Uova in purgatorio

Buongiorno Lellini,

l’altro giorno sono andata in Spagna, ieri il Liguria, prima o poi tornerò nella mia terra d’origine, la Calabria, ma oggi tocca alla Campania! Come al solito, dopo un’intensa giornata di lavoro, la forza per mettermi ai fornelli a preparare qualcosa di complicato era poca, tuttavia ormai l’anima della foodblogger si è impossessata di me, e se posso cerco sempre di fare ricette nuove, anche se semplici e con cose che ho già in casa. Ieri sera è toccato alle uova in purgatorio, o detto alla napoletana “Ova ‘mpriatorio”. Non mi trovate impreparate sul nome questa volta! I napoletani le chiamano così perchè pare che le uova bianche in mezzo al sugo ricordino le anime del purgatorio che espiano tra le fiamme i loro peccati. Perchè in purgatorio un po’ di fiamme ci sono eh! Il procedimento è davvero semplice …

INGREDIENTI: 

4 uova

500 g. di polpa di pomodoro, o pomodorini in scatola, o pelati

Cipolla o scalogno tritato

Un pizzico di peperoncino

Sale q.b.

Vino bianco all’occorrenza

PROCEDIMENTO: 

Mettete a soffriggere in una padella la cipolla tagliata sottile con un po’ di peperoncino, dopo poco versate la polpa di pomodoro, salate e lasciate cuocere per 10/15 minuti. Dopodichè aggiungete le uova lasciandole cadere intere, salatele un po’ sopra e lasciatele cuocere per 10/15 minuti a seconda della cottura che preferiteUova in purgatorio preparazione, se vi rendente conto che il sugo si sta seccando troppo potete aggiungere un goccio di vino bianco, che potete comunque usare a prescindere. Il gioco è fatto, di solito si accompagnano con del pane tostato, ma anche il pane allo stato naturale va benissimo! Uova quasi pronte

Un piatto velocissimo, che ha bisogno di pochi ingredienti, che sfama ed è prelibato. Lellini golosi su …non vi costa niente, né troppi soldi, né troppo tempo…provatelo!

Buon appetito miei cari!