Tonno di coniglio con aglio e salvia

Tonno di coniglio con aglio e salvia

Tonno di coniglio con aglio e salvia

Preparazione: 20 minuti (più il tempo di riposo di 10 ore) Cottura: 45 minuti

La ricetta del tonno di coniglio con aglio e salvia è davvero semplice, golosissima e perfetta se la preparate il giorno prima. Perfetta, quindi, anche per non arrivare all’ultimo momento con tutta la cena se avete ospiti a casa.
Avevo letto come prepararlo qualche tempo fa nell’Enciclopedia della cucina italiana, da quel giorno l’ho fatto varie volte perché mi piace tantissimo. Potete servire il vostro tonno di coniglio con aglio e salvia come antipasto, accompagnato a crostini o a cubotti di focaccia, oppure come secondo piatto accompagnato da qualche verdura di stagione.
Allora… vi ho incuriositi??? Dai, è facilissimo!!! Venite a scoprire nella mia cucina come prepararlo!

Ingredienti (per 4 persone):
  • 1 coniglio già pulito
  • 2,5 dl di brodo vegetale
  • 3 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di salvia
  • 2 dl di olio evo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:
Non ci vuole molto per preparare il tonno di coniglio con aglio e salvia.
Lessate innanzitutto il coniglio nel brodo bollente per 45 minuti.
Sgocciolatelo, fatelo intiepidire, disossatelo e tagliate le parti più grandi a filetti.
Sbucciate l’aglio e affettatelo; lavate le foglie di salvia.
Ungete una terrina con 2 cucchiai di olio, unite l’aglio e qualche fogliolina di salvia, distribuitevi sopra uno strato di coniglio, salate e pepate premendo bene la carne in modo da non lasciare spazi vuoti.
Ripetete le stesse operazioni fino a esaurire tutti gli ingredienti, tenendo per la parte superiore i filetti migliori.
Irrorare il tonno di coniglio con aglio e salvia con l’olio rimasto, coprite e lasciate riposare per 8-10 ore in un luogo fresco, aggiungendo altro olio ogni volta che il precedente verrà assorbito, quindi servite.

Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

Tonno di coniglio con aglio e salvia

Precedente Ciambella al pesto Successivo Ossibuchi alla casalinga

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.