Melanzane sott’olio (ricetta a crudo)

melanzane sott'olio
Melanzane sott’ olio

Con questa ricetta che mi è stata insegnata da una nonnina calabrese vi lascio il metodo di cottura a crudo per gustare le nostre tanto amate melanzane in qualsiasi momento dell’anno.

Ammetto che la mia famiglia le ha per anni cotte e tagliate a fettine, poi un giorno in vacanza nella mia amata Santa Maria del Cedro una tanto, gentile signora calabrese (che per noi poi è diventata una dolce nonnina) ci ha fatto vedere come lei le conservava.

Una volta assaggiate è stato al primo morso.

Ammetto anche che, ho impiegato diversi anni per arrivare farle proprio come quel primo morso..

Ma senza troppe chiacchiere veniamo alla ricetta che qui e nella misura di tre sole melanzane ovviamente voi dovrete poi aumentare le dosi in base alle vostre esigenze.

Vi lascio in breve una piccola guida che vi può essere utile.
3 melanzane
2 bicchieri da vino di aceto bianco
4 bicchieri di acqua

In pratica per ogni bicchiere di aceto ci vogliono due di acqua.

3 kg di melanzane
1 bottiglia di aceto
2 bottiglie di acqua

Per un barattolino da 300 gr circa

3 melanzane
sale fino
2 bicchieri da vino di aceto bianco
4 bicchieri da vino di acqua

2 spicchi di aglio
1 peperoncino
olio di girasoli

Preparazione

La prima cosa da fare e lavare per bene le melanzane, togliere la buccia nera, tagliarla a fettine e poi ancora a fiammifero.
Io le lascio per tutta la loro lunghezza.

A questo punto bisogna metterle in una scola pasta che sarà stato posizionato in una ciotola più grande e tra uno strato e un altro aggiungere del sale fino.

Una volta terminato di tagliare coprite con un piattino e aggiungete dei pesi sopra ad esempio una pentola piena di acqua.

Per tre melanzane il tempo sarà più breve (3/4 ore sotto sale)
Per 3/4 kg invece anche tutta la notte.

Questo procedimento serve per eliminare l’amaro dalle melanzane
Trascorso il tempo andranno smosse e messe in una ciotola a cui andrà aggiunto acqua e aceto, nelle proporzioni sopra descritte.

Anche qui il tempo è diverso per tre melanzane basteranno anche 3/4 ore.
Per 3/4 kg intorno alle 6 ore.

A questo punto nel frattempo che si procede alla seconda macerazione provvedete a pulire e sterilizzare i barattoli con le capsule, lavandoli per bene e facendoli bollire, e preparate l’aglio e il peperoncino tagliato molto molto piccolo.

Una volta scaduto il tempo si dovrà procedere al lavoro vero e proprio, si dovranno strizzare per bene le melanzane.

Io mi faccio aiutare dal mio braccio destro un piccolo tornio, ma in mancanza andrà bene anche uno schiacciapatate.

A mano a mano che si strizzano sistematele in una ciotola capiente aggiustate sale se serve e condite con olio e le spezie preparate.

Le melanzane devono prendere sapore quindi io le lascio a riposo anche un oretta.

Trascorso il tempo le metto nei barattoli, aggiungendo olio.

A questo punto se avete fatto tante conserve vi conviene pastorizzare portando i barattoli nuovamente a bollore.

Ricordate di mettere i vasetti in una pentola con dei canovacci, cosi da non farli cozzare, riempite di acqua fredda e portate di nuovo a bollore, lasciate cuocere una decina di minuti, molti dicono anche 30

A questo punto io lascio raffreddare nella stessa acqua.

Ecco a questo punto la vostra conserva di melanzana pronta e disponibile per tutto l’inverno.

Precedente Salame di cioccolato (ricetta senza uova) Successivo Cupcake al Mars