Oggi pomeriggio siamo stati a far merenda dalla nonna Mirella, la nonna di mio marito e quindi la bisnonna dei miei piccoli. Ci siamo rimasti per tutto il pomeriggio e quando siamo arrivati a casa era troppo tardi per preparare piatti troppo elaborati. Ma sapete come sono no?, zero piatti pronti e sbrigativi. Per fortuna in freezer ho sempre una scorta di qualcosa, così la cena si è risolta in pochi minuti di preparazione. Ma non ero soddisfatta del tutto. Così, anziché il solito purè per accompagnare il secondo, mi sono messa a preparare le patate duchesse. Eh sono fatta così insomma: amo viziare i miei cari a tavola.

patate duchesse

Certo non saranno perfette a vedersi, perché non le ho fatte con la Sac à poche, ma erano sicuramente ottime….tant’è che sono finite in un baleno. Se volete farle anche voi, seguite la mia ricetta:

Ingredienti:

500gr di patate

50 Gr di burro

1 uovo

parmigiano grattugiato a piacere

sale q.b.

pangrattato (un cucchiaio)

Mettete a lessare le patate. Quando saranno cotte, se lo avete, passatele nello schiacciapatate ancora bollenti e con la buccia: così le schiaccerete senza fatica e la buccia resterà nello schiacciapatate, evitando così di ustionarvi le mani. In caso contrario, sbucciatele e passatele col passaverdura.

Aggiungete quindi il burro e mescolate finché non si sarà sciolto completamente. Aggiungete adesso il parmigiano grattugiato, aggiustate di sale e continuate a mescolare. In ultimo aggiungete l’uovo. Alla fine dovrete ottenere un impasto compatto e omogeneo.

Se volete una presentazione più scenografica, mettete l’impasto in una Sac à poche e fate dei riccioli su di una teglia ricoperta con carta da forno. In alternativa, fate come me: ricavate dall’impatto delle palline di dimensioni leggermente più grandi di una noce. Con una forchetta fate dei piccoli solchi su ogni lato della polpettina. Spolverate con il pangrattato e passatele in forno per 15 minuti a 200 gradi. Il tempo che si formi sulla superficie una bella crosticina croccante.

Sfornate le patate duchesse e fatele intiepidire leggermente puma di trasferirle e servirle.