Fa caldo e ho una disperata voglia di vacanza! Voglia di cucinare meno di zero e tanta nostalgia di quando ero bambina e andavo per 3 mesi in Calabria da nonna. La cucina calabrese è parecchio monotematica secondo me, o almeno quella che conosco io. Pochi ingredienti combinati sempre in modo diverso, che la rendono comunque sempre originale. Uno dei piatti che ricordo della mia infanzia è proprio questa frittata di ricotta. Era uno dei secondi classici che preparava mia nonna. L’impasto è molto simile a quello di una classica torta salata, ma cotto in padella, cambia aspetto e anche sapore secondo me. Procuratevi uova e ricotta, e il gioco sarà fatto.

frittata di ricotta

Ingredienti per 4 persone

4 uova intere

200 Gr di ricotta fresca

sale

olio e.v.o. per la padella

Rompete le uova in una scodella e sbattete fino ad ottenere un composto leggermente spumoso. Aggiungete la ricotta e stemperate con una forchetta per amalgamarla alle uova. La ricotta non va setacciata. Il buono della frittata è che restinto dei grumetti di ricotta, quindi il composto non deve risultare omogeneo ma restare piuttosto grumoso. Aggiustate di sale.

Prendete una padella di medie dimensioni e versatevi un goccio d’olio per ungere il fondo. Versatevi il composto e fate cuocere con coperchio per qualche minuto, finché la frittata non assume un bel colorito sul fondo.

Aiutandovi con un piatto da portata girate la frittata è fate cuocere anche l’altro lato. La frittata deve rimanere piuttosto altina. Se vi sembra un tantino troppo liquida rigirare una seconda volta finché tutto l’uovo non rapprende interamente.

Quando la frittata di ricotta vi sembrerà ben cotta, trasferitela su di un piatto di portata e servite.

La frittata di ricotta si consuma tiepida ma è ottima anche fredda, ideale con questo caldo. Questo vi permette di prepararla con anticipo rispetto alla cena.

frittata di ricotta