Crostata bicolore – ricetta golosa

Print Friendly

La crostata bicolore è uno dei primi dolci che ho iniziato a sperimentare. E’ un derivato della classica crostata al cioccolato che, dopo averla riproposta centinaia di volte >.<, ho pensato di rimodernare!!!Ho pensato che se si poteva farcire con crema al cioccolato, perchè non farcirla con crema bianca o meglio ancora, perchè non alternare i due gusti??…Ed ecco come è nata la crostata bicolore!!!^.^
Ingredienti
per la frolla
– 80 gr di zucchero
– 300 gr di farina
– 1 uovo
+ 1 tuorlo
– 130 gr di burro a pezzetti
– 1 cucchiaino di lievito per dolci
– 1 bustina di vanillina –
30 gr di cacao in polvere
per la farcitura
– 100 gr di zucchero
– 500 gr di latte intero
– 2 uova – 40 gr di farina
– 100 gr di cioccolato fondente (anche qualcosa in più a piacere)

Non fatevi scoraggiare dalla complessità delle decorazioni…sarà più facile di quanto sembra ;)!!! Prepariamo prima di tutto le creme…(di norma si prepara come primo step la frolla, ma in questa ricetta è necessario che le creme siano molto fredde e ben compatte.Se riuscite a prepararle qualche ora prima è anche meglio ^.^). Il procedimento è quello di una classica crema passticcera. Mettere il latte a scaldare sul fuoco (se gradite potete aggiungere una bacca di vaniglia per aromatizzare), portare a leggera ebolizione e spegnere. A parte montare le uova con lo zucchero, incorporare la farina setacciata e stemperare il composto con un pò di latte. Aggiungere il composto di uova, zucchero e farina al latte, rimettere su fuoco a fiamma moderata, mescolando ripetutamente con un frustino; fino a che la crema non risulterà sufficientemente solida. Versare metà crema in una ciotola e riporre in frigo a freddare con un velo di pellicola sulla superficie. Alla restante metà, ancora calda, aggiungiamo il cioccolato fondente. crostata Rimestando quest’ultimo a contatto con il calore della crema si scioglierà inscurendo la stessa. (La quantità di cioccolato è indicativa, può variare in base la colore che volete ottenere e al gusto che preferite). Riporre anche quest’ultima in frigo! Passiamo alla frolla. Impastiamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Ad una piccola dose di essa aggiungiamo il cacao in polvere. Questa frolla scura ci servirà per la decorazione lungo il bordo. Avvolgere il panetto con la pellicole e mettere in frigo a riposare per una ventina di minuti. Passato questo tempo, stendere la frolla spessa 3 – 4 mm. (Io mi aiuto con della carta forno 😉 Disegno la circonferenza della mia teglia, ribaltando la teglia sul foglio. Giro il foglio, per evitare di sporcare la frolla con i residui di matita =.=!E stendo la frolla fino a fuoriuscire dai bordi di un paio di centimetri;questo passaggio mi aiuta ad ottenere una forma il più possibile circolare). crostata Posiziono la teglia capovolta sul mio disco di frolla, cercando di metterla al centro, e ribalto il tutto. Elimino il foglio di carta forno e con le dita sistemo i bordi e il fondo. Elimino gli eccessi di frolla con l’aiuto di una rotella dentata, rimanendo a filo con il bordo della teglia. Con una forchetta bucherello il fondo senza però fare troppa pressione. crostata Prendo le mie creme dal frigo e riempio due sac à poche (prendete quelli usa e getta, sono più igienici!) e taglio la punta di circa 2-3 centimetri. Inizio con la crema chiara e dal bordo più esterno disegno il primo cerchio di crema. Subito dopo ripeto l’operazione ma stavolta con la crema scura…e via di seguito fino al centro, alternando sempre bianco e nero. Dopo avere ottenuto i nostri cerchi bicolore concentrici, con uno stecchino tiriamo delle linee dritte (affondando la punta nella crema) partendo dal centro e fermandoci al bordo esterno [E’ più facile a farsi che a dirsi…credetemi =.=’] segnando prima i 4/4 della torta. Sempre con il medesimo senso, dividiamo i singoli quarti a metà (sempre dall’interno e mi fermo all’esterno). Infine dividiamo ulteriormente a metà ogni porzione ottenuta stavolta però tirando delle linee dall’esterno verso il centro!crostatacrostataEd ecco ottenuto il risultato 🙂 Per la decorazione sul bordo, prendere un pò di frolla bianca e arrotolare fino a formare un filamento con un diametro di circa 4 mm. Fare lo stesso con la frolla nera. Unire le due estremità e arrotolare per formare l’effetto cordoncino.Posizionale il cordoncino di frolla a giro su tutto il bordo interno. Infornare a 180° per 30 minuti a forno statico. A piacere spolverizzare con zucchero a velo.

