Oggi un’ospite speciale per i miei bimbi: il nonno Lele da Padova. Loro entusiasti lo riempiono di domande, e libri da leggere. Gli propongono i giochi più strani e così mentre tutti e quattro mettono a soqquadro la casa io mi dedico ai fornelli. E per pranzo un bel piatto unico: risotto salmone e ananas. Come ogni sabato, Richi aveva i minuti contati per il pranzo per via della partita di calcio, e tenere gli altri due a tavola, era una missione impossible; quindi il piatto unico era la soluzione ottimale.

La particolarità di questo risotto sta nel contrasto tra il sapore acidulo-dolciastro del l’ananas con quello decido del salmone, e altresi dal contrasto caldo-freddo dei due ingredienti. L’ananas aggiunge croccantezza al piatto ed inoltre, essendo il salmone un pesce grasso,  sgrassa la bocca. Perdonate il giro parole…..

risotto salmone e ananas

Ecco come potrete farlo anche voi.

Ingredienti per 4 persone:

320 Gr di riso per risotti (io carnaroli)

800 Gr di brodo vegetale

300 Gr di salmone fresco

4 fette di ananas in scatola

1 noce di burro

2 cucchiai di olio e.v.o.

mezzo bicchiere di vino bianco

uno scalogno

sale e pepe q.b.

salvia qualche foglia

Mettete a scaldare l’olio e soffriggete lo scalogno. Prima che diventi troppo biondo aggiungete il riso e fate tostare. (ricordo a tutti che la tostatura ottimale del riso si ha quando tutti i chicco cambiano colore, ci vorranno circa 2-3 minuti).

Quando il riso è ben tostato aggiungete il vino bianco e fate sfumare. Nel frattempo sfilettate il salmone, togliete la pelle e le spine e tagliatelo a cubetti. La pelle, mettetela a bollire insieme al brodo vegetale affinché si insaporisca un po’.

Quando il vino sarà sfumato aggiungete un paio di mestoli di brodo e mescolate. Assaggiate e aggiustate di sale. Ripetere questo passaggio ogni volta che il riso si asciuga troppo e aggiungete sempre una quantità di brodo necessaria affinché tutto il riso sia coperto.

Trascorsi 10 minuti, aggiungete il salmone e la salvia e continuate a mescolare. salvia. Generalmente io metto la salvia intera per poterla eliminare a fine cottura (ovviamente perché i miei figli rompono, altrimenti potreste tritarla e aggiungerla alla preparazione). Terminate la cottura del riso. Solitamente ci vogliono 18 minuti. A fine cottura aggiungete una noce di burro e fate mantecare a fuoco spento.

Mentre attendete che il riso termini la sua cottura, dedicate vi alla preparazione del l’ananas.  Sgocciolatela e tagliatela a cubetti; mettetela adesso a rosolare in una padella con un pizzico di burro. Deve asciugarsi e imbiondirsi leggermente. Fate raffreddare e tenete da parte.

Adesso potrete comporre il vostro risotto salmone e ananas. A vostra scelta potete mescolare l’ananas al risotto e poi impattare.  Oppure servirlo a strati come ho fatto io ( v. foto).

Per prepararlo con il Kcc:

Se volete preparare il risotto salmone e ananas con il Kcc, fate rosolare lo scalogno a temperatura 110 gradi e poi aggiungere il riso. Tostato e abbassate la temperatura a 98 gradi. Aggiungete brodo bollente in quantità doppia più un 10% e impostate la cottura a 16 minuti dall’aggiunta del brodo. Aggiungete gli ingredienti come nel procedimento normale e terminata la cottura mantecato con il burro.