Lo sfincione palermitano

Share:
Condividi

sfincione palermitano

Lo sfincione è un classico della cucina palermitana, ne ho già proposto due versioni, una veloce e un’altra “travestita” da finger food, velocissima.

Quella di oggi è la versione tradizionale, quella che solo il profumo, “u’ ciavuru“, ti allarga il cuore e ti apre l’appetito (se mai ce ne fosse bisogno :P)

Vi parlerò solo della preparazione del condimento dello sfincione, perchè la base è un semplice impasto per la pizza, solamente steso nella teglia con uno spessore maggiore e fatto lievitare una seconda volta per un’altra mezz’oretta una volta spianato. Se volete provate questo impasto con la ricotta, o l’impasto di Bonci che si presta molto o questo degli sfincionelli che è PERFETTO!

condimento sfincione palermitano

LO SFINCIONE PALERMITANO

Ingredienti

4 grosse cipolle

una decina di sarde salate sott’olio

1 kg di polpa di pomodoro (pelati)

un bicchiere di olio extravergine d’oliva

2 cucchiai di estratto di pomodoro

2 cucchiai di zucchero

q.b. di caciocavallo stagionato grattugiato

100 g di caciocavallo stagionato intero

q.b. di pangrattato

impasto per pizza di un chilo di farina

ricetta sfincione palermitano

Sbucciate le cipolle e affettatele sottilmente. Fatele stufare in un tegame aggiungendo l’acqua sufficiente ad inzupparle, ma non ricopritele. Quando tutta l’acqua sarà evaporata e le cipolle risulteranno appassite (v. foto)  potete aggiungere l’olio (naturalmente se vi sembrano perfette ma c’è ancora dell’acqua, eliminatela).

Fate soffriggere le cipolle con l’olio e aggiungete i filetti di sarde salate sgocciolate, che pian pianino si scioglieranno. A questo punto versate la polpa di pomodoro o i pelati spezzettati, l’estratto di pomodoro sciolto in una tazza d’acqua tiepida o poco più, due cucchiai colmi di zucchero, aggiustate di sale (prima assaggiate, le sarde salate apportano molto gusto) e pepate leggermente.

Portate a bollore, abbassate la fiamma e fate sobbollire per tre ore almeno, il segreto di un buon sugo per lo sfincione sta tutto nella cottura, che deve essere lunga, ma a fiamma bassissima. Ogni tanto date una controllata e mescolate.

Fate intiepidire, meglio raffreddare il condimento per lo sfincione.

Stendete l’impasto già lievitato nelle teglie, o placca del forno e una teglia, e fate lievitare una mezz’oretta (nel frattempo accendete il forno a 250°C. Inserite nell’impasto steso tanti pezzetti di caciocavallo, cospargete con un po’ di caciocavallo grattugiato, e coprite tutto con abbondante condimento per lo sfincione. Cospargete con una bella manciata di pangrattato, un filo d’olio e infornate.

Dopo circa mezz’ora probabilmente vi busseranno i vostri vicini attirati dal profumo dello sfincione, ignorateli o, se ne avete preparato a sufficienza e sono vicini simpatici, invitateli a gustare il vostro sfincione :D

Dunque… dopo una mezz’ora in forno lo sfincione dovrebbe essere pronto, controllate che sia ben dorato sotto e sfornatelo.

ATTENZIONE per gustare al meglio lo sfincione , servitelo tiepido o appena raffreddato. Provate e fatemi sapere ;)

Print Friendly
Vota questa ricetta:
Lo sfincione palermitano
  • 4.50 / 55

22 pensieri su “Lo sfincione palermitano

  1. urka! che meraviglia Lori ;-) certo che anche lì in sicilia avete dei profumi e dei sapori che… mmmmmmm….
    durante l’unica vacanza che ho trascorso nella vostra bella isola mi sono portata a caso un ricarico di bagaglio di 3 kg ma non nelle valigie, addosso a me!!!!! ha ha ha ha ha

  2. Questo condimento per la pizza dev’essere fenomenale davvero. Settimana prossima sono in ferie e avrò il tempo di provarlo.
    Buona giornata cara!
    Babe

  3. 3 ore di cottura è un tempo da te consigliato o è confermato anche in altre ricette magari più inflazionate e meno gustose?
    Comunque lo farei adesso se potessi, ma non ci metterò molto;-)))

    • Ciao Stefano, per la verità non so le altre ricette, così è come lo fa mia madre e anch’io mi trovo bene, in ogni caso le cotture lente sono le migliori per i sughi… Si può sempre velocizzare con le altre ricette che ho menzionato, ma il mio sfincione è questo ;) Provalo e fammi sapere! :)

      • Provato stasera, buonissimo. Ho seguito passo passo le tue indicazioni ed è stato un successo!
        Grazie mille, sarò un ulteriore ambasciatore di questa tua ricetta…

        • Non sai quanto mi faccia felice il tuo commento!!! Questo è uno dei motivi dell’esistenza del mio blog, raccontare e spiegare la mia cucina perchè gli altri (e un giorno i miei figli) possano riproporla con successo! :D

  4. sento “u sciaviro” di questo meraviglioso piatto.
    Quanti ricordi bellissimi! Grazie di postare queste ricette.
    Anna

  5. Da Buon Palermitano credo che questa ricetta sia tra le più buone in assoluto.
    Consiglio a tutti quelli del Norde…..:) di provare questa autentica e tipica ricetta palermitana.
    E vi consiglio di visitare una volta nella vita questa meravigliosa terra.
    Salvo…

    • Grazie mille! Sei un perfetto sponsor della sicilianità, che dico… della palermitudine!!!! ^_^
      Torna a trovarmi :)

    • Va benissimo anche meno, l’importante che si restringa al punto giusto… anch’io dimezzo i tempi quando vado di fretta, e esce sempre ottimo! ;) Buon appetito e buona Pasquetta! :D

  6. Ciao complimenti ricetta gustisissima provata :).
    Volevo chiederti una volta cucinato il condimenti,sarà pissibile congelarlo?
    Grazie.

  7. salve,mi chiamo cettina sono di palermo ad oggi le tue ficette per me sono le migliori che ho trovato,ti volevo chiedere se potevi pubblicare la ricetta dei cannoli siciliani…..grazie e ciao.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>