IMG_20150923_232703Mamma mia quanta acqua abbiamo preso oggi. A Milano è diluvio e nonostante avessi ombrello e annessi io e i miei bimbi ci siamo praticamente lavati. E dopo tutta questa acqua una bella cena calda era proprio quello che ci voleva. Rientrati in casa, dopo una lunga fila nel traffico, per la cena mi sono arrangiata con quello che avevo in frigo. Che novità! Se già di solito fare la spesa coi tre pargoli è difficile, oggi era praticamente impossibile. Una bella minestra patate e porri è stata la mia salvezza.

Ingredienti:

3 grosse patate

1 porro medio/grande

250 Gr di pastina (io ditaloni rigati)

1 litro di brodo vegetale (o 1 dado)

sale e olio evo q.b.

Pulite il porro, eliminando le prime foglie esterne, tagliate l’estremità più verde e tritate finissimamente il resto.

Mettete in una pentola il trito e 3 cucchiai di olio e lasciate soffriggere per qualche minuto.

Aggiungete il brodo e lasciate cuocere per una decina di minuti di modo che il porro si cuocia un po.

Nel frattempo sbucciate le patate, passatele sotto l’acqua e tagliatele a cubetti.

Trascorsi i 10 minuti aggiungete le patate e buttate la pasta, aggiustate di sale e lasciate cuocere per il tempo indicato sulla confezione della pasta, girando di tanto in tanto.

Servite subito ben calda, con una spolverata di parmigiano e del pepe se gradito.