Prendi una domenica mattina qualunque e tanto cioccolato in dispensa; vuoi non fare una bella torta per smaltirlo? Inizia a fare caldo e dobbiamo ancora smaltire tutto il cioccolato di Pasqua prima che sia da buttare. Sfogliando un vecchio libro di ricette ho trovato la ricetta della torta ai due Cioccolati: bianco e nero e così mi sono messa all’opera.

Avete presente la crosticina della torta tenerina? Quasi quasi ci somiglia. Richi che di solito non mangia dolci, l’ha assaggiata e mi ha detto: “mamma la parte più buona è la parte croccante in superficie”. Recuperate gli ingredienti allora, e fatela anche voi.

Con l’impasto ottenuto ho riempito una tortiera piccola e due stampi da mini plumcake, di quelli usa e getta. Se volete una torta più alta utilizzate lo stampo da plumcake.

Ingredienti:

100 Gr di cioccolato meglio se fondente (io ho usato quello delle uova di paswua)

180 Gr di farina 00

120 Gr di burro

170 Gr di zucchero semolato

50 ml di latte

3 uova

2 cucchiai di cacao amaro

1 bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

100 Gr di cioccolato bianco

In un tegame per bagnomaria mettete il cioccolato e il burro e fate sciogliere a fuoco basso mescolando con un cucchiaio di legno.

Spezzettate il cioccolato bianco con un coltello e mettete da parte.

Sbattete quindi le uova con lo zucchero e il pizzico di sale, fino ad ottenere una crema chiara e spumosa fino a che non avrà raddoppiato il suo volume.

Aggiungete ora la farina setacciata a poco a poco e poi il composto di cioccolato fuso e burro. Unite il cacao amaro e il latte a filo senza smettere di mescolare, quindi infine aggiungete il lievito.

Scaldate il forno a 180 gradi e, nell’attesa che vada in temperatura, versate il composto preferibilmente in una teglia dai bordi alti e aggiungete alla fine il pezzetti di cioccolato bianco. Cuocete in forno per circa 40 minuti e lasciate raffreddare prima di sformarla.

Decorate infine con zucchero a velo o scaglie di cioccolato bianco.