Crea sito

Focaccia integrale di patate

Focaccia integrale di patate

Ciao!

Oggi voglio riproporvi una ricetta, che avevo già pubblicato qualche tempo fa, ma in versione integrale: la “focaccia integrale di patate”.

E’ una ricetta veramente versatile, perché potete utilizzare la farina che preferite (integrale, bianca, ai cereali, al farro) e in più scegliere di realizzare una focaccia più sottile, come avevo fatto nella ricetta già pubblicata (clicca qui), oppure un po’ più alta, come nella presente ricetta.

Per ottenere una focaccia più alta, basta utilizzare una teglia più piccola ed in questo modo lo spessore della focaccia rimarrà più alto. Così facendo otterremo una focaccia che potremmo farcire con affettati e formaggi, ideale per un aperitivo o come accompagnamento per un pasto.

ingredienti:

  • 1 patata media (o 2 patate piccole)
  • 500 g di farina integrale (anche meno)
  • 1 pizzico di sale
  • 200 g di acqua tiepida
  • 1 lievito di birra (o 1 bustina di lievito per torte salate)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Per la farcitura:

  • sale grosso q.b.
  • olio extra verigna d’oliva q.b.
  • rosmarino q.b.

procedimento

Per realizzare l’impasto della focaccia di patate seguire tutti i passaggi che troverete cliccando qui.

Una volta ottenuto l’impasto, disporlo su una teglia tonda da pizza con olio evo e lasciar lievitare per la seconda volta per almeno mezz’ora.

Cottura della focaccia integrale

Condire la superficie della focaccia con olio evo, sale grosso e rosmarino e cuocere in forno preriscaldato a 220°C per circa 20-25 minuti o comunque finché la focaccia non si sarà bene dorata.

Focaccia integrale dopo la cottura

Servire la focaccia così da sola oppure con salumi ed affattati.

Focaccia integrale di patate

Buon appetito!

Anna

Seguitemi anche su facebook – L’OSTERIA DI ANNA

Se vi interessano altre ricette di PANE E LIEVITATI cliccate qui.

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.