In giro per Lisbona… facendo scalo per poche ore

Ultimo post del 2019 !

Ritorniamo in Portogallo per parlare nuovamente di Lisbona. Già Paola vi ha raccontato di Lisbona in un suo post, ma oggi voglio raccontarvi anche la mia esperienza, in quanto per andare alle Azzorre abbiamo fatto scalo in questa bellissima città e visto che le ore di attesa erano molte, praticamente l’intero pomeriggio, abbiamo deciso di visitarne una parte.

Anche io stessa ho seguito diversi dei consigli di Paola, avuti in anteprima ovviamente 😉

Visto che era un volo effettuato dalla stessa compagnia aerea non abbiamo dovuto ritirare le valigie, che sarebbero arrivate direttamente a destinazione. Quindi già un pensiero in meno e tempo sicuramente risparmiato. 
Abbiamo comunque deciso di lasciare gli zaini usati come bagaglio a mano al deposito dell’aeroporto, trovato facilmente grazie alle indicazioni. Si paga un tot al giorno a seconda del peso del vostro bagaglio, che poi potrete ritirare esibendo lo scontrino. 
Si parte ! 

Ci vogliono circa 35 minuti per arrivare in centro con la metropolitana, più i tempi di attesa. Cosi ci dirigiamo verso la metro, che è a pochi metri dall’uscita dell’aeroporto e facciamo i biglietti. 
Su internet trovate molti post utili su come muoversi in città, a seconda del tempo e dei mezzi che utilizzate. 
Noi abbiamo fatto quattro biglietti di corsa singola, che però vanno caricati su una carta che costa 0,50 centesimi e valida un anno. 

In circa 5 ore (tempo effettivo passato in città. escludendo gli spostamenti) siamo riusciti a vedere comunque un sacco di cose, girando esclusivamente a piedi, anche se all’inizio avevamo pensato di prendere uno dei tanti tuk tuk, li troverete ovunque !

La metro non arriva direttamente in centro, ma bisogna cambiare linea ad Alameda, mentre le fermate più centrali sono quelle di Martim Moniz, Rossio e Baixa. Noi siamo scesi a quest’ultima e poi percorso le zone centrali a piedi. 
Siamo riusciti a vedere buona parte delle principali piazze, come Praca do Comercio, da cui potrete vedere anche il famoso ponte, simile al Golden Gate di San Francisco.

Anche noi come Paola siamo stati a Praca do Rossio e Praca dos Restauradores, dove troverete la già citata Fabrica da Nata e potrete assaggiare le famosissime pasteis de nata, tortine di pasta sfoglia e crema, sfornate al momento e servite tiepide.

Poi abbiamo visto l’Elévador de Santa Justa, con la sua coda infinita di turisti. 
E la funicolare da Gloria, trovata praticamente per caso, noi abbiamo percorso la strada a piedi, in discesa.  
Siamo stati anche al Miradouro de Santa Luzia, anche qui un sacco di gente, in 10 minuti a piedi potete arrivare al castello di Sao Jorge.

Tornando verso il centro siamo passati, anche qui quasi casualmente davanti all’altra pasticceria nominata da Paola nel suo post e allora come non testare anche questa pasteis de nata ? Concordo con la mia socia, nel dire che è buonissima ! La migliore in assoluto, mangiata in tutta la vacanza. 

Infine ritorniamo verso la metropolitana alla fermata di Rossio siamo stati attirati dal profumo dentro un mercato coperto, il Mercado da Baixa, con banchi di cibo cotto al momento e piccolo artigianato. Visto che era quasi ora di cena abbiamo deciso di assaggiare qualcosa, una grigliata mista (come le tipiche salsicce portoghesi, speziate) infilata in un panino accompagnata da sangria.  
Evitando di mangiare in aeroporto, abbiamo recuperato anche qualche minuto in più 😉. 

Quindi se vi capita di avere qualche ora di attesa per una coincidenza, potete tranquillamente godervi un pezzetto di Lisbona. 

Ultima dritta, ottime le pasteis de nata mangiate e anche comprate in aeroporto (terminal 1), cosi potete portare via un pezzetto di vacanza con voi. Qui il sito del bar. 

 

 

 

 

 

Grazie per averci seguito in questo ultimo anno, per diversi motivi abbiamo un po’ rallentato facendo uscire un solo post a settimana, anziché due, mettendoci tutto il nostro impegno, spero ci seguirete sempre più numerosi anche nel 2020.

Buon anno nuovo ! 🎉🥳🎉

da Le cuoche spaesate

Restate sempre aggiornati sui nuovi post seguendo i nostri profili social:  Facebook Twitter Instagram – PinterestBloglovin

 

Precedente Girelle di sfoglia con bresaola e formaggio Successivo Le cuoche spaesate - tutte le ricette del 2019