Patate sabbiose con speck e provola

Le Patate sabbiose con speck e provola sono un piatto unico facilissimo e davvero gustoso. Una pietanza che si prepara con pochissimi ingredienti ma dal gusto davvero eccezionale. Possono essere un’idea in caso di cene con amici o un piatto unico se si ha voglia di mangiare qualcosa di confortevole. Personalmente le preparo quando ho cene con amici o parenti, vanno letteralmente a ruba. Vediamo cosa ci occorre per preparare le Patate sabbiose con speck e provola. Vediamo cosa ci occorre per preparare le Patate sabbiose con speck e provola.

Patate sabbiose con speck e provolaPatate sabbiose con speck e provola

Ingredienti per 4 persone:

300 g di patate

100 g di speck

100 g di provola affumicata (o dolce a voi la scelta)

100 g pane grattugiato

50 g di parmigiano grattugiato

Sale e pepe q.b.

Olio extra vergine di oliva q.b.

Procedimento:

Iniziate la preparazione delle Patate sabbiose con speck e provola lavando accuratamente le patate e lessandole per circa 30 minuti. Una volta cotte le patate, ancora calde sbucciatele e lasciatele intiepidire. Io in genere le preparo la sera prima per il giorno dopo, oppure la mattina per la sera in modo che sono fredde e maneggiabili. Tagliate le patate a dadini e mettetele momentaneamente da parte.

In una ciotola abbastanza grande mescolate il pane grattugiato, il sale ed il pepe, il parmigiano quindi uniformate il tutto. Unite le patate e mescolate fin quando non saranno ben “sabbiose”. Disponetele su una teglia con carta forno e conditele con olio extra vergine di oliva q.b., lo speck tagliato a listarelle e la provola a pezzettini.

Infornate le Patate sabbiose con speck e provola per circa 15 – 20 minuti a 200°C. Quando le Patate sabbiose con speck e provola saranno ben dorate allora sfornate e lasciatele rapprendere per qualche minuto. Servite le Patate sabbiose con speck e provola ben calde ai vostri commensali.

Patate sabbiose con speck e provolaPatate sabbiose con speck e provola

 
Precedente Ventagli di sfoglia alla cannella Successivo Strudel al cavolfiore e salsiccia

Lascia un commento

*