Tirami…sù !!! L’immancabile nel mio freezer

Mini tiramisu' (1)

Tiramisù in finger food per un buffet

Ebbene si … chi mi conosce sa che a casa mia il dolce c’è sempre! Il mio freezer è pieno di dolci, di tante forme, colori e gusti. L’immancabile è la monoporzione di Tiramisù !!!

E’ un dolce classico ma che si presta molto bene a creare molte varianti, dalla coppetta, alla torta, finger food o gelato .. insomma qui ci si può sbizzarrire con poche ricette di base e tanta fantasia. Ora vi segno subito le ricette.

La ricetta che uso spesso per la crema al tiramisù è di Luca Montersino, da quando l’ho provata non riesco più a rimanere senza.

LE RICETTE PER UN TIRAMISU’ PERFETTO

Monoporzioni tiramisù classico

Tiramisù classico, base pavesini inzuppati nella bagna e crema tiramisù con gelatina. Cacao amaro in polvere come decorazione

BASE TIRAMISU’ PASTORIZZATA
175 gr di tuorli
340 gr di zucchero semolato
100 gr di acqua
1 bacello o 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

In un pentolino portare a 121° l’acqua e lo zucchero. Incorporare lo sciroppo sui tuorli semimontati con la vaniglia e montare il composto fino a raffreddamento. Va utilizzata subito per formare la crema tiramisù, o conservata in frigo per 48 ore massimo.

CREMA TIRAMISU’ CON GELATINA
450 gr di base tiramisù pastorizzata (io uso l’intero composto che esce dalla precedente ricetta)
15 gr di gelatina Pane Angeli in fogli (io ne aggiungo 3 gr in più)
500 gr di panna fresca semimontata
500 gr di mascarpone (io ne uso 750 gr)

Idratare i fogli di gelatina in acqua fredda. Scaldare metà base tiramisù pastorizzata e sciogliervi dentro la gelatina strizzata. Aggiungere il resto della base tiramisù e il mascarpone mescolando con una frusta. Infine aggiungere mescolando delicatamente la panna semimontata. Va conservata in frigo, consumata in 3 giorni, e si presta molto bene per essere messa in freezer.

BAGNA
caffè da moka, a piacimento con l’aggiunta di 1/2 bicchierino di Vecchia Romagna oppure Disaronno.

Devo essere sincera… Tante volte come base uso i Pavesini !!! Eh si a casa mia li adorano, anche per la praticità e perchè la mia Mamma lo ha sempre fatto così. Però se vogliamo fare le cose per bene, l’ideale per me è il Pan di Spagna con farina di riso, molto leggero. Beh per i tradizionalisti c’è sempre il savoiardo.

PAN DI SPAGNA DI RISO (tratto da Le Dolci Tentazioni di L.Montersino)
120 gr di tuorli
480 gr di uova intere
400 gr di zucchero semolato
400 fr di farina di riso
40 gr di amido di riso

Preriscaldare il forno a 190°. Montare le uova, i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una schiuma stabile, incorporare dall’alto verso il basso le polveri setacciate. Imburrare e infarinare una teglia (meglio se di alluminio) di circa 28 cm di diametro per 35 minuti. Una volta cotto (fate sempre la prova stecchino, ma mi raccomando non aprire il forno prima dei 30 minuti, altrimenti si sgonfia) toglietelo dalla teglia e fatelo raffreddare in una griglia. Una volta freddo, potete utlizzarlo subito, conservarlo in frigo per 5 giorni o metterlo anche in freezer.

Monoporzioni tiramisu ai frutti di bosco

Base pan di spagna di riso inzuppato nel succo d’ananas, crema tiramisù con gelatina e frutti di bosco nella crema e come decorazione

LE PERSONALIZZAZIONI …
Possiamo aggiungere frutta a pezzi, gelèe di frutta, inserti di ganache al cioccolato, gocce di cioccolato, insomma ampia fantasia con il tema tiramisù. Vi lascio anche la ricetta della gelèe perchè è deliziosa e ideale se conserverete il tiramisù in freezer. Vi sconsiglio, se mettete, il tiramisù in freezer di inserire frutta a pezzi nella crema, perchè rischiate che nella fase di scongelamento la frutta rilasci acqua. Magari potete fare una gelèe di champagne o moscato a cui inserirvi all’interno delle fragole a pezzetti.

 

Tiramisu' (9)

Grazie alla Silikomart per questo splendido tappetino in silicone

GELEE DI FRAGOLE
250 gr di purea di fragole
65 gr di zucchero semolato
30 gr di destrosio
7 gr di gelatina in fogli
1 gr di acido citrico

Ammollare in acqua fredda la gelatina. Scaldare 1/3 della purea, scioglierci la gelatina ben strizzata, aggiungere lo zucchero e il destrosio, mescolare bene. Aggiungere il tutto alla purea fredda e mescolate con cura. Versare il composto in uno stampo in silicone o in un ring di metallo, precedentemente chiuso con pellicola, e porre in freezer a rassodare. Trascorso 3 ore è della consistenza giusta per tagliarlo a pezzetti o inserirlo in un dolce, a vostra fantasia.

Il tappetino della Silikomart è questo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.