Crespelle al prosciutto e porcini

Le crespelle al prosciutto e funghi sono di gran lunga le mie preferite. Quando le mangi si sciolgono in bocca!

  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni10-11 crespelle

Ingredienti

  • 4 cucchiaiFarina 00
  • q.b.Acqua frizzante
  • q.b.Latte
  • 2Uova
  • 1 pizzicoSale fino
  • 1 filoOlio di oliva
  • 20 gFunghi porcini secchi
  • 200 gFontina
  • 1 cucchiainoBurro
  • 150 gProsciutto cotto (affettato)

Preparazione

  1. Immergo i funghi in acqua tiepida per 20 minuti. Quando diventano morbidi li passo sotto l’acqua corrente, per eliminare eventuali residui terrosi. Li scolo, li taglio e li tengo da parte.

  2. Preparo la pastella: in un recipiente sbatto con la frusta 2 uova intere con un pizzico di sale e l’acqua frizzante. Unisco la farina “00” setacciata poco per volta insieme a quella di mais rosso e continuo a mescolare. Aggiungo il latte e la farina farina restante.

  3. Creo una pastella densa ma allo stesso tempo liquida, priva di grumi.

  4. Spennello con un po’ d’olio d’oliva, una padella antiaderente di Ø 33 cm. La scaldo a fuoco medio e verso sopra un mestolo di pastella. Con il polso, faccio un movimento rotatorio per uniformare la pastella in cottura.

    Faccio cuocere le crêpes da entrambi i lati fino alla doratura.

  5. Quando sono cotte, le farcisco con il prosciutto cotto, i funghi porcini e la fontina a cubetti.

  6. Piego a ventaglio le crespelle e le distribuisco su una teglia rivestita di carta forno.

    Preriscaldo il forno a 180°, ventilato.

    Distribuisco del burro sulla superficie e le faccio cuocere a 180° per 25 minuti circa.

    Devono risultare dorate, croccanti ma dal cuore morbido.

I miei consigli

La farina di mais rosso si può reperire nei negozi specializzati in prodotti messicani oppure on line.

Se la pastella fosse troppo liquida, aggiungete un po’ di farina.

Se la pastella fosse troppo solida, aggiungete un po’ di latte oppure l’acqua frizzante.

/ 5
Grazie per aver votato!
Senza categoria

Informazioni su ledeliziedirossella

La cucina è una bricconcella; spesso e volentieri fa disperare, ma dà anche piacere, perché quelle volte che riuscite o che avete superata una difficoltà, provate compiacimento e cantate vittoria. (Pellegrino Artusi) La cucina è tutto: amore, convivialità, fantasia e impegno. Mi ritrovo in tutto questo.

Precedente Torta salata alla zucca e porcini Successivo Sigari alla greca

Lascia un commento