Pan di ramerino

DSCF8665

La ricetta che vi proponiamo oggi è quella di un pane dolce-non dolce tipico della tradizione fiorentina. Questo pane, infatti, ha antichissime origini ed è un dolce tipicamente pasquale anche se oggi lo si può ritrovare nelle panetterie o nelle pasticcerie del centro anche durante tutto l’anno. Fatto di semplici e pochi ingredienti è morbido e profumatissimo grazie alla presenza del rosmarino. Sembra che questo pane si stato realizzato per la prima volta in epoca medievale proprio per il giovedì santo prima di Pasqua. Ben chiari dunque i possibili riferimenti allegorici presenti nel nostro dolce panino: l’uva simbolo cristiano di vita insieme al grano e il rosmarino sembra che fosse credenza comune servisse a tenere lontani gli spiriti maligni, senza contare tutti i tagli a croce fatti sulla superficie. Devo essere sincera non ho mai avuto occasioni in tutti questi anni di assaggiarlo anche se sono sempre stata molto tentata ma come dire a Pasqua ci sono sempre così tanti dolci che…Dunque l’ho fatto proprio per provarlo! Eco la ricetta:

Ingredienti:

  • Per il lievitino: 25 g di lievito di birra, 1/2 cucchiaio di miele , 120 g di farina 00, 40 g di farina multicereale, 120 ml di acqua tiepida.
  • Per l’impasto: lievitino, 250 g farina 00, 80 circa di farina multicereale, 30 g di olio evo, 300g uvette, un rametto di rosmarino, 100 g di zucchero di canna, 100 ml di acqua (se necessario).
  • Per lo sciroppo: 150 g di zucchero bianco, 150 g di acqua.

La sera prima preparate il lievitino: in una capiente ciotola sciogliete il lievito con mezzo cucchiaio di miele di acacia con l’acqua tiepida e unire poi le farine. Mescolate bene il tutto e fate riposare il tutto ricoperto da pellicola. La mattina successiva prima ammollate le uvette nel brandy e poi  in un’altra ciotola miscelate le farine, lo zucchero e unite le uvette, gli aghi di rosmarino tagliati finemente, il lievitino e impastate se necessario aggiungete acqua. Formate una bella palla e lasciate lievitare in un recipiente coperto per 2 h. Dopo tale tempo riprendere l’impasto fare le pieghe del pane e lasciate lievitare ancora per un’ora. Forma dei panini da 105g l’uno e spennellali con un uovo sbattuto e lascia riposare per 20′. Effettua i tagli sulla superficie: tre orizzontali e tre verticali incidendo bene e spennella di nuovo. Inforna a 180°C e cuoci per 20′. Nel frattempo prepara lo sciroppo: poni in un pentolino 150 g di zucchero e 150 g di acqua e fai bollire il tutto per 10′. Quando i panini saranno pronti sfornateli e spennellate con lo sciroppo.

NOTA: la ricetta originale prevede che l’olio di oliva venga fatto cuocere e non fritto insieme al rosmarino e in alcune ricette anche alle uvette, io ho preferito non farlo. Se volete dare più profumo al pane potete mettere qualche giorno prima il rosmarino a “macerare” nell’olio.

Con questa ricetta partecipiamo alla 6° raccolta della Cascata dei sapori

DSCF8669DSCF8673DSCF867812092691_10207874523765079_1190049897_n

Precedente Torta vegan al cioccolato per Crazy Taste and lab Successivo Crostata yogurt, prugne e noci