Crescia pasqualina

Crescia-pasqualina-Slider-1200x1200RedmondCrescia pasqualina

La crescia pasqualina è tipica della regione delle Marche. In realtà ho scoperto che ci sono moltissime varianti nella preparazione della crescia: nel Fabrianese, ad esempio, si prepara con farina di mais e si accompagna al grasso di maiale prendendo il nome, appunto, di crescia onta (unta). La Spianata di Frontino, nella stessa regione, prevede l’aggiunta nell’impasto di ricotta. In tutta la Regione, poi, durante la stagione del maiale (che va da novembre a gennaio) la crescia può essere condita con ciccioli, lardo e strutto. Insomma, quando ho chiesto la ricetta della crescia ho trovato moltissime varianti: per questa crescia pasqualina mi sono affidata a un volume relativo alle focacce dell’Enciclopedia della cucina italiana e a noi è piaciuta così tanto che poi l’ho riproposta sempre nello stesso modo.

In questa ricetta la cottura della crescia pasqualina è avvenuta nella pentola multifunzione della Redmond, con la quale mi trovo benissimo: basta impostare il programma per “Prodotti da forno / Pizza” e, in un’ora, la vostra crescia pasqualina sarà pronta. Se non avete la pentola multifunzione potete utilizzare il forno tradizionale secondo i tempi e la temperatura che indicherò più sotto.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 510 g di farina
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 50 g di burro
  • 1 dl di olio evo
  • 1,5 dl di latte
  • 5 uova
  • 60 g di lievito di birra
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Per preparare la crescia pasqualina, fate innanzitutto sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido (non caldo, mi raccomando!).

Setacciate 500 g di farina in una terrina, disponetela a fontana e versatevi al centro le uova, il parmigiano e il pecorino grattugiati, il latte con il lievito, l’olio, il burro fuso e un pizzico di sale e di pepe.

Lavorate il tutto con le mani, fino a ottenere un impasto morbido ed elastico.

Formate con l’impasto una palla, mettetela in una ciotola infarinata e copritela con un telo. Lasciate lievitare la pasta per 3 ore in un luogo tiepido.

Procedete alla cottura:

  • Se utilizzate il forno tradizionale, ungete con poco olio una pirofila dai bordi alti e trasferitevi l’impasto. Passate la crescia pasqualina nel forno già caldo a 200° e cuocetela per circa 45 minuti.
  • Se utilizzate la pentola multifunzione della Redmond, mettete l’impasto nella ciotola senza ungerla e impostate il programma “Prodotti da forno / Pizza” della durata di 1 ora.

A cottura ultimata, sfornate la crescia pasqualina, lasciatela intiepidire o servitela a temperatura ambiente accompagnata, a piacere, con salumi, formaggi oppure uova sode.

Precedente Ciambella alle olive Successivo Panini brioche con uvetta

10 commenti su “Crescia pasqualina

  1. AvatarAna Amalia il said:

    Sai che mia nonna era marchigiana, e faceva una cosa molto simile, la chiamava nel suo dialetto nn so come, ma era buonissima! !! Mi tenta la tua ricetta, poi con questa pentola, penso sarà molto più prattica!!!! Brava!!!!

    • AvatarMartolina in cucina il said:

      Grazie carissima, sì la Redmond è davvero eccezionale e la crescia pasqualina cotta al suo interno… stupendaaaa!

  2. AvatarPaola il said:

    La pentola Redmond? Una “pacchia”!!! Risultato sicuro, in tranquillità… mi ispira la crescia pasqualina! Paola

  3. Avatarnadia il said:

    Non conoscevo la Redmond, ma se tutte le pietanze escono cosi…..
    e i tempi di cottura si dimezzano, ora con il poco tempo che abbiamo a
    disposizione è da acquistare…

  4. AvatarMarisa T il said:

    Ma che meraviglia questa ricetta Martolina e realizzare le tue prelibatezza con la pentola multifunzione Redmond è veramente super comodo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.