Cuocere i lievitati il giorno dopo, si può fare?

Print Friendly

Cuocere i lievitati il giorno dopo | Conservare lievitati |Le Mani Di ManuMalgrado la mia amica foodblogger Michela del blog Dolce e Salato di Miky continui a sperare incessantemente di convincermi a impastare la notte nonostante le risponda sempre con una grassissima risata (è dura de capoccia, eh!), per non smentirmi neanche stavolta mi sono guardata bene dal darle retta e anzi l’ho martirizzata di domande affinché mi desse la conferma che sia possibile cuocere i lievitati il giorno dopo, ovvero proprio dopo averli impastati, lasciati lievitare e farciti il giorno prima. Certo che proprio a lei che impasta di notte dovevo fare sta domanda? Ammettiamo che, come me, vogliate preparare un pan brioche salato per il pranzo del giorno dopo ma che, sempre come me, non abbiate nessunissima intenzione né di alzarvi all’alba per cominciare a prepararlo né di cuocerlo il giorno prima perché perderebbe di fragranza. Ammettiamo anche che cerchiate invano su internet una risposta ai vostri quesiti, ma che vediate ripagata la vostra curiosità di panificatore improvvisato solo con una gran confusione mentale derivante da una serie di nozioni che somigliano a ciò che state cercando ma che non vi regalano la verità assoluta… che vi rimarrebbe da fare? Sperimentare! Ecco, io l’ho fatto per voi! Mi sono immolata per la causa comune, e vi dico che SI-PUO’-FARE! Si può preparare l’impasto lievitato, nel mio caso un pan brioche salato, come se lo si dovesse cuocere il giorno stesso, e poi invece cuocerlo il giorno successivo. Basterà conservarlo in frigo, nel ripiano basso e coperto da un panno. Io ho seguito la procedura abituale della mia ricetta, ho impastato, lasciato lievitare, steso, farcito e fatto lievitare nuovamente. Poi, invece di cuocerlo l’ho messo in frigo coperto da un panno, appunto. Il giorno dopo quando l’ho tirato fuori non vi dico che delusione, che mestizia, che tristezza profonda…era duro e avvizzito! Ma dopo 3 ore, in virtù di non so quale mistero gaudioso, si è verificato il miracolo! E’ bastato metterlo di nuovo in un luogo tiepido (nel forno intiepidito o con la lucina accesa, come si fa abitualmente per stimolarne la lievitazione) che ha ripreso vigore, morbidezza e volume. Guardate la foto, penso che il risultato parli da solo! Certo, sempre meglio cuocerlo il giorno stesso perché un pochino di volume lo perderà, ma vi assicuro che il risultato sarà comunque straordinario e voi non vi sarete stressate/i più di tanto! 😉 Clicca qui per leggere la ricetta di questo pan brioche!

Invia la ricetta a un amico!
    Ecco altre ricette che forse ti possono interessare:

    11 thoughts on “Cuocere i lievitati il giorno dopo, si può fare?

    1. Emanuela io addirittura lo lascio tutta la notte coperto con un canovaccio nel forno spento e non in frigo e non mi è mai successo nulla……….ciao cara!!!

      • Allora bisognerà provare anche così, avevo paura che si inacidisse! Ma hai visto che mi sono data ai lievitati anch’io? Speriamo di non lievitare con loro… 😀 Bacioni Raffa, grazie del consiglio 🙂

      • ..E questa cosa si può fare con la pizza?Metti che dovessi impastarla e farcirla la mattina per poi cucinarla il giorno stesso di sera,si può fare?Dovrei cmq conservarla in frigo?posso farcirla anche con la mozzarella?

        • Con la pizza non ho mai provato, ma penso di si Cler. Credo che con questo freddo si possa conservare anche fuori dal frigo. La mozzarella però aggiungila all’ultimo. In realtà io la metto quando mancano pochissimi minuti dalla fine della cottura. Ciao

        • Io preparo l’impasto, faccio lievitare e poi congelo la parte che non mi serve. Quando la voglio utilizzare la tolgo dal freezer la sera prima, poi la stendo e la lascio ri-lievitare nel forno con la lucina: perfetta

      • Ciao Raffaella, scusami per la domanda da ignorante…ma se metti l’impasto a lievitare tutta la notte nel forno, non si inacidisce? poi una volta tirato fuori dal forno si può lavorare e infornare? o bisogna aspettare?

    2. Ciao,
      io quasi tutte le settimane preparo la focaccia pugliese e, impasto il sabato sera, metto in un contenitore tupperware con coperchio e lo metto o in frigo oppure fuori sul balcone. la mattina, prendo l’impasto, che e’ ben lievitato, lo metto nella teglia e lo lascio riposare ancora per mezz’ora – un’ora … rilievita e … cosi’ posso farcire 🙂

    3. devo preparare l’impasto per il pan di spagna ma vorrei sapere se, facendolo lunedì, posso cuocerlo martedì;
      o se cuocendolo lunedì per il mercoledì si può indurire!!!!!!!
      un grazie a tutti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.