Crea sito

Vellutata di broccolo romanesco con profumo di Fava Tonka

Ho scoperto per caso questa spezia cercando un baccello di vaniglia in un negozio specializzato. Mi hanno fatto annusare la fava tonka e il suo profumo vanigliato mi ha inebriato! La fava tonka sostituisce la vaniglia in preparazioni dolci e salate. Si presenta con un aspetto simile alla noce moscata, infatti va grattugiata nella preparazione verso la fine cottura e soprattutto in dosi minime perché ha un profumo e sapore molto potente e addirittura, in dosi eccessive (si parla di 1 intera in un giorno) può essere tossica.

Questa vellutata è fatta con questo “cavolo” detto broccolo romanesco che ha un gusto particolare, ma potete sostituirlo anche con un normale cavolfiore.

Ingredienti per 4 persone

600 gr di broccolo romanesco già pulito

Aglio, peperoncino, sale, olio di oliva

100 ml latte

Acqua

Fava di Tonka o baccello di Vaniglia

Lavate e tagliate a pezzetti il broccolo, farlo rosolare in olio con 1 spicchio di aglio e 1 peperoncino.

Togliere aglio e peperoncino e aggiungere acqua calda fino a 2 cm sopra il broccolo, salare e cuocere circa 20/25 minuti.

Togliere l’acqua in eccesso e frullare bene, quindi aggiungere il latte e far bollire alcuni minuti, aggiungendo verso fine cottura una grattatina di Fava di Tonka, stando attenti a non eccedere perché ha un sapore molto intenso e più marcato della vaniglia. In alternativa si può profumare la vellutata con la metà di un baccello di vaniglia raschiandone l’interno.

Servire tiepida decorata con chicchi di melograno, foglioline di timo e pane tostato.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 25/30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.