I miei figli sono viziati, lo so. Quando possono abusano della loro mamma e della sua voglia di stare sempre con le mani in pasta. Adesso che poi a scuola impongono merende sane, la merenda home made diventa la regola. Ho provato con crackers, biscotti secchi, e brioscine, ma niente. E siccome l’altra sera ero stufa di sentirli lamentare, ho acceso la planetaria e mi sono messa a lavorare. Alcuni di voi mi hanno dato della pazza, in senso buono lo so, ma in realtà ci vogliono solo un paio d’ore a preparare il tutto. Impastate prima di cena, lasciate lievitare mentre consumate il vostro pasto conviviale e formate le brioches appena dopo aver lavato i piatti. Vedrete che saranno pronte in tempo per il dolcino serale. Ma, segnatevi gli ingredienti:

Ingredienti per circa 15 brioches di medie dimensioni:

500 gr di farina 00

75 gr di burro

90 gr di zuchero

150 ml di latte

1 uovo grande + 1 tuorlo

1 cucchiaino di miele

1 bustina di lievito secco

la scorza di un limone non trattato

una piccola presa di sale

Nella planetaria versate farina, zucchero, la scorza grattugiata di un limone e azionate la macchina. Sciogliete il lievito nel latte e aggiungetelo all’impasto.  Aggiungete il cucchiaino di miele. Quando l’impasto inizia ad assumere la forma di una palla, aggiungete un uovo e continuate ad impastare; prima di aggiungere il tuorlo, attendete che il primo sia stato completamente assorbito. Unite adesso il burro un pezzetto per volta, attendendo sempre che il precedente sia stato completamente assorbito. In ultimo aggiungete una piccola presa di sale. Impastate per ancora circa 5 minuti.

Quando avrete ottenuto un impasto elastico spegnete la planetaria e rovesciate l’impasto su una superficie pulita e leggermente infarinata. Lavorate la pasta leggermente con le mani e formate una palla. Mettetela a riposare in un recipiente grande almeno il doppio, leggermente infarinato sul fondo. Spolverate con un po’ di farina la superfie, coprite con un telo e lasciate lievitare fino al raddoppio. Ci vorrà circa ora.

La dose del lievito può essere diminuita in base al calore che avete in casa e al tempo a disposizione per la lievitazione. Io a dirla tutta ne ho messo circa la metà di una bustina e ho allungato i tempi di lievitazione a circa 2 ore.

Quando l’impasto avrà raggiunto il doppio del suo volume rovesciatelo di nuovo sul tavolo infarinato e sgonfiatelo leggermente con le mani. Stendete ora la pasta fino a formare un grosso rettangolo. Per evitare che appiccichi, vi consiglio di infarinare anche il mattarello. Mi raccomando non lavorate troppo l’impasto per evitare che si sgonfi troppo. Ricavate adesso dei triangoli della grandezza desidetara. Io ho tagliato il rettangolo in due e poi ho ricavato i triangoli. Praticate dei taglietti alla base e arrotolate l’impasto su se stesso fino ad ottenere la forma tipica del cornetto. A vostro gusto potrete decidere di farcire i cornetti con marmellata o cioccolato. Io ne ho fatti la metà con cioccolato fondente, inserendo al centro un pezzettino di cioccolato (di una semplice tavoletta di cioccolato).

Riponete adesso i cornetti ottenuti su una teglia rivestita con carta da forno, ben distanziati fra loro e con la punta in basso. Lasciate lievitare ancora per circa un’oretta (regolatevi con la temperatura esterna) fino al loro raddoppio.

Spennellate la superficie delle brioches con il bianco d’uovo se volete o con del semplice latte.

Cuocete in forno caldo a 180 gradi, statico per circa 15-20 minui. Se usate la modalità ventilata, abbassate la temperatura a 170 gradi

Le brioches si conservano per un paio di giorni in sacchetti di plastica per alimenti. Per una migliore conservazione per tempi prolungati, suggerisco di surgelarli. Io di solito mi regolo così: congelo e la mattina prima che i bimbi vanno a scuola, ne metto uno ciascuno nel cestino portamerenda; per l’intervallo delle 10.30 è pronto come fosse fresco di giornata.