Risotto a l’osbus

Per 2 persone

180 gr riso
1/2 cipolla bianca
olio
form. grattuggiato

2 ossobuchi di geretto posteriore di vitello
1/2 cipolla + 1/2 carota
burro olio
farina
vino bianco
zafferano

per il brodo

2 lt di acqua
1 carota
1/2 cipolla e sedano qb

Per la gremolada
1 filetto di alice x ogni ossobuco
1/2 limone grattuggiato
prezzemolo
aglio

Preparare il brodo, salando il giusto.
Mettere in ammollo lo zafferano in acqua calda.
Far imbiondire (cipolla e carota sottilissime) in abbondante olio e poco burro: poi mettere da parte il soffritto.
Nella stessa padella, unire altro burro e far rosolare gli ossobuchi infarinati da entrambi i lati; unire il soffritto, far scaldare nuovamente, coprendo a filo con brodo caldo. Cuocere a fuoco lento x circa 90 minuti, aggiungendo altro brodo se necessario e girando la carne ogni 30 minuti, ma muovendo spesso il tegame per evitare che si attacchi.
Per il risotto, trito di cipolla su fondo di olio, far diventare lucidi i chicchi, versare 1 bicchiere di vino bianco e salare. Versare brodo fino a cottura. Qualche minuto prima della cottura ultimata, unire lo zafferano e l’acqua.
A cottura ultimata della ciccia, unire la gremolada (trito di acciughe, prezzemolo, aglio).
Impiattare il riso e coprire con ciccia e salsina fantastica. Grattuggiare il limone nel piatto.

  • CucinaItaliana
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Ciambella bicolor Successivo Tortini di cioccolato dal cuore morbido

Lascia un commento