Crea sito

Il diario di LellaCook

Il cibo e il sonno – Il Diario di LellaCook

Il Cibo e il sonnoIl cibo e il sonno

 Il cibo e il sonno

Il Diario di LellaCook torna oggi con un interessante argomento, utile per la nostra vita e per la nostra salute. La relazione strettissima tra il cibo e il sonno. E’ proprio così, la nostra vita quotidiana, migliora o peggiora a seconda di quello che mangiamo, beviamo e di come e quanto dormiamo, ma soprattutto è proprio il sonno che migliora o peggiora a seconda di quello che mangiamo. Per questo motivo bisogna fare molta attenzione a questi fattori associati.

(altro…)

 

Il Diario di LellaCook – Il pesce

Il Diario di LellaCook – Il pesceIl Diario di LellaCook - Il pesce

Il pesce

Il pesce è sempre stato, oltre ad un simpatico animaletto che nuota nel mare, una delle prime fonti di alimentazione, insieme alla selvaggina, alla frutta, alle radici ecc.

(altro…)

 

Il Diario di LellaCook – Il pane

Il PaneIl pane

Il pane

Il pane è un alimento indispensabile, in Italia come all’estero, seppur preparato in maniere diverse, rimane una delle più importanti forme di alimentazione, e unisce tutti i gusti e le credenze alimentari. E’ un alimento antichissimo, gli uomini primitivi lo preparavano frantumando tra due pietre i chicchi di cereali e poi mescolandoli all’acqua, e lo mangiavano addirittura crudo. In Egitto, soprattutto nelle famiglie più ricche, le serve frantumavano il frumento, lo mischiavano all’acqua e lo facevano cuocere sulle pietre. Qui in Italia, dove i terreni erano molto fertili venivano coltivati molti cereali, e il più utilizzato per la panificazione era il farro, con cui gli antichi romani preparavano anche delle focacce. Piano piano si diffuse la lievitazione, i mezzi di cottura vennero migliorati e il pane cominciò piano piano a prendere le forme di adesso. Tuttavia … (altro…)

 

Il Diario di LellaCook – Dal “DolceFarNiente” al “SoFareTutto”

Il Diario di LellaCookIl Diario di LellaCook

Da qualche anno a questa parte il mio amore sfrenato, senza sosta e condizioni per il buon cibo è diventato insistente e a volte quasi ingombrante, e questo potrebbe sembrare normale se la bambina che è in me ancora non mi dicesse: “Come hai potuto!”. Come ho potuto cosa? Come ho potuto permettere al cibo di diventare fondamentale nella mia vita. Da piccola, e in realtà fino a non molti anni addietro, ero quella che i parenti lontani appena mi vedevano dicevano :”Ma non ti fa mangiare tua madre?”. (altro…)