Volevo stupirmi e stupire la mia famiglia per cena. Avevo un mazzo di asparagi già cotti ed ero alla ricerca di un piatto alternativo. Sfogliando un po di riviste, mi sono imbattuta nei pancake con le zucchine e subito la folgorazione. Così, i bimbi li mangiano sicuro ho pensato. Mi sono chiusa in cucina allora, perché se i bimbi mi vedevano mentre frullavo quell’orribile ingrediente verde per poi metterlo nell’impasto dei pancake avrei perso la battaglia prima ancora di incominciare. Marco, mio marito, stasera è tornato a casa con una favolosa Toma delle valli Bergamasche e il connubio è venuto di conseguenza. Certo, posso dirvi che accompagnate infine coi salumi, come hanno fatto i nani, erano il top.

Già, i bimbi? – vi starete chiedendo, cosa hanno detto? – hanno litigato per spartirseli fino all’ultimo. E quando l’ultimo boccone è andato giù, ho svelato loro il segreto: increduli loro e incredula io quando mi hanno chiesto: “quando li rifai?” Per una mamma che lotta quotidianamente a fianco dei prodotti dell’orto contro quei mostriciattoli, queste sono soddisfazioni!!!

pancake agli asparagi

Ingredienti per circa 10 pancake 

200 Gr di farina

2 uova

1 mazzo di asparagi

80 Gr di latte

sale

la punta di un cucchiaino di bicarbonato

20 gr di olio e.v.o. per l’impasto  + quello per la cottura

Toma o altro formaggio semi stagionato

miele di acacia

Pulite gli asparagi, impugnate le due estremità di ogni gambo e piegatele in due, così eliminerete la parte più dura e filacciosa. (non buttatela però mi raccomando, ci si può sempre ricavare qualcosa di buono…). Mettete a lessare ora gli asparagi in abbondante acqua salata e lasciateli cuocere per una decina di minuti. Scolateli e lasciateli raffreddare un po.

Nel frattempo sbattete le uova in una ciotola, aggiungete il latte e il bicarbonato, poi piano piano tutta la farina fino ad ottenere la consistenza di una crema. Frullate adesso i vostri asparagi, più o meno grossolanamente: io per poterli rifilare ai miei figli ne ho fatto una crema, eliminando qualsiasi possibilità di trovare dei pezzettini qua e là. Unite quindi la crema al composto, aggiustate di sale e aggiungete 20 Gr di olio extravergine d’oliva (sono due cucchiai). Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e poi coprite la ciotola con della pellicola e lasciate riposare l’impasto per circa 15-20 minuti.

Preparate adesso una padella leggermente unta e quando sarà ben calda versatevi il composto a cucchiaiate. Dopo 3 minuti girate i pancake e ultimate la cottura finché anche la superficie sottostante avrà assunto un bel colorito. Ciò avverrà in circa altri due minuti.

pancake

pancake

Toglieteli dal fuoco e metteteli in un piatto. Finite tutto il composto e poi guarnite i vostri pancake agli asparagi. Ricavate con una grattugia delle scaglie di toma e distribuitene qualche fettina su ogni pancake. Completate con un filo di miele e serviteli ben caldi.

Io ho usato del miele di acacia per il suo gusto più dolciastro rispetto a mieli un po più decisi come quello di castagno.

I pancake sono ottimi anche per accompagnare i salumi: via libera a prosciutto cotto, speck o perché no, qualche fettina di un buon lardo di Colonnata. A voi la scelta.  Noi abbiamo optato per un accompagnamento di solo formaggio, mentre i bimbi, li hanno gustati insieme a del buon prosciutto cotto.

 Ancora una cosa, con gli scarti degli asparagi potrete preparare un buon brodo, oppure del buon dado granulare (Qui trovate la ricetta se volete: http://blog.giallozafferano.it/lefragole/dado-granulare-fatto-in-casa/) Oppure, lessateli per un periodo prolungato e poi passateli al passaverdura. Con la crema ottenuta, e un po di ricotta, avrete ottenuto un buon condimento per la pasta o una buona base per il ripieno di una torta salata. Insomma, usate la fantasia e non buttate via nulla, mi raccomando.