Ieri mattina Marco gironzolava in cucina alla ricerca di qualcosa di sfizioso per fare colazione. Non i soliti biscotti. Purtroppo però eravamo appena rientrati dalla minivscanza in Toscana e la dispensa era praticamente vuota. Così ieri sera, tornata a casa ho deciso di fargli una sorpresa. Avevo in congelatore un po’ di crema pasticcera avanzata dalla festa di Olivia e …il resto, lo potete vedere da soli nella foto.

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:35 minuti
  • Porzioni:10-12 fette

Ingredienti

  • Farina 00 500 g
  • Zucchero 120 g
  • Olio di semi (O olio di riso) 70 ml
  • Uova 2
  • Latte 200 ml
  • Sale 1 pizzico
  • Lievito di birra secco 1 bustina
  • Scorza di limone 1
  • Crema pasticcera 200 g
  • Gocce di cioccolato 70 g

Preparazione

  1. Mettete la farina, lo zucchero, la scorza di un limone grattugiata, il lievito nella planetaria e aggiungete il latte tiepido. Azionate la macchina a bassa velocità. Aggiungete successivamente l’olio a filo e le uova. Unite ora la presa di sale e aumentate leggermente la velocita.

    Impastate fino ad ottenere un impasto elastico e liscio.  Ci vorranno circa 25 minuti. Quando l’impasto vi sembrerà ben incordato spegnete la macchina e rovesciate l’impasto su una superficie pulita e leggermente spolverata di farina. Lavorate un po’ con le mani e formate una palla. Coprite con il recipiente della planetaria e lasciate riposare per 1 oretta.

    Trascorsa l’ora levate il recipiente e stendete l’impasto fino ad ottenere un rettangolo spesso massimo 1 cm.

    Non bisogna lavorare molto la pasta. Se è ben elastica basteranno solo pochi tocchi di mattarello.

    Spalmate su tutta la superficie la crema pasticcera avendo cura di restare a un dito dal bordo.

    Cospargete con le gocce di cioccolato e iniziate ad arrotolare l’impasto dal lato corto. Non stringere troppo mentre arrotolate perche in cottura l’impasto cresce e, se troppo stretto, tendera a salire.

  2. Tagliate adesso l’impasto a fette non troppo sottili e disponetele in una teglia rivestita di carta da forno almeno sul fondo. Cosi eviterete che il cottura la crema coli e si bruci. Non unite troppo le fette tra di loro perché con la seconda lievitazione cresceranno ancora un po’.

    Lasciate lievitare fino al raddoppio. La mia ci ha messo 1 ora, a temperatura di 28 gradi circa.

    Ora la torta di rose e pronta per essere infornata.

  3. Accendete il forno e riscaldate a 180 gradi; mentre attendete che arrivi a temperatura, spennellate la superficie con latte.  Cuocete la torta di rose per circa 35 minuti, o fino a quando avrà assunto un bel colorito bruunastro.

    Fate intiepidire prima di sformare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.