Oggi cucino il “maccu”

chef-anim-chef-cook-food-smiley-emoticon-000273-large

DSCN1874

l “maccu” di fave col finocchio selvatico, un piatto tradizionale della cucina povera siciliana a base di fave secche sgusciate, cotte e ridotte in purea. Il nome “maccu” viene dal latino “maccare” che significa frantumare. Il …maccu si può mangiare con gli spaghetti spezzettati, i tubetti o gli straccetti di pasta fresca, ma è buono anche da solo. Se ne avanza è ottimo fritto a striscioline. Questo è un piatto che i giovani non cucinano più, ci vuole tempo e pazienza per sgusciare le fave, però lo apprezzano e i ristoranti di cucina tipica lo propongono come una prelibatezza..

per quattro persone :

250 gr. di fave secche

due scalogni,

del finocchio selvatico

sale, olio, pepe

Mettete a bagno le fave in acqua calda ad ammollare, dopo due ore togliete loro la buccia e cuocetele in una nuova acqua insieme al finocchietto e ai cipollotti per circa un’ora e mezza, rimestandole spesso per sfrantumarle fino a ridurle quasi una purea.

Se volete mangiarle così aggiungete del pepe nero e dell’olio di oliva, altrimenti allungate con dell’acqua e metteteci della pasta minuta, portate a cottura aggiustate di sale,mettete l’olio e una presa di pepe nero e il vostro “maccu” è pronto.