Sacher torte

SACHER TORTE

018

Chi non ha mai assaggiato la Sacher, dolce ormai famosissimo in tutto il mondo? E chi non ha mai sognato di poterla rifare, a casa? In realtà non è un dolce troppo complesso da realizzare, facendo però molta attenzione ad alcuni passaggi fondamentali.
La ricetta della Sacher originale (la cui invenzione è stata rivendicata dall’Hotel Sacher di Vienna, e infatti ora la producono con un sigillo di cioccolato che la differenzia dalle “imitazioni”) purtroppo resta segreta. Però, spulciando nel web e facendo qualche tentativo, ho trovato una ricetta che fa ottenere un risultato poco lontano dalla Sacher che assaggiai anni fa a Vienna. Apportando solo qualche variante nelle dosi, ho provato a realizzare la mia. Che ne dite di provare? Vai alla ricetta della Sacher

N.B: Il sito dove ho trovato la ricetta si chiama ItalianRestaurantandRecipes, e mi è sembrata la migliore tra quelle viste o provate.

– See more at: http://blog.giallozafferano.it/legaalcolloiltovagliolo/sacher-torte/#sthash.rGwB5BN8.dpuf

I Dolci , ,

Informazioni su legaalcolloiltovagliolo

Ho creato questo spazio perché amo la cucina. Ero ancora molto piccola quando ho iniziato a guardare con occhi curiosi mia madre, mio padre e le mie nonne impegnati in cucina. Pian piano l'interesse è diventato una passione: ho iniziato dai dolci e dagli antipasti, passando poi ai primi piatti, e sperimentando infine secondi di carne e di pesce. E, dulcis in fundo, come non cimentarsi nel pane fatto in casa? La cosa più bella della cucina? La capacità di unire. Così, anche all'università, ho utilizzato questa mia passione per raccogliere attorno ad una bella tavola imbandita un gruppo di amici, sperimentando nuovi piatti o pietanze tradizionali. E un viso sorridente è quanto di più appagante possa esistere. Mi diverte la ricerca di nuovi abbinamenti, di nuovi sapori, e sperimento spesso varianti interessanti. Un'altra caratteristica della mia cucina è il suo essere abbastanza "light", creando piatti alla portata di tutti. Preferisco usare olio extravergine d'oliva (quando posso, quello degli ulivi dei miei genitori!) ed ingredienti il meno possibile chimici. Non aspettatevi preparati, coloranti e bellissime torte in pasta di zucchero, insomma! Gli ingredienti classici hanno il primo posto nella mia cucina. Infine: non ho l'impastatrice. Dunque, realizzo pane e dolci lievitati a mano..come faceva la mia nonna. Spero che possiate trovare spunti interessanti! Buona visione!

Precedente Pesto di prezzemolo e noci Successivo Calzoni dolci ricotta e cacao