in giro per… il Galles (informazioni e consigli pratici)

Ciao a tutti !

Come forse qualcuno ha visto su Instagram (non dimenticate di seguire la nostra pagina 😉 ) di recente sono stata in Galles, Regno Unito. 
Prossimamente scriverò dei post più dettagliati, ma oggi voglio parlarvene un po’ in generale. 

Il Galles è definito il paese dei castelli, ce ne sono veramente tantissimi (più di 400 !), coste frastagliate, scogliere a picco sul mare e spiagge lunghissime e frequentate da surfisti, perché vi assicuro che il vento non manca mai. 
Se vi piace la storia, la natura, le passeggiate questo è il posto adatto a voi. 

Noi abbiamo fatto un tour di 10 giorni, organizzato autonomamente (ho un tour operator personale eccezionale 😉 ) ad inizio giugno e il clima è stato strepitoso, 20 gradi e sole, a parte un pomeriggio con una leggera pioggerellina. Maggio, giugno e luglio sono sicuramente i periodi migliori per andare a queste latitudini. 

Siamo atterrati a Manchester, dove abbiamo noleggiato l’auto, tutto già prenotato on line. Vi consiglio di fare anche l’assicurazione che copre i possibili danni (e che azzera la franchigia), visto le stradine strette che andrete a percorrere (ricordate, contromano !) magari un graffio ad un cerchione potrebbe costarvi caro. Sì, questo extra non è sicuramente da poco, il prezzo del noleggio quasi raddoppierà, però almeno non vivrete con l’ansia di fare qualche danno involontario all’auto. Poi a vostro rischio 😉

Altro consiglio fondamentale, cercate di prenotare i vostri pernottamenti. Non siamo ne in Irlanda ne in Scozia, dove spuntano bed & breakfast come funghi. Noi avevamo prenotato solo la prima e l’ultima notte, giusto per stare tranquilli, ma abbiamo dovuto ricrederci perché è veramente difficile trovare da dormire sul momento, i b&b sono davvero pochi e spesso già al completo. Quindi rischiate di sforare il budget e dover accettare quello che trovate pur di non dormire in auto. 
Così, visto che ormai il wifi c’è in ogni b&b o albergo e che si può tranquillamente usare il cellulare anche all’estero, abbiamo optato per prenotare la sera per il giorno seguente, al meno si poteva sapere già il prezzo ed avere un minimo di anteprima sul posto e sulla stanza (anche se non abbiamo grosse pretese). In questo modo siamo riusciti sicuramente a risparmiare e a goderci di più il viaggio senza lo stress di dover trovare alloggio per la notte. 

Come vi dicevo in Galles spesso si viaggia in strade ad una corsia (ma in entrambi i sensi di marcia) i navigatori sono fatti per farvi passare in certe strade ! Ma a noi piacciono molto 😀 . Però purtroppo non vedrete molto del panorama circostante, perché sarà come stare in un labirinto, con alte siepi che vi faranno vedere pochissimo e questo è davvero un peccato

Qui potete vederne un pratico esempio 🙁

Un’altra strana caratteristica del Galles sono le panchine, si avete letto bene. Troverete panchine in ogni luogo e di ogni tipo. Da quando me ne sono resa conto ho iniziato a fotografarle e qui potete trovarne diverse. 
La maggior parte ha una targhetta, in memoria di qualche parente o amico che non c’è più.

Non voglio annoiarvi oltre, quindi vi aspetto con nuovi post, dove vi racconterò qualcosa di più su questo bellissimo viaggio. 

Continuate a seguirci !

Precedente Insalata di riso Successivo Polpette di fagioli e quinoa