Zuppa con roveja e crostini di pane, Ricetta tradizionale

Print Friendly

Zuppa con roveja e crostini Ricetta tradizionale Le Mani Di ManuSo che questa ricetta per alcuni potrà stridere con il periodo dell’anno in cui viene pubblicata ma, tralasciando il fatto che la primavera è arrivata solo sul calendario, ritengo che questo piatto sia ottimo da mangiare anche in questa stagione. La zuppa con roveja che vi propongo oggi rappresenta la riscoperta di antichi sapori e di tradizioni culinarie che purtroppo stanno scomparendo. La roveja, ingrediente principe di questa zuppa, è un ottimo legume dalla forma simile a quella del pisello e dal sapore che ricorda quello della fava e che oggi è salvaguardato da Slow Food. Se vi fa piacere approfondire l’argomento cliccate qui, io ho trovato quest’articolo molto interessante. Ma ora veniamo alla nostra ricetta 😉

Ingredienti per zuppa con roveja e crostini di pane per 4 persone:

  • gr. 500 di farro perlato e legumi vari (roveja, cicerchia, fagioli borlotti e cannellini, lenticchie, ceci)
  • 4 ciliegini
  • sedano, carota, cipolla, aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 fette di pane casareccio
  • olio evo, sale, pepe e peperoncino se vi piace

Cominciate col mettere in ammollo la zuppa per 12 ore. Passato questo tempo sciacquatela per bene sotto l’acqua corrente. Preparate un trito di sedano, carota e cipolla, e soffriggetelo con uno spicchio d’aglio lasciato intero e del peperoncino. Aggiungete i ciliegini tagliati a metà e saltateli per un paio di minuti. A questo punto versate la zuppa all’interno del tegame e lasciatela insaporire per un attimo. Aggiungete il rosmarino e coprite il tutto con dell’acqua bollente (all’incirca tre dita sopra i legumi). Tappate e lasciate cuocere per un’ora girando di tanto in tanto (se vi sembra che asciughi troppo aggiungete via via dell’altra acqua). Salate solo a fine cottura. Tagliate a quadratini il pane e tostatelo in una padella molto calda irrorandolo con un filo d’olio e aggiungendo un pizzico di sale e di pepe (potete farlo anche in forno, ma personalmente ho ritenuto che non valesse la pena accenderlo per così poco ;-)). Impiattate e servite la vostra zuppa con roveja.

Suggerimento: Non tutte le zuppe necessitano di ammollo. In linea generale per i legumi decorticati e spezzati non è necessario, ma fidatevi sempre di ciò che trovate scritto sulla confezione.

Invia la ricetta a un amico!
    Ecco altre ricette che forse ti possono interessare:

    2 thoughts on “Zuppa con roveja e crostini di pane, Ricetta tradizionale

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.