TORTA ARCOBALENO PER IL SICILIA QUEER FILMFEST

La torta arcobaleno è un dolce a sei strati ciascuno di un colore diverso che ricorda quelli dell’arcobaleno. Credo non esista ad oggi un dolce più dichiaratamente QUEER di questo!

Cos’è QUEER? “Il termine “queer” investe un piano semantico che condensa dentro di sé sia il concetto di trasversalità che di diversità. Il SICILIA QUEER, l’unico festival cinematografico internazionale a tematica queer in Sicilia (nonché in una ancora più ampia area centromediterranea), che si propone attraverso il mezzo audiovisivo di promuovere il contrasto alla discriminazione sociale, di diffondere la cultura della diversità (di orientamento sessuale, di pensiero, di modi di vivere, ecc.), e una maggiore presa di coscienza dell’apporto positivo legato alle differenze.”

Dal 24 maggio al 1 giugno torna a Palermo la settima edizione del Sicilia Queer Filmfest. Le varie attività si svolgeranno tra i Cantieri Culturali alla Zisa e il Cinema Rouge et Noir. Numerosi film in concorso nella sezione lungometraggi Nuove Visioni e nella sezione di corti Queer Short, opere fuori concorso nella sezione Panorama Queer, una personale dedicata al regista americano Gabriel Abrantes, e poi il cinema d’animazione, i laboratori per bambini, le letterature queer, il premio teatrale dedicato a Nino Gennaro, un omaggio al performer Franko B e altro ancora.

Una Summer School (dal 22 al 27 maggio) sarà occasione di dibattito teorico sugli studi queer e un workshop teorico-pratico sul cinema (dal 2 al 9 giugno, tra Palazzo Branciforte e i Cantieri Culturali alla Zisa) sarà condotto da Claire Simon, una delle più importanti registe del panorama internazionale.

Maggiori informazioni sulla PAGINA FACEBOOK!

rainbow cake-torta arcobaleno con solo albumi
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    1 ora
  • Cottura:
    2 ora
  • Porzioni:
    20 fette
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Albumi (a temperatura ambiente) 400 g
  • Cremor tartaro 8 g
  • Zucchero 500 g
  • Burro 300 g
  • Farina 00 500 g
  • Fecola di patate 100 g
  • Latte 160 ml
  • Acqua 200 ml
  • Lievito in polvere per dolci 1 bustina
  • Baccello di vaniglia 1
  • Coloranti alimentari (in polvere i in gel*) q.b.

Per la crema

  • Latte 400 ml
  • Panna fresca liquida 500 ml
  • Farina 00 70 g
  • Zucchero 85 g
  • Gelatina in fogli 12 g
  • Baccello di vaniglia 1
  • Zucchero a velo 100 g

Vi serviranno

  • teglie in alluminio (21-22 cm) 6
  • ciotole medie 6
  • Burro q.b.
  • Farina q.b.

Preparazione

  1. torta arcobaleno con crema al latte

    *Per la torta arcobaleno vi serviranno 6 colori: viola, blu, verde, giallo, arancio e rosso (li ho messi nell’ordine dal basso in alto)

    Per un lavoro ben organizzato procedete assolutamente in quest’ordine:

    • -Imburrate e infarinate le teglie
    • -Distribuite i colori nelle ciotole
    • -Preparate l’impasto

    Iniziate tirando fuori dal frigorifero il burro e tagliatelo a pezzetti, in questo modo si ammorbidirà più facilmente.

    Per imburrare le teglie sciogliete circa 50 g di burro. Spennellate e infarinate ogni teglia. Tenete da parte.

    Distribuite i colori in ogni ciotola e diluite ogni colore con 20 g di acqua presi dal totale (quindi ne rimangono 80 g).

    Pesate la “ciotolona” dove andrà tutto l’impasto delle torte e scrivetelo su un foglietto! (Per comodità continuerò a chiamarla “ciotolona”)

    Montate gli albumi in planetaria (o fruste) con il cremor tartaro. Quando sono a neve ferma metteteli nella “ciotolona”

    Miscelate le farine con il lievito. Aprite la bacca di vaniglia, prelevate i semini e metteteli nel latte.

    Adesso montate il burro con lo zucchero fino a renderlo cremoso e spumoso (se in planetaria usate la foglia). Continuate a montare alternando le farine, il latte e gli 80 ml di acqua.

    Se lavorate con la planetaria, mettete al minimo e unite anche gli albumi montati a neve, altrimenti aiutatevi con un cucchiaio di legno o un leccapentole.

    Rimettete tutto l’impasto nella “ciotolona” e pesatelo. Al peso ottenuto, adesso togliete il peso della ciotola. In questo modo saprete quanto pesa esattamente l’impasto! Ora dividete per 6! Otterrete un numero intorno a 325 g.

    Accendete il forno a 165 °C.

    Mettete in ogni ciotola col colore, lo stesso peso al milligrammo, in modo da avere alla fine sei strati tutti uguali.

    Man mano amalgamate delicatamente l’impasto al colore uniformando il tutto.

    Versate ogni composto colorato nelle teglie e livellate delicatamente.

    Infornatene due alla volta. Cuocete per circa 25 minuti, sfornatele, infornatene altre due e così fino alla fine.

    Fatele raffreddare completamente.

    Nel frattempo preparate la crema. Ammollate la gelatina in 60 g di acqua fredda.

    Fate bollire il latte con i semini della bacca di vaniglia e anche la bacca vuota (la toglierete alla fine)

    In una casseruola miscelate la farina con lo zucchero, unitevi il latte caldo, rimettete sul fuoco e fate addensare. Spegnete, strizzate la gelatina e unitela alla crema. Mescolate incorporandola e fate raffreddare coprendo con la pellicola “a pelle”.

    Quando sarà fredda date una mescolata vigorosa riportandola cremosa e senza grumi. Montate la panna fresca unita allo zucchero a velo, fino a una consistenza tipo yogurt, quindi densa ma non troppo montata.

    Unite la panna alla crema e amalgamatela fino a ottenere una crema leggera e spumosa (mescolate incorporando dall’alto verso il basso).

    Riprendete le torte. Prendete un vassoio e mettete al centro un po’ di crema. Sistematevi sopra la base VIOLA e farcitelo con uno strato di crema di circa mezzo centimetro. Continuate con lo strato BLU, continuate con quello VERDE, poi GIALLO, ARANCIO e infine ROSSO.

  2. Mettete la torta così sistemata in frigorifero per circa tre ore. Io vi consiglio di lasciarla tutta la notte.

    Riprendete la torta arcobaleno dal frigorifero e ricopritela con la crema prima ai lati e infine sopra, cercando di dare un aspetto il più liscio e regolare possibile. Rimettete in frigorifero per qualche ora. Decorate a piacere con”diavoletti” colorati.

Note

Con il taglio la crema è rimasta schiacciata tra gli strati ma c’è, come si vede dalla foto della torta “nuda”! 😀

 

Lascia un commento