Crostata Bicolore/h2>

http://blog.giallozafferano.it/laziatata/ Seguitemi anche su facebook —> I pasticci della Zia Tata Logo-animato-gif

Vi consiglio anche la crostata al cioccolato…un’ottima variante e fantasiosa idea 😉
Un piccolo utile tutorial per riassumere i passaggi più importanti per la decorzione 😉
crostata

60 commenti su “Crostata bicolore – ricetta golosa

  1. Patrizia il said:

    prima di mettere la frolla nella teglia posso mettere la carta forno e poi la frolla? altrimenti riuscirò a togliera? 🙂

    • laziatata il said:

      Ciao Patrizia, certo puoi utilizzare anche la carta forno. Anzi ti consiglio di bagnarla (moderatamente) e strizzarla bene, così sarà più semplice posizionarla in teglia 😉

    • Daniela il said:

      Io ho il bimby. In questi casi uso gli ingredienti della ricetta seguendo il procedimento del libro base per la pasta frolla e per la crema. Insomma ingredienti ricetta , procedimento libro base. Spero di esserti stata di aiuto

      • laziatata il said:

        Grazie per il suggerimento Daniela, sarai sicuramente stata d’aiuto a Sandy e a tutte quelle persone che utilizzano il bimby per questa preparazione 😉

  2. Lara il said:

    Ciao,
    purtroppo io non ho la sac per decorare con le creme e mio figlio avrebbe molto piacere che oggi provassi a farla…come mi consigli di procedere?Grazie

    • laziatata il said:

      Ciao Laura, ti posso consigliare un metodo molto spartano, ma a mali estremi…estremi rimedi! puoi utilizzare dei sacchetti da freezer, quelli che si usano per congelare i cibi 😉 Quelli sono anche facilmente reperibili!
      O ancora puoi distribuire la crema con l’aiuto di un chucchiaio, certo è un pò più lungo e meno preciso, ma con un pò di pazienza ce la farai 🙂

  3. miki il said:

    E’ bellissima!!Volevo chiederti se il cordoncino intorno va appoggiato sulla crema o se va messo prima di riempire il guscio con le creme.Grazie e complimenti per la spiegazione dettagliata dell’esecuzione!!

    • laziatata il said:

      Cuao Francesca, la crema si ammorbidisce di certo ma non si scioglie, tranquilla…io l’ho testata tantissime volte. L’importante è che, una volta fatte le creme, le fai riposare in frigo per farle solidificare e poi le stendi dentro la crostata!^_^

  4. Lara il said:

    Ciao,allora ho fatto la torta con la misura da 26 le creme erano ottime ma ho avuto problemi con la frolla che non riuscivo a stendere,inoltre non sono riuscita a fare i condoncini perchè la frolla non mi è bastata. Ero riuscita a fare quello con la cioccolata ma una volta che ho cercato di arrotolarlo si sfregolava e non c’è stato nlla da fare e pur seguendo il tuo procedimento pari pari questa parte non mi è riuscita. La crostata è ottima ma io vorrei sapere cosa è andato storto per poterla rifare..:-(

    • laziatata il said:

      Ciao Lara, per la frolla che si sfregola un pò è normale…ti consiglio sempre di utilizzare del burro non troppo morbido, piuttosto freddo e di impastare la frolla fino a che il panetto non sarà liscio ed omogeneo; importante è anche il riposo del panetto in frigo. La prossima volta prova a stendere l’impasto tra due fogli di carta forno e anche se si dovesse crepare in alcuni punti puoi sistemarla pizzicandola con le dita. Per sistemare la frolla in teglia, utilizza il trucco della frolla ribaltata…come si vede in foto.
      Per la quantità invece, dipende dallo spessore con cui hai steso la frolla, forse era un pò spessa e quindi non hai ottenuto abbastanza avanzi. In ogni caso, il cordoncino non è obbligatorio…puoi mettere alche solo una striscia…o fare delle palline di frolla e sistemarle a giro una accanto all’altra, un pizzico di fantasia e la ricetta diventa ancora più originale. Fammi sapere la prossima volta, vedrai che andrà meglio!
      Ricordo la prima volta che feci la frolla (a mano) non capivo perchè rimanesse sempre slegata e granulosa tanto che, demoralizzata la buttai 🙁 Solo la volta dopo ho capito che l’avevo lavorata troppo poco…la seconda volta infatti mi è venuta perfetta 🙂

