Con Voiello una sfida da leccarsi i baffi

Con Voiello una sfida da leccarsi i baffiVoiello

Grande sfida lo scorso 20 settembre al Taste Of Rome, nel mezzo di un vero e proprio paradiso gastronomico! Nello stand della Voiello io e Marco Fiocchi di Blogo ci siamo sfidati all’ultimo mestolo per preparare una sfiziosa cacio e pepe. La cacio e pepe, tipica ricetta della cucina romana, anche se Marco mi fa giustamente notare che la pasta ha origini nelle transumanze dei pastori laziali, non è un piatto propriamente facile! Si prepara in 10 minuti, ma se non si usa la tecnica giusta e se ci si distrae anche solo per un secondo è la fine! Lo stand della Voiello è meraviglioso!

IMG_7415 Sembra una bomboniera piena zeppa di pasta, dai formati più svariati e in delle confezioni bellissime! Lo Chef è simpatico e io non perdo occasione per provare a scroccare qualche suggerimento, ma in realtà c’è un solo modo per fare questa pasta, o la sai fare o non la sai fare, le regole sono poche e semplici! Tra tutti i formati di pasta a disposizione io scelgo i nuovissimi spaghetti scanalati 107, biconcavi che trattengono fino al 20% in più di sugo! Mi sembra la prima scelta azzeccata! Mi serve uno spaghetto che mi aiuti a trattenere quella bella cremina che spero di creare! Marco invece sceglie lo spaghetto più grosso, preferisce la croccantezza! Sono decisa e abbastanza sicura di quello che faccio! Mi chiedono di scegliere un bollitore… e guarda caso ce n’è uno che porta i numeri 147, da sempre i miei numeri! Non posso che scegliere quello! Il tempo di buttare la pasta, aspettare quei 10 minuti e la mia cacio e pepe la vedo, bella, cremosa, stuzzica l’appetito anche a me, che a rigor di logica dovrei avere l’adrenalina a 1000! 5 giurati del pubblico non hanno dubbi! 4 scelgono me, 1 sceglie la cacio e pepe di Marco. Sono soddisfatta, devo dirlo, la cucina è una passione… che non posso dire di portarmi dietro sin da bambina, ma che negli ultimi anni mi coinvolge e appassiona, non potevo davvero perdere! IMG_7462 (1)Stare in mezzo a quello stand è stato bello, mi trovavo nel regno di un marchio storico, fondato nel 1879 a Torre Annunziata, simbolo di eccellenza del Made in Italy, nonchè pasta ufficiale del Taste. La pasta Voiello da quest’anno realizza i suoi prodotti esclusivamente col grano Aureo, un grano duro di alta qualità, coltivato e macinato in Italia! E’ sopratutto grazie a lui che la mia cacio e pepe è piaciuta cosi tanto!

In realtà poi non ha vinto davvero nessuno, perchè ci siamo divertiti moltissimo e ci siamo portati a casa un bel po’ di pasta, di ottima pasta! IMG_7426

Ringrazio la Voiello e il suo Chef, Gabriele Ferraresi di CommunityGroup che mi ha proposto questa sfida e ringrazio il Taste of Roma che è sempre una manifestazione bellissima e ben organizzata! In ultimo ringrazio Marco per avermi fatto vincere ovviamente ahaha! Alla prossima, io ci sono!

Questo articolo è stato pubblicato in Eventi da lellacook . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su lellacook

Lella Cook è una scrittrice, per questo vi capiterà a volte di trovare in queste pagine anche cose che poco centrano con la cucina, ma vedrete sarà divertente. La passione per la cucina nasce inizialmente per esigenza e dopo diventa un fiume in piena che travolge la mia vita. Non ho grosse pretese di ricette complicate alla Masterchef, ma se cercate qualcosa di semplice ma assolutamente buono, questo è il vostro rifugio segreto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.