Rose di patate con pasta sfoglia

Le “ROSE DI PATATE CON PASTA SFOGLIA” è una ricetta che potete trovare quasi in tutti i blog…ed io potevo non farla? Si tratta si realizzare delle monoporzioni, utilizzando lo stampino da muffin, con pochissimi ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia, patate e le spezie che vi piacciono di più. Io ad esempio ho scelto di usare la paprika dolce e l’origano. Non va cotto niente prima, si assembla e si mette tutto in forno. Quindi è anche una ricetta facile e veloce, ideale per arricchire qualche buffet o da presentare come finger food in un aperitivo. Questa che vi presento è la ricetta base, ma si presta benissimo ad altre aggiunte o sostituzioni, come potete leggere nei “Miei consigli” in fondo alla pagina.

A presto!

Anna

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20-25 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 12 pezzi
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 2 rotoli Pasta Sfoglia
  • 2 Patate medie
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Burro
  • q.b. Paprika dolce
  • q.b. Origano
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Prendere le patate, lavarle, pelarle e tagliarle a fette sottilissimi con una mandolina.

  2. Mettere a mollo in acqua le fette di patate per una decina di minuti, in modo da far perdere un po’ di amido alle patate.

    Asciugarle poi con un canovaccio pulito.

  3. Prendere la pasta sfoglia e ritagliare 6 strisce dal lato più corto per ogni rotolo di pasta sfoglia, ottenendo così in tutto 12 strisce.

    Adagiare le fette di patate, sovrapponendole leggermente tra di loro e facendo sporgerle dalla striscia di pasta sfoglia.

  4. Spolverare le patate con la paprika dolce (o altre spezie),salare, ripiegare il bordo ed arrotolare la striscia di pasta sfoglia, senza stringere troppo.

  5. Adagiare le rose di patate in una teglia da muffin imburrata. Versare un filo d’olio sulle rose di patate e pasta sfoglia.

  6. Realizzare le rose di patate e pasta sfoglia variando le spezie. In questo caso ho utilizzato l’origano.

    Nel caso in cui dovesse rimanere della pasta sfoglia e delle patate in più, potete realizzare dei rettangoli su cui adagiare le fettine di patate e condirle con olio, sale e spezie.

  7. Cuocere le rose di patate e pasta sfoglia in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 20-25 minuti.

  8. Rose di patate e pasta sfoglia dopo la cottura in forno.

I miei consigli

Potete arricchire le rose di patate con le spezie che vi piacciono di più: paprika, curcuma, origano, rosmarino, curry, ecc.

Inoltre potete alternare le fetta di patate con altre di zucchine.

Se non avete le patate, potete sostituirle con le zucchine.

Per arricchire il piatto, potete aggiungere anche fette di salame o di salumi in generale.

Se preferite una versione dolce, potete sostituire le patate con le fette di mela e al posto delle spezie aromatizzare tutto con la cannella e zucchero.

Se sei interessato ad altre ricette di ANTIPASTI, clicca QUI.

Invece se ti interessano altre ricette di PIATTI VEGETARIANI, clicca QUI.

Se vuoi leggere altre ricette di PIATTI UNICI, clicca QUI.

Seguimi anche su FACEBOOK – L’OSTERIA DI ANNA –  e clicca MI PIACE sulla pagina per rimanere aggiornato su tutte le mie ricette.

Seguimi anche su INSTAGRAM – @losteriadianna

Per tornare alla HOME PAGE clicca QUI.

Antipasti, Patate, piatti unici, Piatti vegetariani

Informazioni su Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Precedente Guacamole Successivo Risotto ai quattro formaggi

Lascia un commento