga, lievita moltissimo!! Unica pecca è il sapore del bicarbonato.. cmq io aggiungo del limone e dello zucchero perchè è molto più tollerabile.. altrimenti sembra il bretzel tedesco.
    complimenti cmq!

  22. Grazie a te che hai pubblicato questa ricetta mi hai salvato siccome da Maggio mi hanno trovato intollerante a lieviti e uova e non potevo più mangiare la pizza normale ma con questa ricetta sono rinata.

  23. Stasera è la prima volta che l’ho fatta ma il sapore del bicarbonato è forte,quale marca si sente di meno? Io sono allergica,oltre al lievito,anche al latte,uova,olio d’oliva,pomodoro e perciò mi è venuta anche duretta perché ho potuto mettere solo un pochino di olio di girasole! Non è “lievitata” per niente! Come potrei risolvere?Quale condimento secondo te potrebbe mantenerla più morbida?

    • Ciao Francesca,
      io uso il Solvay. Per ammorbidirla un po’, considerate le tue allergie, ti consiglio di provare con una noce di margarina o un pochino di latte di soia. 🙂

  24. Ho provato questa ricetta per ben tre volte con molta soddisfazione. Al posto dell’acqua ho usato sempre il latte e ho aggiunto, come suggerito da qualcuno, un cucchiaino di yogurt bianco e viene molto buona! La cosa bella, oltre a non dover aspettare i tempi di lievitazione, è che questa pizza cucina molto più velocemente della pizza classica. Ho provato sia con il ventilato classico che con la funzione crisp del microonde, sempre con buoni risultati. Con il crisp cuoce in ancor meno tempo!
    Per quanto riguarda la stesura, ho trovato questo impasto meno elastico della pizza classica, quindi persino più facile da stendere.
    Bisogna avere l’accortezza di bucherellare con la forchetta l’impasto steso, per evitare le bolle.
    Il sapore non è ovviamente identico alla pizza lievitata, trovo che sia una via di mezzo fra pane/focaccia/pizza, ma posso assicurare che è molto buono, leggero e non gonfia per niente (io ho molti problemi a digerire la pizza classica). E’ buona anche riscaldata il giorno dopo!
    Isomma la consiglio e vi ringrazio per avermela fatta scoprire.

    • Claudia, non sai quanto ne sono felice!
      E complimenti per le tue personalizzazioni, un tocco personale ad una ricetta la rende unica 😉

  25. Ciao.
    Stasera spinta dalle voglie del marito ho provato a fare questa pizza senza lievito.

    Ho seguito le due dosi sostituendo un terzo della farina con dell’amido di mais (cosa che faccio spesso per conferire agli impasti senza lievito una ulteriore morbidezza).

    Purtroppo la pizza, seppure cotta a puntino, sapeva tremendamente di bicarbonato 🙁

    • Ciao Proudence,
      mi dispiace molto!
      Dipende tanto dalla marca di bicarbonato che usi.
      Per ovviare questo problema puoi o cambiare bicarbonato oppure utilizzare il latte al posto dell’acqua, questo aiuta a contrastare l’amaro del bicarbonato 🙂

  26. ciao bellezza! Stasera la provo a fare con farina di kamut purtroppo ho scoperto di avere mille intolleranze… secondo te se ci metto una crema di zucchine, al posto del pomodoro che non posso, il tofu al posto del formaggio, e il salmone…meglio cuocerla in forno senza niente o posso già mettere gli ingredienti sopra? grazie mille….è che mettendo ingredienti ho paura non si alzi neanche di un mm … 😛 Spero tu riesca a rispondermi prima che io la faccia stasera ^_^ grazie di cuore

  27. Ciao, vorrei fare questa ricetta ma non ho capito se l’impasto devo comunque lasciarlo riposare? O posso subito farcirlo? In forno circa quanto deve cuocere in forno tradizionale? Grazie di cuore!

    • Ciao Milena!
      L’impasto non necessita di tempi di lievitazione, lo puoi farcire subito e infornare come una tradizionale pizza a forno statico 🙂

  28. Ciao,
    interessante questo impasto…lo proverò presto.
    Domanda: se al bicarbonato aggiungessi il cremor tartaro (miscela che utilizzo normalmente per prepararmi muffin e torte anti-intolleranza) potrebbe funzionare?
    Angela

  29. Buongiorno! Ho trovato questo post poco dopo aver acquistato un piccolo mulino per farmi la farina da sola. Mi ha subito incuriosito e ho voluto provare, usando della farina di Kamut. Non é venuta pizza, ma una bella sfoglia croccante che ho comunque apprezzato. Consigli per modificare le dosi con questo tipo di farina? Grazie! Bel blog 🙂 Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.