Involtini di salmone con crema di piselli e Philadelphia

Premessa: questa ricetta non è mia, l’ha creata l’altro cuoco di famiglia, mio figlio Davide (ad oggi 13 anni). Per questo motivo, le dosi non sono per un single ma per 2 persone.

Cercavamo un modo nuovo di preparare il salmone affumicato, che a noi piace molto, e traendo ispirazione dai programmi sui cuochi che vede in TV (in particolare uno di Cannavacciuolo) ha tirato fuori questa cosina molto appetitosa: involtini di salmone con crema di piselli e Philadelphia.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 100 g Salmone affumicato (meglio se selvaggio)
  • 70 g Piselli precotti
  • 50 g Philadelphia
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Latte intero
  • q.b. Pepe in grani

Preparazione

  1. Cominciamo con il preparare la crema di piselli.

    Tutto molto semplice: si mettono i piselli in un contenitore stretto e alto, si aggiunge l’olio e.v.o. e si comincia a frullare con un mixer. I piselli sono abbastanza duri quindi bisogna stare attenti a fare in modo che la crema sia fluida e che non restino tracce di piselli interi.

    Per rendere più fluida la crema, altrimenti non si riesce a far lavorare il mixer come si deve, bisogna aggiungere un po’ di latte. La consistenza raggiunta deve essere quella di una crema spalmabile.

    Preparata la crema di piselli, adagiamo le fettine di salmone in un piatto e condiamole con un po’ di olio e.v.o. e una macinata di pepe in grani.

  2. Dopo aver condito la fettina di salmone si spalma sopra un velo (più o meno sottile, a seconda dei gusti) di formaggio Philadelphia.

     

  3. Su questo velo di Philadelphia si spalma a sua volta un velo di crema di piselli. Anche qui la quantità giusta dipende dal gusto personale.

  4. Unica attenzione che dovrete avere è quella di non mettere troppo Philadelphia o troppa crema di piselli altrimenti quando farete l’involtino le due creme vi usciranno fuori dai lati.

    A questo punto la base è pronta, potete arrotolarla e creare l’involtino. Nell’arrotolarla fate attenzione a non fare uscire dai lati la crema e il Philadelphia.

    Una volta fatti tutti gli involtini il piatto è quasi pronto per essere servito. Dico “quasi” perché il risultato migliore si ottiene mettendo gli involtini nel forno a microonde per una decina di secondi, in modo da intiepidirli leggermente.

  5. Buon appetito da me e Davide!

Note

Senza categoria
Precedente Risotto alla milanese light

Lascia un commento