      • Lara il said:

        Ciao,
        allora ti confermo la crostata era buonissimo ed il burro era da frigo l’ho lasciato circa un’oretta in frigo e una volta che sono andata a stenderla era piuttosto dura. Quando ho fatto l’impasto ho preso una parte e l’ho messa dentri il cioccolato in polvere amaro i 30 grammi da te citati ma fin da subito si sgretolava e pareva troppo cioccolato a differenza della bianca che si era farinosa ma dopo era bella compatta. Prossima volta lavoro maggiormente l’impasto e lo tengo in frigo di meno la carta l’ho usata sotto e per metterla in teglia non ho avuto alcun problema. Comunque ti ringrazio era tanto buona e delicata e non troppo burrosa come certe crostate,,,, :-))

        • laziatata il said:

          Perfetto Lara, tieni meno la frolla in frigo e se ti sembra ancora un pò dura prima di stenderla dalle dei colpi (proprio come delle bastonate ^_^ ) col mattarello fino a che riuscirai a stenderla. Per il cacao i 30 gr sono un pò indicativi, magari la prossima volta aggiungi il cacao poco per volta impastando così noti quanto cacao effettivamente serve 😉
          Sono contenta che ti sia piaciuta la base della crostata, io l’adoro…è croccante fuori ma morbida dentro e ormai la uso sempre anche per le semplici crostate di marmellata!

  5. era da tempo che cercavo la ricetta giusta per usare la sac à poche, direi che l’ho finalmente trovata. Grazie di aver condiviso non solo la ricetta ma anche il “dietro” le quinte davvero utilissimo!!!!

    ma che bello il tuo blog…. mi trattengo ancora un pò 😉

    • laziatata il said:

      Ciao Letizia, grazie mille a te per i complimenti e sono davvero felice che l’articolo e la ricetta ti sia piaciuta 😉
      Ho visto che anche tu hai un blog di cucina, vengo volentieri anch’io a sbirciare tra le tue ricette ^_^

  6. Manuela il said:

    Ciaooo scusami una domanda da dove mi deve rimanere un Po dell’impasto nero x unirlo a qll bianco x fare il cordoncino????? Cmq cimplimenti

    • laziatata il said:

      Ciao Manuela, quando stenderai la frolla e la posizionerai in teglia, rifilando i bordi con la rondella, ti rimarrà di certo della frolla. La ricompatti, la dividi in due parti uguali e in una metà aggiungi il cacao per colorarla di nero 🙂

  7. lorenza il said:

    ciao,ho provato stasera a fare la tua costata…però mi é venuto un dubbio..quando la devi girare per togliera dalla teglia ,non si rovina ????grazie ciao

    • laziatata il said:

      Ciao Lorenza, il trucco è lasciarla freddare affinchè si compatti bene! Io di solito uso un trucco…ci pogio sopra una teglia da forno (come la classica teglia nera in dotazione con il forno), la ribalto…elimino la teglia circolare della crostata e la sostituisco con il piatto da portata e ribalto nuovamente 😉 Mi raccomando però NON a crostata calda ^_^

  8. Laura il said:

    Salve, vorrei provare a fare questa torta stasera per poi servirla domani a pranzo. Devo conservarla in frigo? Grazie mille e complimenti, è davvero stupenda!

    • laziatata il said:

      Ciao Laura, io consiglio di conservarla a temperatura ambiente. In frigo la frolla perde un pò di croccantezza.
      Grazie mille per i complimenti 😀

  9. niki il said:

    ciao! oggi poroverò a farla! ma ti volevo chiedere se aggiungo qualche scaglia di mandorle sulla crema ci stà come sapore?
    grazie

    • laziatata il said:

      Il gusto della mandorla ci sta bene con entrambe le creme. Puoi provare ad aggiurle sopra subito dopo averla sfornata 🙂

  10. Diana il said:

    Ciao! Voglio provare questa ricetta però io mi trovo a New York e qui è difficile a trovare i produtti che avete voi. Cos’è la bustina di vanillina? Io uso la vanilla liquido quanto devo usare? Io faccio tanti dolci e non ho sentito mai il lievito per i dolci, c’è qualche differenza? Grazie mille!

