Pandoro fatto in casa

Print Friendly, PDF & Email

Pandoro, Fatto in casa, Ricetta homemade, Ricetta natalizia, Ricetta Pandoro casalingo, Ricetta per le Feste

Ho sempre pensato che il Pandoro fosse una ricetta talmente tanto complessa ed elaborata, che solo i maestri pastecceri potessero permettersi il lusso di prepararli interamente homemade. Forte di questa teoria (e con non poco scetticismo) ho partecipato ad un evento Giallozafferano in cui avremmo preparato il Pandoro fatto in casa, seguite step by step da Ilaria del blog Forno e Fornelli. Ilaria ci ha proposto la sua ricetta  (Pandoro di Forno e Fornelli), con una preparazione semplice e senza sfogliatura ed io, con grande curiosità, mi sono cimentata in questa preparazione.
La ricetta ha una tempistica da seguire con precisione, ma per il resto (a Pandoro sfornato) vi meraviglierete della semplicità di preparazione di una ricetta così apparentemente complessa.
Complice la ricetta e la pazienza di Ilaria, che ci ha seguite braccio braccio, con orgoglio posso dire “a Natale il Pandoro lo preparo io!” 😀
Pandoro
Ingredienti
FASE 1_Biga (Ore 9:00 del mattino):

– 65 g farina Manitoba
– 33 g acqua tiepida
– 16 g lievito di birra fresco (o 5 g di lievito di birra secco)

FASE 2_Primo impasto (Ore 11:00 del mattino):
biga
– 140 g farina Manitoba
– 30 g zucchero
– 65 g di uova intere (1 uovo intero GRANDE )

FASE 3_Secondo impasto (Ore 13:00):
– primo impasto
– 270 g farina Manitoba
– 130 g zucchero
– 14 g miele
– 185 g burro a temperatura ambiente
– 160 g uova intere (circa 3 uova grandi)
– 1 tuorlo di 28 g  (un uovo grande)
– semi di una bacca di vaniglia
– buccia di 1 limone grattugiato
– poca farina per la spianatoia
– burro per lo stampo q.b.

Per decorare:
– zucchero a velo q.b.

biga|I pasticci della Zia Tata
Fig.1 Biga

FASE 1_Preparazione della Biga (Ore 9:00 del mattino)
Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e incorporare metà della farina. Continuate a lavorare (a mano o in planetaria) aggiungendo la restante farina. Formate una pallina e mettete in un’ampia ciotola infarinata. Coprite con della pellicola e mettete in forno SPENTO con luce accesa a lievitare per 1 ora e 30 minuti, fino al raddoppio.

prima lievitazione-1
Fig.2 Biga lievitata

FASE 2_Primo impasto (Ore 11:00 del mattino):
Riprendiamo la Biga lievitata (Fig.2) e aggiungiamo lo zucchero, la farina, l’uovo e impastiamo fino a che tutti gli ingredienti risulteranno ben incorporati.
Formiamo una palla e passiamo alla seconda lievitaizone. Sempre riponendo l’impasto in una ciotola infarinata, coperta con pellicola e messa in forno SPENTO con luce accesa per 2 ore.

seconda lievitazione-1
Fig.3 Primo impasto lievitato

FASE 3_Secondo impasto (Ore 13:00):
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendiamo l’impasto e aggiungiamo zucchero, la farina, il miele, la vaniglia, la buccia di limone e il tuorlo. Impastate per 10 minuti circa e, successivamente, aggiungete le uova intere uno per volta continuando ad impastare. Una volta incorporate le uova, unite anche il burro tagliato in piccoli pezzetti e continuate ad impastare fino a che tutti gli ingredienti si saranno ben amalgamati tra loro. Se utilizzate un’impastatrice, lavorate l’impasto per circa 30 min. fino ad ottenere la classica incordatura.
Prelevate l’impasto e trasferitelo su di una spianatoia infarinata. dategli una forma compatta e procedete con le pieghe. Cliccate sul link per vedere come —> https://www.youtube.com/watch?v=1yrFi0pFMkA . Ripetete questa operazione per 4 volte.
Imburrate molto bene lo stampo da pandoro, mettiamo il nostro impasto all’interno tenendo la faccia liscia verso il fondo e, quindi, la parte ripiegata verso l’alto. PicMonkey CollageCoprite lo stampo con della pellicola e mettete sempre in forno SPENTO con luce accesa a lievitare per 3 ore. Fino a che l’impasto, lievitando, avrà raggunto il bordo dello stampo. Seguite la lievitazione poichè è possibile che ci voglia più o meno tempo rispetto allo standard delle 3 ore.

FASE 4_La cottura:
Lievitato in stampo
Con molta attenzione, preleviamo lo stampo dal forno e lo pogiamo delicatamente sul ripiano per evitare che gli scossoni lo facciano sgonfiare. Accendiamo il forno a 150° modalità statico, inforniamo il pandoro e lafacciamo cuore per 40 minuti. Seguite bene la cottura e, se neccesario, dopo il primo quarto d’ora, coprite la superficie con della carta alluminio. Questa operazione va fatta solo le la superficie si stia colorando troppo.Terminato il tempo di cottura, spegnete il forno e aprite lo sportello. Lasciate il pandoro 5 minuti ancora in forno spento.
Pandoro cottoPrelevate il Pandoro e lasciatelo raffreddare bene dentro lo stampo. Sformatelo solo quando si sarà ben raffreddato.
Servire a piacere con del classico zucchero a velo oppure, per una variante più golosa, con una glassa al cioccolato fondente.

Divertitevi a sfornare anche i vostri mini pandori, con degli stampi adatti potrette ottenere  delle mini porzioni 😉

Pandoro

Giallozafferano – Ricetta – Pandoro – Ricetta fatto in casa

http://blog.giallozafferano.it/laziatata/
Seguitemi anche su facebook —> I pasticci della Zia Tata

 

Precedente Tortelli di Zucca Mantovana Successivo Gamberoni panati, croccanti al forno

2 commenti su “Pandoro fatto in casa

  1. Federica il said:

    Ciao vorrei fare questa ricetta ma ho notato chd non c’è nè sale nè liquidi. Non sarà troppp duretto l’impasto? Inoltre viene proprio come il pandoro di sapore? Grazie

    • laziatata il said:

      Ciao Federica, l’impasto è giustamente lavorabile, la lievitazione è importantissima. Per il sapore, dipende dagli aromi che deciderai di utilizzare. Quelli confezionati contengono aromi industriali e conservanti, questo ha un sapore più neutro ma di sicuro molto più genuino. Ti consiglio di utilizzare una bacca di vaniglia fresca di ottima qualità e, se preferisci, dell’aroma di arancia per dare un gusto più particolare 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.