Ieri ho fatto gli hot cross buns. Li conoscete? no? Beh diciamo che sono dei panini speziati di origine inglese, tipici del periodo pasquale. Si, ecco, vero che la Pasqua ce la siamo lasciata alle spalle già da un po di tempo, ma questa ricetta fa parte della miriade di appunti presi qua e là, in attesa della giusta ispirazione. E poi, chiusa in casa con il piccolo ammalato non potevo stare con le mani in mano; avevo rinfrescato il lievito madre e dovevo produrre.

Hot cross buns

Incuriosita dalla forma e dalla loro provenienza mi sono documentata un po’. Girano parecchie leggende sull’origine di questi panini, il cui filo conduttore è sempre il simbolismo legato alla croce di glassa che adorna il panino stesso. A me piace pensare ad una interpretazione piu pragmatica e meno leggendaria e credo che più plausibilmente i monaci inglesi abbiano trasformato questi panini di origine pagana, e preparati in occasione della primavera, in un simbolo cristiano aggiungendo la croce di glassa. Trovata geniale direi, per diffondere il cristianesimo. Ancora oggi, infatti, questi panini si preparano durante la Quaresima e sopratutto il Venerdì santo.

Però sapete che vi dico? Son buoni tutto l’anno…

Ingredienti per circa 18 panini:

250 Gr di farina tipo 0 Manitoba

250 Gr di farina 00

250 Gr di latte intero

200 Gr di lievito madre rinfrescato

1 cucchiaino di cannella in polvere

la punta di un cucchiaino di noce moscata in polvere

la punta di un cucchiaino di chiodi di garofano in polvere

(io, ho usato un cucchiaino abbondante di mix per Pain d’epoca,  o pan pepato che dir si voglia)

50 Gr di burro

70 Gr di zucchero di canna

100 Gr di uvetta

1 uovo

mezzo cucchiaino di sale

Per la glassa:

2 cucchiai di farina

2 cucchiai di latte

+1 uovo e poco latte per spennellare i panini.

Rinfrescate il vostro lievito madre e lasciatelo riposare almeno due ore. Mettete in ammollo l’uvetta per almeno 30 minuti; scolatela, strizzatela e mettetela ad asciugare. Trascorse le due ore mettete il vostro lievito madre nella planetaria con il latte e scioglietelo. Aggiungete lo zucchero, le due farine, la miscela di spezie e iniziate ad impastare. Quando l’impasto inizierà a prendere consistenza aggiungete il burro che deve essere molto morbido e attendete che venga incorporato completamente. Aggiungete quindi l’uovo leggermente sbattuto e infine il sale. Amalgamate tutti gli ingredienti e quando l’impasto inizierà ad incordare,  aggiungete l’uvetta.

Alla fine dell’impasto dovrete ottenere una pasta liscia ed elastica. Mettetela in una ciotola e lasciate lievitare fino al raddoppio coperta da un telo pulito. Il mio impasto ha lievitato 5 ore per raggiungere il volume desiderato. Rovesciate quindi l’impasto su di una superficie pulita e ricavate delle palline di circa 65-70 gr cad. A me ne sono venute 18.

Riponete le palline su una teglia rivestita con carta da forno leggermente bagnata e strizzata e spennellatele con un composto di uovo e un paio di cucchiai di latte.

Riponete le teglie in un luogo asciutto, al riparo da correnti, e fate lievitare i vostri buns per almeno 4 ore. Al momento di infornare dovranno essere raddoppiati di volume. Generalmente io li metto in forno.

Preriscaldate il forno a 200 gradi e preparate intanto la glassa per le croci. Sciogliete due cucchiai di farina con un po di latte fino ad ottenere un miscuglio abbastanza compatto. Versatelo in una Sac à poche e praticate delle croci su ciascun panino.

Hot cross buns

Cuocete a 200 Gr per circa 10 minuti e poi abbassate la temperatura a 160 e ultimate la cottura per altri 15 minuti.

Sfornate i vostri hot cross buns e lasciateli raffreddare.

Questi panini sono ottimi sia peaccompagnati da marmellata o cioccolato che con il salato. A voi la scelta.

Se non consumati subito, si conservano per un paio di giorni in un sacchetto di carta per alimenti, oppure, potrete surgelarli e all’occorrenza scongelarli a temperatura ambiente prima di consumarli.

Per rendere ancora più gustosa la preparazione potrete dolcificare il miscuglio per praticare la croce ovvero, sostituire la farina bianca con quella di mandorle o di nocciole, secondo preferenza.

Hot cross buns

Spero di avervi detto tutto. Non vi resta che farli anche voi.Come vedete, ho dovuto distrarre i bimbi per fare la foto….

 con questo pane partecipo alla raccolta #41 diPanissimo ideata da Sandra e Barbara questo mese ospitata da Consuelo

http://www.sonoiosandra.ifood.it/wp-content/uploads/2016/01/banner-c.scritta-crema.jpg

1 Commento su HOT CROSS BUNS PANINI SPEZIATI DI ORIGINE INGLESE

  1. Che spettacolo che sono..non vedo l’ora di provarli anch’io 😛 Grazie x averli portati alla raccolta di Panissimo 🙂
    A presto e felice we <3

I Commenti sono chiusi.