MARMELLATA DI AMARENE FATTA IN CASA

La marmellata di amarene è la marmellata! Quella che porta alla mente il monello, la monella di turno, beccati a leccarsi il dito mentre il resto del viso rivela la marachella! 🙂

Lo so, lo so, si dice confettura di amarene, ma provate a dire “pane e confettura”! Naaaaa….. cosa c’è di più buono, genuino e giusto di “pane e marmellata”? 🙂

marmellata di amarene
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    1 ora
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 vasetti medi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Amarene (già denocciolate) 1 kg
  • Zucchero 700 g

Preparazione

  1. confettura di amarene

    Lavate le amarene sotto un getto di acqua corrente, asciugatele sommariamente ed eliminate il nocciolo.

    Mettetele in una pentola con lo zucchero e mescolate. Lasciate riposare almeno un’ora, oppure tutta la notte se volete ottimizzare lavoro in due giorni.

    Mettete la pentola sul fuoco e portate a ebollizione. Fate cuocere e quando vedrete appassire i frutti, date un paio di colpi di minipimer, il frullatore a immersione.

    Fate sobbollire e quando vedrete che la marmellata comincia ad inspessirsi controllatene la densità. Dovrà velare il cucchiaio, oppure mettetene un po’ in un piattino e provate a farla scivolare, se si “ferma” quasi subito la marmellata di amarene è pronta. NON superate di molto questi tempi indicativi di cottura, o raffreddandosi la confettura risulterà troppo dura 😉

    Versate la marmellata ancora bollente nei vasetti e richiudete. Fate raffreddare a testa in giù.

    Quando i barattoli saranno freddi, controllate che si sia formato il sottovuoto. Il tappo premuto al centro non dovrà fare “clic clac”, e sarà ben “risucchiato all’interno.

    E ora pane e marmellata di amarene! 🙂

 

Lascia un commento