Pucce salentine alla pizzaiola

Le pucce salentine sono dei panini rustici molto saporiti e stuzzicanti che non hanno bisogno del companatico in quanto sono già arricchiti con olio, olive, pomodoro e cipolla: una vera specialità della tradizione contadina del Salento. Le pucce salentine venivano preparate con i pochi ingredienti a disposizione in casa e consumate nei campi durante le pesanti giornate lavorative.  Io le propongo alla pizzaiola, versione che mi è stata suggerita da Elena..ecco la ricetta.
Pucce salentine blog il mio saper fare

Pucce salentine alla pizzaiola

Ingredienti:
Pucce salentine blog il mio saper fare
  • 350 g di farina 00
  • 150 g di farina manitoba
  • 320 g di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 120 g di olio evo
  • 6 g di lievito di birra
  • 20 g di sale
  • olive nere q.b.

Procedimento:

Pucce salentine blog il mio saper fare

  1. In una ciotola mescolare le farine e unire la passata di pomodoro, l’olio evo e il lievito
  2. Impastare energicamente a mano o con una planetaria, dopo un po’ aggiungere le olive denocciolate , la cipolla affettata e il sale. Continuare ad impastare sino ad ottenere un composto ben amalgamato.
  3. Far lievitare per più di 2 ore (deve raddoppiare il volume) coperto da un canovaccio pulito in un luogo tiepido.
  4. Infarinare il piano lavoro e adagiare l’impasto che va diviso in pezzi (vedi foto).
  5. Disporre i pezzi di impasto sulla teglia infarinata o rivestita da carta forno. Far lievitare nuovamente per circa 1 ora.
  6. Appena avranno raddoppiato il volume  cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 25 minuti, devono risultare ben dorate.
  7. Sfornare e far intiepidire

Pucce salentine blog il mio saper fare

Pucce salentine blog il mio saper fare

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazie!!

standart-facebook-ico

 

 

27 thoughts on “Pucce salentine alla pizzaiola

  1. Ciao! Che piacere trovare il tuo blog ^_^ Mi piace molto! Proverò sicuramente questa ricetta con il lievito madre visto che non posso usare quello di birra!
    Passa a trovarmi se ti va.
    Un saluto dalla Cucina di Lilla

    • loti64 il said:

      Ciao e benvenuta 🙂
      Al post della passata aggiungi acqua..deve risultare un impasto non troppo sodo quindi regola la quantità di acqua un po’ per volta. Un bacione 🙂

  2. rosa guastamacchia il said:

    ma la farina manitoba bisogna usarla necessariamente ?
    non l’ho mai acquistata e come userei quella che avanza?grazie

  3. Arianna il said:

    Aiutinoooo! Ho seguito alla lettera ingredienti. È giusto che impasto risulti un pò appiccicoso? Finite le prime due ore di lievitazione integro con piccola quantità farina o va bene così? Grazie mille Arianna

  4. Renato il said:

    E come si fa a non provare questa delizia che mi era del tutto sconosciuta? Grazie Marisa, proprio una bellissima ricetta e non sembra nemmeno difficile da preparare.

  5. paola il said:

    Grazie per questa bellissima ricetta,solo questa mattina sono riuscita ha provarla e devo dire che il risultato è sorprendente. L impasto è di una morbidezza incredibile considerando che è facilissimo da realizzare.complimenti, proverò altre tue ricette

  6. maria il said:

    le tue ricette sono ottime,soprattutto perchè ricche di verdure anche se qui non hanno quel profumo che io sento quando vado al mercato a Molfetta a comprarle.Sei stata a Londra com’è andata spero bene,un caro abbraccio maria

Lascia un commento