Latte di soia fatto in casa con Estrattore Imetec SuccoVivo

Latte di soia fatto in casa: facile, economico, senza addensanti e conservanti!  Il latte di soia è una bevanda vegetale ottenuta dai fagioli di soia, rappresenta una valida alternativa al latte vaccino, è ricco di tante proprietà benefiche, leggero, poco calorico e molto digeribile , ideale per chi è intollerante al lattosio o segue un regime alimentare vegano.  Si trova in commercio ad un costo leggermente sostenuto  e per questo conviene l’autoproduzione casalinga. Ho realizzato facilmente il latte di soia fatto in casa seguendo piccoli accorgimenti e utilizzando l’estrattore Imetec SuccoVivo  con filtro a maglia sottile che mi ha permesso  di ottenere l’okara,  cioè la polpa di soia ricca di proteine con la quale è possibile preparare tante ricette.  Per il latte di soia fatto in casa va utilizzata la soia gialla. Vediamo insieme come procedere 😉

Latte di soia fatto in casa con Estrattore Imetec SuccoVivo il mio saper fare

Latte di soia fatto in casa con estrattore  Imetec  SuccoVivo

Ingredienti per circa 500 ml di latte di soia

  • 1 litro di acqua
  • 100 g di soia gialla secca

Procedimento:

Latte di soia fatto in casa il mio saper fare

  1. Lavare sotto acqua corrente la soia gialla, metterla in una ciotola capiente, aggiungere  1 litro di acqua e far stare in ammollo per  circa 36 ore  avendo cura di cambiare spesso l’acqua
  2. Trascorso il tempo necessario per l’ammollo, sciacquare bene la soia, trasferirla in una pentola capiente coperta di acqua, far cuocere a fuoco medio,  calcolare circa 10 minuti dal bollore e scolarla. Far raffreddare. Questa operazione si potrebbe evitare, ma è conveniente se si vuole eliminare il sapore di “fagiolo” tipico della soia
  3. In una ciotola aggiungere la soia e 1 litro di acqua
  4. Montare  il filtro a maglia sottile, chiudere il beccuccio, posizionare i contenitori per lo scarto e per il latte, azionare l’estrattore e con un mestolo versare  un po’ per volta l’acqua con la soia sino ad esaurimento.  Aprire il beccuccio per raccogliere il latte di soia estratto
  5. Lo scarto ottenuto, che sarebbe la polpa della soia chiamata okara, va conservato in frigo per pochi giorni e utilizzato per varie ricette
  6. Il latte di soia estratto va filtrato prima con un colino e poi con un canovaccio di cotone pulito
  7. Trasferire il latte di soia ben filtrato in una pentola, portare a bollore a fuoco medio, far sobbollire per circa 30 minuti schiumando se necessita.
  8. Far raffreddare il latte di soia fatto in casa, filtrarlo nuovamente con un colino, travasarlo in una bottiglia di vetro e conservarlo in frigo per circa 3 giorni. Possiamo aromatizzare il latte di soia con la vaniglia o la cannella, dolcificarlo con lo zucchero di canna o con  sciroppo d’agave oppure lasciarlo al naturale.
  9. Con il latte di soia al naturale si può realizzare la ricotta, il tofu, la panna per cucina, la besciamella

Per tornare alla HOME 

Per non perdere le nuove ricette seguimi anche su Facebook  QUI

 
Precedente Torta invisibile di zucchine ricetta salata facile Successivo Torta di carote con farina di mandorle ricetta senza burro

Lascia un commento