    • laziatata il said:

      Ciao Diana!Il lievito per dolci dovrebbe chiamarsi “baking powder” in America, è una polvere che serve per far “crescere” il dolce di volume. La “vanillina” è polvere di vaniglia, va bene anche la vaniglia liquida. Puoi usare 5 ml (tsp) di vaniglia liquida. Scrivimi se hai altri dubbi 🙂 A presto

    • laziatata il said:

      Ciao Antonella, la frolla non si brucia se la posizioni sul ripiano intermedio. Comunque, per maggiore sicurezza, puoi rivestire la teglia con arta forno oppure la puoi imburrare e infarinare. 🙂

  11. valentina il said:

    Stupenda, davvero, vorrei provare a farla, ma c’è un dubbio che vorrei chiedere, per le creme, è indicato 2 uova, ma devono essere intere o solo il rosso? grazie!!

    • laziatata il said:

      Ciao Giovanna, se hai il ricettario base (quello verde per intenderci) puoi utilizzare il procedimento della “ricetta pasta frolla” e “crema bimby” mantenedo sempre le dosi della mia ricetta 🙂
      Se non hai il ricettario, fammi sapere, posso provvedere a recuperarti il tutto 😉

  12. Per colorare le crema al cioccolato posso utilizzare anche cacao in polvere? Se si più o meno quanto ne serve?
    Complimenti questa torta è stupenda ho aggiunto il tuo blog fra i miei preferiti.

    • laziatata il said:

      Ciao Linda, certo! Aggiungine inizialmente circa 20 gr, se la crema dovesse risultare ancora troppo chiara, ne aggiungi dell’altro. Se utilizzi del cacao amaro, asaggia la crema per verificare che non sia troppo amara. 🙂

  13. Giulia il said:

    Ciao!

    Innanzitutto complimenti per la ricetta 😉

    L’ho provata a fare e mi è riuscita, un po’ disordinata ma mi è riuscita! Solo, ho avuto difficoltà a formare il cordoncino di frolla nera e bianca, unendo le due estremità e arrotolando la pasta frolla si rompeva sempre, così ho fatto direttamente sulla torta (ma il risultato non è molto preciso!)

    Sai darmi qualche consiglio?

    Grazie!!!!!

    • laziatata il said:

      Ciao Giulia 🙂 unendo il cacao è possibile che la frolla si sia asciugata, così da farla scorporare. Aggiungi uno o più chucchiai di latte fino a che la frolla si sarà nuovamente ricompattata. Ovviamente è un piccolo rimedio da utilizzare solo per la parte di frolla al cacao. Per variare potresti anche realizzare dei piccoli “pois” bianchi e neri con la frolla e posizionarli tutti lungo il bordo sovrapponendoli tra loro. Puoi spaziare con la fantasia e dare il tuo piccolo tocco personale 🙂 A presto 😉

  14. E normale che la frolla risulti più morbida di una normale crostata che spesso è più croccante? Lo fatta due volte ed è capitato lo stesso.

    • laziatata il said:

      Ciao Anna, si è normale 🙂
      Per questa torta ho volutamente utilizzare la ricetta della frolla morbida che infatti prevede l’aggiunta del lievito cosa che di norma non è prevista nella ricetta classica. Se preferisci una frolla più dura e croccante ti consiglio questa ricetta:
      Farina 250 g
      Zucchero al velo 100 g
      Uova 2 (solo i tuorli)
      Burro 125 g
      Limoni la scorza di 1 (a piacere)
      Fammi sapere come ti trovi con questa variante 🙂

  15. stefania il said:

    Innanzitutto complimenti, è bellissima ed è da martedì che non vedevo l’ora di farla… devo dire che mi è venuta abbastanza bene e sono soddisfatta..solo che mi sono completamente persa nel fare il cordoncino; a parte i problemi legati alla frolla al cacao che era molto meno lavorabile di quella tradizionale, non sapevo davvero come legare i 2 cordoncini..c’è un procedimento da seguire? Ti posso chiedere la cortesia di dettagliarlo..grazie mille!!

    • laziatata il said:

      Ciao 🙂 Grazie mille per i complimenti ^_^
      Aggiungendo il cacao la struttura della frolla cambia tendendo a sfaldarsi. Ti sconsiglio di provare a lavorarla inumidentodi le mani, questo renderà l’impasto al cacao nuovamente umido 😉
      In ogni caso puoi fare un cordoncino tutto bianco o utilizzare un altro tipo di decorazione per il bordo 🙂
      A presto,
      Veronica

Lascia un commento