Salatini ai wurstel e pizzette di sfoglia al pomodoro ideali per buffet

Buon anno nuovo a tutti !

Concludiamo queste feste con un’altra variante di salatini, dopo quelli al formaggio e speck di Paola.
Io ve li propongo ai würstel e pizzette di sfoglia al pomodoro.
Anche se i festeggiamenti e le cene sono ormai esaurite, questo antipasto va bene per ogni occasione.
Se per la vostra cena siete in pochi (4-5 persone) con un rotolo di pasta sfoglia si riescono a fare circa una trentina di salatini. Se invece siete più numerosi, basterà aumentare le dosi.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    30 salatini circa 4-5 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • rotolo di pasta sfoglia rettangolare 1
  • Wurstel di maiale (confezione da 100 g) 4
  • sugo di pomodoro q.b.
  • Origano q.b.

Procediamo

Stendiamo un rotolo di pasta sfoglia rettangolare già pronta, prendiamo un würstel (io uso quelli più piccoli), lo posizioniamo al bordo della sfoglia e tagliamo la pasta in verticale a misura del würstel stesso.
Prendiamone uno e arrotoliamolo nella sfoglia e poi tagliamo, ripetiamo l’operazione fino ad esaurimento, ora dividiamo in quattro parti ogni rotolino e alla fine avremo 16 salatini ai würstel.
Se preferite potete continuare con altri würstel, ma se volete variare si possono fare salatini con altri ripieni o delle pizzette.
Prendiamo la placca del forno, rivestita con carta forno e vi mettiamo i salatini.

Ora passiamo alle pizzette, tagliamo a quadretti la pasta sfoglia rimanente, cosi non si sprecherà niente. Se no potete farle rotonde, come preferite. Separiamo poi i vari quadretti e mettiamoli sulla teglia insieme ai salatini. Bucherelliamo la pasta con una forchetta e condiamo con del sugo di pomodoro, meglio se già cotto e magari aromatizzato con aglio e peperoncino. Io purtroppo non avevo ne mozzarella ne stracchino per completare le mie pizzette e ho messo solo dell’origano.

Cuociamo a 180 gradi, ventilato per circa 20 minuti.
Togliamo dal forno e serviamo in un bel piatto di portata, mangiati ancora tiepidi sono ancora più buoni.

Se avanzano potete riscaldarli e torneranno fragranti.
Il procedimento è molto più semplice di come l’ho spiegato. Chissà che prima o poi non faremo anche qualche video-ricetta 😉

Precedente Salatini speck e formaggio Successivo Le cuoche spaesate - tutte le ricette del 2018

Lascia un commento

*