Crea sito

Hummus di barbabietola

L’hummus di barbabietola e’ un cremoso contorno o stuzzichino, perfetto da gustare spalmato su dei crostini di pane, o da accompagnare a una crudite’ di verdure. Una ricetta sanissima e gustosissima, con un ridottissimo apporto calorico!

Qui in Texas l’hummus e’ molto popolare, ce ne e’ di tutti i tipi! La ricetta base e le varianti piu’ comuni prevedono tutte l’utilizzo dei ceci. Questa ricetta e’ invece a base di sole barbabietole, quindi ancora piu’ leggera. Il procedimento e’ semplicissimo, e potrete personalizzarlo come piu’ vi piace!

Hummus di barbabietola

hummus di barbabietola

Ricetta Hummus di barbabietola, hummus alla barbabietola, contorno con barbabietola, barbabietola al forno

Vino in abbinamento: Riesling (piatto di media struttura con spiccata tendenza dolce, forte aromaticita’ e intensita’, discreta grassezza. Il vino in abbinamento deve essere molto fresco, sapido, con buona intensita’ e persistenza, discreta struttura)

Ingredienti:

  • 2 barbabietole di media dimensione;
  • un cucchiaio abbondante di tahini;
  • uno spicchio di aglio;
  • sale e pepe q.b.;
  • 2 limoni
  • peperoncino in polvere a piacere (facoltativo)

Pelare le barbabietole, tagliare a pezzettoni e cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 30/40 minuti, il tempo necessario a renderle morbide. Nota: potete utilizzare anche le barbabietole bollite, ma il sapore e le proprieta’ nutritive dell’hummus ne risentiranno.

Unire in un mixer le barbabietole, il tahini, l’aglio, il succo dei due limoni. Regolare con sale, pepe e peperoncino a piacimento.

Frullare il tutto, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Se il composto risulta troppo duro, aggiungete altro succo di limone. Se volete invece maggior cremosita’, aggiungete altro tahini.

Ecco pronto il vostro sano e delizioso hummus di barbabietola, da gustare immediatamente! 🙂

Nota: attenzione a maneggiare le barbabietole una volta sbucciate, il succo ha un colore fortissimo che macchia! 😉

Le ricette di Melybea

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *