Brioche dolce al papavero, Ricetta Altoatesina

Print Friendly

Brioche dolce al papavero | Ricetta Altoatesina | Le Mani Di ManuBrioche dolce al papavero. In un freddo, anzi freddissimo, pomeriggio bolzanese il mio compagno e io ci siamo rintanati in un localino a bere qualcosa di caldo nella speranza di disgelare almeno un po’ le estremità del corpo ormai tese e dure come stoccafissi, quando i nostri occhi (e successivamente anche le nostre papille gustative) hanno incontrato questa meraviglia delle meraviglie, un dolce che non avevo mai né visto né assaggiato: la brioche dolce al papavero. Soffice, aromatica, dolce al punto giusto, non è la solita scontatissima brioche perché il ripieno cremoso al papavero le conferisce un sapore e un profumo particolarissimi! Ci è rimasta talmente tanto nel cuore, che ho deciso di rifarla a casa. Dopo aver letto almeno una decina di ricette, nessuna delle quali mi ispirasse particolarmente, ho deciso di farne un mix e il risultato è stato eccezionale, la foto parla per me! 😉 Provatela con una tazza di buon tè e ve ne innamorerete anche voi!

Ingredienti e procedimento per Rotolo di brioche dolce al papavero per 6 persone:

Inserisco questa ricetta nella pagina Paese che vai…ricetta che trovi in cui potrete rintracciare le altre ricette che ho scoperto viaggiando.

Per la pasta brioche:

  • gr. 250 farina manitoba
  • gr. 30 zucchero semolato
  • ml. 100 latte tiepido
  • 1 uovo
  • gr. 30 burro ammorbidito
  • 1 cucchiaino di lievito di birra disidratato
  • pizzico di sale
  • 1 tuorlo + 1 cucchiaio di latte per spennellare la superficie (facoltativo)

Per il ripieno al papavero:

  • gr. 125 semi di papavero (è il peso della confezione)
  • ml. 80 ml. latte
  • gr. 30 burro
  • gr. 30 zucchero

Prendete una ciotola e mescolatevi la farina, il lievito, lo zucchero e il sale. Aggiungete l’uovo, girate con una forchetta, versate a pioggia il latte sempre mescolando. Per ultimo unite il burro e cominciate a impastare con le dita. Rovesciate il composto su una spianatoia e impastate energicamente per almeno dieci minuti affondando il palmo nella pasta e ripiegandola su se stessa. A questo punto dovreste aver attenuto una palla bella liscia e morbida. Infarinatela leggermente, mettetela in una ciotola, copritela con un panno e lasciatela lievitare in un luogo tiepido per almeno due ore o fino a che non sarà raddoppiata di volume.

Frullate finemente i semi di papavero fino a ottenere una polvere. Metteteli in un pentolino e unitevi lo zucchero, il burro e il latte. Fate cuocere a fiamma bassa e mescolando di continuo per 7-8 minuti, poi spegnete il fuoco e coprite il pentolino per 15 minuti circa.

Prendete l’impasto lievitato, sistematelo su un foglio di carta da forno e stendetelo con un mattarello a dargli una forma rettangolare spessa circa 1/2 cm. Stendetevi la crema di papavero senza arrivare fino ai bordi e arrotolate la pasta su se stessa nel senso della lunghezza. Mettete la brioche su una teglia rivestita di carta forno, copritela con un panno e lasciatela lievitare un’altra ora e mezza al calduccio. Quando sarà ben lievitata spennellate la superficie con un tuorlo d’uovo sbattuto insieme a un cucchiaio di latte (facoltativo, serve solo a dargli quel bellissimo aspetto dorato) e infornate a 180°C per 25 minuti (forno statico preriscaldato). Sfornate la vostra bellissima brioche dolce al papavero, lasciatela freddare e servitela con una buona bevanda! Buona merenda!

Suggerimento: Se non sapete dove mettere a lievitare i vostri impasti perché non avete un luogo abbastanza caldo e al riparo dagli spifferi, potete metterli tranquillamente in forno, anch’io faccio sempre così. Abbiate solo l’accortezza di scaldarlo a 40°C e poi spegnerlo prima di sistemarvi l’impasto, oppure di lasciarlo a lievitare con solo la lucina accesa e in questo caso non sarà necessario scaldarlo preventivamente.

Invia la ricetta a un amico!
    Ecco altre ricette che forse ti possono interessare:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.