Pokè Bowl al Salmone Semplice

Un piatto tipico hawaiano a base di pesce crudo dalle moltissime varianti. Questo il mio primo esperimento.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 130 gRiso per sushi (o anche di altro tipo)
  • 200 gFiletto di salmone
  • 1avocado maturo
  • 2 cucchiaiSalsa di soia
  • q.b.Semi di sesamo (o di papavero)
  • 1 cucchiaioaceto di riso
  • 100 ggermogli di soia
  • q.b.Succo di limone
  • 1 filoOlio di oliva
  • 1/2 bicchiereacqua

Preparazione

  1. Questo piatto di origine hawaiana, il cui nome significa “fatto a pezzi”, dalla modalità con cui sono serviti gli ingredienti, sta iniziando a spopolare. Si tratta di piatti ricchi estremamente versatili negli ingredienti, di solito accomunati dalla presenza di pesce crudo, ma ormai le varianti sono molte.

    Di seguito il mio primo esperimento con questo piatto, in una versione molto elementare.

  2. Per prima cosa laviamo accuratamente il riso più volte, poi mettiamolo a bollire in acqua non salata a fuoco basso per circa 15 minuti senza mescolare, preferibilmente con un coperchio.

    Mentre il riso cuoce procediamo alla preparazione degli ingredienti. Iniziamo tagliando il filetto di salmone a cubetti e mettendolo a marinare in una ciotola con la salsa di soia e i semi di sesamo.

    Passiamo quindi all’avocado: tagliamolo a metà nel senso della lunghezza e rimuoviamo nocciolo e buccia. Tagliamo dunque a fette per il verso “corto”, oppure a cubetti. Infine spruzziamo qualche goccia di limone per evitare che annerisca.

    Passiamo dunque ai germogli di soia: facciamoli saltare in padella con un filo d’olio e poi aggiungiamo mezzo bicchiere d’acqua. Quando l’acqua sarà evaporata tutta saranno pronti. Se ci piacciono più o meno croccanti possiamo regolarci con le dosi d’acqua. In alternativa possiamo anche usarli crudi e saltare questo passaggio.

    Una volta pronto anche il riso scoliamo e sgraniamo con le mani sotto un getto di acqua fredda e condiamo con un cucchiaio di aceto di riso.

    E’ finalmente arrivato il momento di comporre la nostra pokè bowl: facciamo la nostra base con il riso, poi aggiungiamo il salmone, l’avocado e i germogli tenendoli separati sulla cima del piatto. Condiamo con la marinatura restante del salmone e siamo pronti per consumare questo piatto squisito.

    Gli amanti del sushi ne andranno pazzi. Un ottimo piatto unico adatto anche al pranzo in ufficio o all’università. Contenendo pesce crudo però va consumato immediatamente.

  3. pokè bowl al salmone cotto

    Più lungo a spiegarsi che a farsi, se non siete amanti del pesce crudo potete scottare il salmone in padella con un filo d’olio per un paio di minuti e otterrete comunque un effetto scenografico e gustoso.

    Oppure provate la versione con i gamberetti semplice o più complicata.

/ 5
Grazie per aver votato!
pesce

Informazioni su lochefconsiglia

Ciao a tutti! Lui è uno chef, io una profana che cerca di stargli dietro. Da questo ho capito come per chi si intende di cucina spesso molte cose siano date per scontate. Così cercherò di condividere con tutti le ricette e i segreti di un vero chef con parole comprensibili anche a chi come me non è proprio del mesterie! Pronti a infarinarvi un po?

Precedente Gnocchi di Patate Pancetta e Pepe Successivo Mini frittatine a Sorpresa

Lascia un commento