dado granulare

Bastano pochi scarti di verdura e un po’ di sale per fare il dado granulare.

Se avete in casa delle verdure che vi avanzano, magari gli scarti della lattuga, il primo strato edibile di cipolla, le foglie del sedano,  o qualsivoglia verdura, non buttate via nulla, provate a fare il dado. Ci vogliono pochi minuti.

Ingredienti:

verdure miste a piacere: io sedano, carota e cipolla; ma potete usare lattuga,  coste, zucchine finocchi ec

35% del peso della verdura di sale fino

In una pentola mettete le verdure a pezzetti piuttosto piccoli, pesatele e calcolate il 35% del peso per il sale da aggiungere. Mescolate e mettete sul fuoco, SENZA aggiungere acqua.

Quando le verdure inizieranno a scaldarsi perderanno la loro acqua e con essa si cuoceranno. Fate cuocere a fuoco lento per il tempo necessario affinché le verdure siano ben cotte; devono sfaldarsi con la forchetta.

Una volta cotte, frullate il tutto fino ad ottenere una crema. A questo punto dovrete farle essiccare.

Per velocizzare il tutto potrete farlo in microonde come ho fatto io. Prendete una ciotola di pirex oppure un piatto adatto al microonde. Versatevi la crema e stendete in uno strato più sottile possibile.

Azionate il microonde alla massima velocità e lasciate essiccare per bene il composto, rigirando ogni minuto affinché il procedimento avvenga in modo uniforme.

Quando tutta la crema sarà essiccata, dovrà sembrare una pietra, spezzettatela e frullatela di nuovo.

Alla fine del procedimento dovrete ottenere la consistenza di una polvere.

Conservate il composto in un barattolo di vetro al riparo dall’umidità. Si mantiene per almeno un paio di mesi.

3 Commenti su DADO GRANULARE FATTO IN CASA

  1. Ciao, si usa come un dado normale riguardo alle dosi? Ad es. quanti cucchiaini di granulare suggerisci per 1 litro di acqua?

    Grazie

  2. Ciao Claudia la dose è di circa un cucchiaino per litro di acqua. Però tieni presente che la dose è personalizzabile in base al gusto. A me non piacciono le preparazioni molto saporite per cui cerco sempre di non abbondare.

I Commenti sono chiusi.