Pollo in tegame alle olive

Print Friendly

Pollo in tegame alle olive - Ricette pollo saporito - Le Mani Di Manu

Ci sono talmente tanti polli in giro… C’era da aspettarselo che prima o poi qualcuno sarebbe caduto in pentola! 😀 Questo mi obbliga a rivolgere un appello alle galline… beh, più che di appello si tratta di monito: occhio galline, occhio che vi tiro il collo, vi spiumo e vi schiaffo nel pentolone… 😀 Avevo una voglia di pollo in tegame che non ve ne fate un’idea, neanche fosse roba da stelle Michelin, dico io! Non vi potete immaginare quanto sia difficile cucinare per una persona, soprattutto se quella persona è viziata e si rifiuta di mangiare per due volte di fila la stessa cosa…Beh, stavolta non sono morta! Anzi, vi dirò che quel pollo alle olive lì mi è andato giù talmente bene che mi è quasi (QUASI! 😀 ) dispiaciuto quando è finito… E poi a me il pollo in tegame ricorda l’infanzia…anzi, se dovessi trovare il piatto che la rappresenta al meglio direi proprio che è questo. Accompagnatelo col contorno che vi pare, sta bene con tutto. Se volete un’idea, comunque, fate un fischio! Ora leggete la ricetta della Manu 😉

Ingredienti per pollo alle olive in tegame per 4 persone:

  • 1 pollo (pulito e fatto a pezzi)
  • 1 bicchiere abbondante di vino bianco secco
  • 1 bicchiere d’acqua calda o brodo vegetale (io uso l’acqua perché in genere non amo aggiungere del brodo alla carne)
  • 3 spicchi d’aglio
  • 10 olive taggiasche
  • 10 olive verdi
  • salvia, rosmarino
  • olio e.v.o., sale grosso

Versate l’olio in un tegame capiente, lasciate che si scaldi e poi rosolatevi il pollo a fiamma vivace su entrambi i lati per 15 minuti circa in tutto (abbiate l’accortezza di metterlo prima dalla parte della pelle). A questo punto toglietelo dal tegame e tenetelo da parte. Sbucciate l’aglio e lasciatelo dorare nell’olio del pollo, aggiungete di nuovo la carne, bagnate col vino, salate e aggiungete le erbe aromatiche. Una volta evaporato l’alcol, coprite e fate cuocere a fiamma medio-bassa per un’ora circa. Verso metà cottura giratelo e bagnate con l’acqua e quando mancano 20 minuti dalla fine aggiungete le olive.

Da notare che: I tempi di cottura possono variare a seconda del tipo di pollo che state cucinando. Io ne ho scelto uno ruspante, ma di macelleria, per cui sapete bene che di “ruspo” ne ha visto poco…sempre meglio, comunque, di quelli pompati 😉 Se invece avete tra le mani un VERO pollo ruspante, è probabile che vi servirà qualche minuto in più per ultimare la cottura.

Invia la ricetta a un amico!
    Ecco altre ricette che forse ti possono interessare:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.